< Home

Apre il bando per i tetti solari in agricoltura : sei pronto per i contributi ? Guarda il tutorial

Articolo. Si è aperto il bando attraverso il quale gli agricoltori, oltre che gli operatori del settore zootecnico e agroindustriale, potranno ottenere contributi a fondo perduto per trasformare i tetti di stalle, cascine e capannoni in “centrali” per la produzione di energia elettrica a costo zero. Guarda il nostro tutorial.

Lettura 1 min.

Energia elettrica a costo zero

Si è aperto il bando attraverso il quale gli agricoltori, oltre che gli operatori del settore zootecnico e agroindustriale, potranno ottenere contributi a fondo perduto per trasformare i tetti di stalle, cascine e capannoni in “centrali” per la produzione di energia elettrica a costo zero.

I pannelli fotovoltaici potranno essere affiancati, sempre grazie a un consistente aiuto a fondo perduto, da batterie di accumulo (che permettono di avere corrente gratis anche quando il sole non c’è).

Inoltre attraverso il bando si potrà finanziare a fondo perduto la demolizione dei tetti esistenti (con rimozione e smaltimento dell’amianto), la creazione di sistemi automatizzati di ventilazione e di raffreddamento, oltre che di sistemi di gestione intelligente dei flussi di energia e degli accumulatori.

Una grandissima occasione

Si tratta - dicono anche gli esperti di Europartner Milano che ci hanno affiancati nella realizzazione di questo tutorial - di una grandissima occasione per il settore. Europartner è specializzata nell’affiancare gli imprenditori, alle prese con le domande di contributi pubblici, in tutte la fasi della richiesta, per aiutarli a centrare l’obiettivo finale, cioè il finanziamento. E grazie alla partnership con Skille sarà possibile vere una prevalutazione completamente gratuita dei propri progetti.

Guarda il tutorial con tutti i dettagli

Guarda il tutorial realizzato in collaborazione con gli esperti di Europartner per scoprire tutti i dettagli del bando e come partecipare.

 

Tetti fotovoltaici sulle strutture di un’azienda agricola

Qualche dato per riflettete

In agricoltura i costi energetici totali rappresentano oltre il 20 per cento delle spese variabili e, in alcuni specifici settori produttivi, le percentuali sono anche ben più elevate. L’obiettivo di questi finanziamenti è offrire al settore l’autonomia energetica. È proprio per provare a porre fine a questa dipendenza, soprattutto da forniture con prezzi che sono schizzati alle stelle, che il ministero delle Politiche agricole alimentari e forestali è sceso in campo con una misura studiata proprio per sostenere gli investimenti per la realizzazione di impianti di produzione di energia elettrica solare nel settore agricolo e agroindustriale.

Anche perché l’Italia, anche per la sua millenaria tradizione, è tra i Paesi con il più alto consumo diretto di energia nella produzione alimentare dell’Unione Europea: si piazza al terzo posto dopo Francia e Germania..

Le spese ammissibili

Le spese saranno ammissibili fino ad un massimo di 750 mila euro per progetto e di un milione per soggetto beneficiario. Le domande possono essere presentate dal 27 settembre al 27 ottobre.

La dotazione finanziaria destinata alla concessione di contributi è particolarmente rilevante e ammonta a 1,5 miliardi di euro: 1,2 miliardi sono destinati alle aziende agricole mentre altri 300 milioni sono riservati alle aziende di trasformazione di prodotti agricoli, come caseifici, salumifici, etc.

Contributi fino al 60%

L’agevolazione per il settore della produzione primaria prevede contributi per il 40% delle spese ammissibili (50% per le aziende delle zone svantaggiate), maggiorabile di 20 punti percentuali se il soggetto beneficiario è giovane agricoltore (di età non superiore a 40 anni alla data di presentazione della domanda di aiuto) oppure un agricoltore insediato nei cinque anni precedenti la data della domanda di aiuto.

Leggi altri articoli
Sicurezza europea: riciclo e recupero
delle materie rare sono una scelta strategica
La difficile situazione attuale ci ha fatto capire quanto alcune cose che diamo per scontate, come il gas, possano all’improvviso diventare un problema. L’Ue, …

Manifatturiero alla sfida green , una potenzialità ma con pochi investimenti
L’Italia può giocare un ruolo da protagonista nella transizione energetica: la sua industria e le tecnologie sono all’avanguardia in Europa e nel mondo. E …

La guerra rende ancora più necessaria e urgente la transizione ecologica
La transizione ecologica è l’ultima occasione per mitigare la crisi climatica e ambientale, determinata inequivocabilmente, come gli scienziati dell’Ipcc dimostrano, dalle emissioni di gas …

Energia, le fonti rinnovabili sono sempre più competitive
Le fonti energetiche rinnovabili sono sempre più economiche e competitive. Ora serve un vigoroso programma di sviluppo delle tecnologie di accumulo per superarne i …