< Home

Pnrr , c’è più tempo per le aziende : allungati i tempi per i bandi Simest

Articolo. Mentre si è ancora in attesa di chiarimenti sia per quanto riguarda il Fondo Impresa Donna che per il Superbonus Alberghi, sono state prorogate al 31 maggio 2022 le tre misure messe in campo a sostegno delle imprese da Sace Simest e presentate nel corso del nostro ultimo webinar dedicato ai fondi in arrivo grazie al Pnrr.

Lettura 3 min.

Tre misure prorogate al 31 maggio

Sono state prorogate al 31 maggio 2022 le tre misure messe in campo a sostegno delle imprese da Sace Simest e presentate nel corso del nostro ultimo webinar dedicato ai fondi in arrivo grazie al Pnrr.

Si tratta dei finanziamenti disponibili (anche in parte a fondo perduto) per:
- Transizione Digitale ed Ecologica delle PMI con vocazioneinternazionale (PNRR FONDO 394/81 Circolare n. 1/PNRR/394/2021)
- Partecipazione a fiere e mostre internazionali
- Sviluppo del commercio elettronico in Paesi esteri

È un’ottima notizia, confermano gli esperti di Europartner Milano, specializzati nell’assistere le imprese che vogliono sfruttare la finanza agevolata, perché le aziende hanno più tempo a disposizione per presentare i loro progetti e ottenere i contributi.

Conviene comunque muoversi quanto prima perché, nonostante il rinvio della scadenza, i fondi potrebbero esaurirsi prima della fine del prossimo mese di maggio

Rivediamo il webinar e scarichiamo le slide

Simest è la società del Gruppo Cassa depositi e prestiti che dal 1991 sostiene la crescita delle imprese italiane attraverso l’internazionalizzazione della loro attività. Azionisti sono Sace, che la controlla al 76%, e un nutrito gruppo di banche italiane e associazioni imprenditoriali. I tre bandi proposti hanno una dotazione finanziaria molto consistente e le opportunità sono validissime.

Chi non avesse avuto la possibilità di seguire il webinar in diretta può comunque rivederlo andando su questa pagina . È possibile anche scaricare le slide che illustrano tutti i dettagli.

Chi fosse interessato a ulteriori dettagli può anche scrivere alla nostra redazione

Impresa donna e bonus alberghi ancora in attesa

Si è invece ancora in attesa sia per quanto riguarda il Fondo Impresa Donna che per il Superbonus Alberghi. Il testo definitivo non è ancora disponibile per queste due misure e si sta aspettando che venga illustrata la modalità per la presentazione delle domande.

Fondo Impresa Donna ha l’obiettivo di favorire l’imprenditoria femminile ed è erogato dal Ministero per lo Sviluppo economico, sempre con fondi del Pnrr, con contributi a fondo perduto e finanziamenti agevolati

Il Superbonus Alberghi vede invece uno stanziamento attraverso il Pnrr di 500 milioni di euro per il credito di imposta e i contributi a fondo perduto per la riqualificazione delle strutture ricettive. I 500 milioni di euro sono così suddivisi: 100 per il 2022, 180 per ciascuno nel 2023 e 2024, 40 per il 2025

Esperti a tutto campo

L’appuntamento con il webinar era fissato per mercoledì 1° dicembre alle 11,45 in diretta Zoom. Per partecipare gratuitamente ai nostri webinar continua a seguirci su queste pagine.

Gli esperti, dopo la presentazione, sono sempre a disposizione per rispondere alle vostre domande.

Riguarda qui il webinar e scarica le slide

I tre incentivi di Sace Simest

Le agevolazioni che seguono sono tutte interessanti anche perché il 25% del finanziamento destinato a ogni singola tipologia può essere corrisposto come contributo a fondo perduto.

Il primo avrà per beneficiari le piccole e medie imprese , costituite in forma di società di capitali da almeno due esercizi, con un fatturato export di almeno il 10% nell’ultimo anno o del 20% nell’ultimo biennio.

L’intervento in questo caso ha la finalità di sostenere la realizzazione di:
- investimenti digitali per una quota minima pari al 50%
- investimenti volti a promuovere la sostenibilità e la competitività sui mercati internazionali per il restante 50%.

L’intervento potrà avere durata massimo di 24 mesi dalla data di stipula del contratto con Simest e saranno considerati ammissibili i costi effettivamente sostenuti dopo il ricevimento dell’esito della domanda.

Anche il secondo bando ha per beneficiari piccole e medie imprese , costituite in forma di società di capitali da almeno due esercizi, che abbiano un fatturato rappresentato per una quota almeno pari, in alternativa, al 50% dalla produzione di beni e servizi in Italia, anche se con marchio di proprietà estera, o dalla commercializzazione di prodotti con marchio italiano anche se prodotti all’estero.

Gli interventi dovranno riguardare una delle seguenti attività:
a) creazione di una nuova piattaforma propria, realizzata da un soggetto/fornitore in possesso del requisito di professionalità
b) miglioramento di una piattaforma propria già esistente
c) accesso ad un nuovo spazio o store di una piattaforma di terzi per la commercializzazione in Paesi esteri di beni o servizi prodotti in Italia o con marchio italiano.

L’intervento può avere una durata massimo di 12 dalla stipula del contratto e le spese ammissibili sono: creazione e sviluppo di piattaforma propria o dell’utilizzo di un market place; investimenti per piattaforma propria o per il market place; spese promozionali e formazione relative al progetto

Sempre alle piccole e medie imprese è dedicato anche il terzo bando , se costituite in forma di società di capitali da almeno 12 mesi, che abbiano un fatturato rappresentato per una quota almeno pari, in alternativa, al 50% dalla produzione di beni e servizi in Italia, anche se con marchio di proprietà estera o dalla commercializzazione di prodotti con marchio italiano anche se prodotti all’estero.

Intervento ammissibile sono la partecipazione, anche in Italia, ad un singolo evento, anche virtuale, di carattere internazionale tra fiera, mostra, missione imprenditoriale o missione di sistema, per la promozione di beni e/o servizi prodotti in Italia o a marchio italiano.

Spese ammissibili sono:
- quelle digitali connesse alla partecipazione alla fiera (min 30% del totale)
- altre spese, che non dovranno superare il 70% del totale

Approfondire questi temi con gli esperti e poter esporre loro le vostre domande è stata per molti lettori un’opportunità per scoprire se anche la loro azienda può diventare destinataria di interessanti e consistenti contributi che la possono aiutare in questa fase di ripartenza dell’economia, sia europea che mondiale.

Leggi altri articoli
Filiere industriali, dalla pandemia uno shock che può far bene
Il lockdown ha costretto molte società a diversificare i fornitori. Nel Rapporto sui distretti di Intesa Sanpaolo l’analisi di come si stanno ridisegnando le …

Finanziamenti in arrivo, una grande occasione per far crescere le startup
Sarà dedicato agli interessanti finanziamenti in arrivo per le startup il nuovo webinar di Skille in programma giovedì 20 maggio alle 11,45. La partecipazione …

Fondi in arrivo per la nostra agricoltura: guarda il nostro webinar e scarica le slide
Occorre continuare a innovare per restare competitivi sui mercati. La regola vale anche per le aziende agricole e per il settore dell’agroindustria. Sono necessari …

Vendere all’estero diventa digitale. Le strategie per le imprese
Le nuove dinamiche commerciali emerse come conseguenza del virus imporranno sempre più strumenti digitali per creare e gestire strategie commerciali interne e globali. Occorre …