Le soft skill fanno l’azienda competitiva

Cosa sono? Come fare per riconoscerle e da dove si parte per metterle in
pratica nella propria azienda? La nostra introduzione alle competenze relazionali e trasversali: il primo passo.

A bilità e competenze trasversali rivestono sempre più un ruolo fondante nel successo di persone e di aziende . Individuare e porre l’accento su queste abilità ha dimostrato l’importanza del loro impatto all’interno e sull’ organizzazione aziendale , sempre più intesa anche in questa ottica come comunità . Studi e analisi approfondite suggeriscono che un training costante può arrivare a un rafforzamento duraturo delle performance organizzativa e dei risultati finanziari.

Ecco come verrà sviluppato questo tema e come in questo articolo si possono trovare le prime risposte.

Da dove parte questo viaggio
Che cosa sono le soft skill
Le soft skill nel mondo della complessità
Ancora Olivetti e la sua azienda comunità
Una conferma dal mondo scolastico e universitario

Un problema di riconoscimento
Far circolare le informazioni in azienda
Il caso dell’azienda Lechler
Soft skill non significa buttarsi nel vuoto
I primi cinque passi
Le quattro domande che affronteremo
Che cosa fare allora?

Da dove parte questo viaggio

Gennaio 2016, Davos , Svizzera. Il World Economic Forum (Wef) ha appena pubblicato uno dei suoi celebri e influenti report sul tema Futuro del lavoro , con riferimento a Industria 4.0 e nuove competenze richieste dal mercato. Le conclusioni sono chiare e spiazzano le aspettative: per affrontare le sfide globali della quarta rivoluzione industriale è essenziale concentrarsi primariamente sulle soft skill.

Problem solving , pensiero critico , creatività , people management . Queste sono le competenze “trasversali” posizionate ai primi quattro posti nei risultati dell’indagine che il Wef ha condotto in venti nazioni, coinvolgendo 13mila tra imprenditori, esperti di risorse umane, consulenti.


Il motivo principale è che le soft skill sono finalmente considerate necessarie a capire e affrontare i cambiamenti dei mercati , specialmente di quei settori che si muovono più velocemente di altri.

Ma quali settori non lo fanno, del resto? Dietro le soft skill ci sono però molti malintesi, pochi approfondimenti e molte contraddizioni. Tutti ne parlano, tutti ne riconoscono l’importanza , pochi sanno come maneggiarle, anche negli ambienti canonicamente dedicati all’acquisizione di conoscenze e competenze.

La domanda di profili professionali sta crescendo proprio nelle figure meno tecniche

Maggio 2018, Bergamo . Durante i primi passi dell’esperienza della comunità di SKILLE , abbiamo chiesto ad aziende del nostro territorio di suggerire una scala di preferenza tra alcune possibili tematiche di approfondimento.

Le soft skill sono risultate il contenuto più richiesto, non a caso. Da qui parte il nostro viaggio: dalla vostra richiesta di definire meglio cosa sono, come si riconoscono o perfezionano, a quali problemi aziendali rispondono le soft skill.