Made in China 2025 settore per settore

Secondo articolo. Dati e suggerimenti per le aziende italiane che vogliono approfittare del maxi piano dell’industria 4.0 cinese

Un programma a lungo termine

Made in China 2025 è il piano di riforma dell’industria presentato dal governo cinese nel maggio 2015. In un articolo precedente abbiamo approfondito l’analisi delle ragioni e del contesto macroeconomico che hanno spinto il presidente Xi Jinping a vararlo. Oggi entriamo nel merito delle opportunità che il programma offre agli imprenditori stranieri.

Obiettivi, settori e strumenti sono contenuti in un documento articolato e dettagliato, disponibile in lingua inglese ( Scarica il pdf )), che si propone di rivoluzionare il sistema produttivo mandarino, facendogli fare un salto completo nell’era dell’industria 4.0.

Secondo la classica impostazione pianificatoria comunista, ma con categorie e termini occidentali, il documento dettaglia minuziosamente principi e obiettivi strategici, arrivando anche a definire degli indicatori spalmati fino al 2025 per ciascuno dei principi guida. Innovazione, qualità e valore, integrazione di It e industria, sviluppo sostenibile vengono applicati sul sistema produttivo cinese, riconosciuto come ancora arretrato, e per ciascuno sono indicate le azioni che dovranno essere compiute fino al 2025.