< Home

Bandi per artigiani e pmi: segui l’esempio di chi li ha ottenuti

Articolo. Le opportunità date dai fondi che arrivano da bandi e dalla finanza agevolata sono molto utili e fanno decisamente bene anche alle società di servizi. Leggi qui una storia di successo.

Lettura 4 min.

Bandi e finanza agevolata fanno crescere

Le opportunità date dai fondi che arrivano da bandi e dalla finanza agevolata sono molto utili e fanno decisamente bene anche alle società di servizi.

Un virtuoso esempio in tal senso è rappresentato da Teknet Srl (www.teknet.it), una web agency - con sede in terra bergamasca a Telgate - fondata nel 2001 da tre soci: Luca Sfamurri, Leonardo Pini e Michele Poma. Specializzata in siti web, app multimediali, editoria, fotografia e video, la società opera a 360 gradi nel web riuscendo a coniugare creatività con tecnologie all’avanguardia, e conta oggi (tra dipendenti e collaboratoti esterni) un team di 20 persone.

Negli ultimi quattro anni - come raccontiamo qui sotto - ha avuto una crescita poderosa (conquistando clienti anche in Europa e negli Usa), anche grazie ai contributi (quasi sempre a fondo perduto) dei bandi, in particolare quelli firmati da Regione Lombardia.

Si aprono due bandi regionali per l’efficientamento

Un’occasione che in questi giorni si ripresenta grazie a due bandi della Regione e destinati all’efficientamento energetico, declinato in ogni sua possibile forma.

Il primo è destinato, per spese già sostenute o in corso, alle micro e piccole imprese lombarde dei settori commercio, pubblici esercizi e servizi: del bando “Investimenti per la ripresa 2022, linea efficienza energetica” abbiamo parlato in questo articolo.

Del “Bando investimenti per la ripresa 2022: linea efficienza energetica del processo produttivo delle micro e piccole imprese artigiane”, destinato a spese in programma ma non ancora sostenute, abbiamo invece parlato in quest’altro articolo.

Guarda il tutorial

A entrambi i bandi è dedicato un tutorial che abbiamo pubblicato con approfondimenti e spiegazioni dettagliate. Il videotutorial è stato realizzato come di consueto in collaborazione con gli esperti di Europartner Milano, specializzati proprio nell’assistere le aziende alle prese con bandi e finanza agevolata. Potete vederlo qui.

A Teknet quasi 380 mila euro negli ultimi 4 anni

 

Il totale dei fondi raccolti da Teknet

Con un fatturato annuo di circa un milione di euro, i finanziamenti ricevuti complessivamente (circa 380 mila euro) negli ultimi quattro anni d’esercizio (2017-2021) rappresentano sostanzialmente (con poco meno di 100 mila euro/anno) il 10% del volume d’affari di Teknet.

Con i contributi dei bandi, la società ha anche potuto raddoppiare la sede, portandola da una superficie di 250 metri quadrati ad oltre 500 mq. Ne abbiamo parlato con Luca Sfamurri, co-fondatore e team leader di Teknet.

Luca Sfamurri

«Lavoriamo nell’Information technology (It) - spiega Sfamurri -, in particolare occupandoci di sistemi integrati. Realizziamo siti di una certa complessità e nello stesso tempo andiamo a integrare i sistemi (tipo gestionale Erp, Enterprise resource planning) con il sito web.
Poi ci occupiamo della realizzazione di App per iOS Android Mkt 360 gradi e comunicazione in genere. Operiamo in Lombardia ma anche in diversi paesi dell’Ue (in particolare Germania, Francia, Spagna), Inghilterra e Stati Uniti. Tra i nostri clienti abbiamo diverse aziende di Bergamo, cito Brembo e Foppapedretti».

 

I settori in cui Teknet opera

Chiediamo allora a Sfamurri di spiegarci come in Tekent hanno fatto la conoscenza dei bandi e se ci può fare qualche esempio tra quelli a cui hanno partecipato, praticamente sempre con successo.
(guarda qui anche la nostra videointervista)

«Abbiamo conosciuto i bandi nel 2017 tramite Europartner (società con sedi a Milano, Brescia e Genova, specializzata da oltre 25 anni in bandi e finanza agevolata, ndr) - racconta Sfamurri -. Da allora per la nostra società si è aperto un mondo pieno di grandi opportunità e contributi. Negli ultimi quattro esercizi abbiamo raccolto 375mila euro di finanziamenti partecipando con successo a diversi bandi.
Cito il primo a cui abbiamo partecipato, Smart Living (dedicato tra l’altro a promuovere la competitività sui mercati esteri e lo sviluppo tecnologico) e l’ultimo della scorsa estate, Tech Fast (che vuole favorire l’implementazione di meccanismi virtuosi di accelerazione dei processi di innovazione tramite la realizzazione di progetti di sviluppo sperimentale e di innovazione di processo, anche digitale, afferenti alle aree di specializzazione della Strategia di Specializzazione Intelligente regionale ndr), entrambi di Regione Lombardia. Nel mezzo ci sono stati tanti altri bandi, tra cui tutti quelli legati alla ricerca e sviluppo».

«Per il bando Tech Fast abbiamo presentato un totale spesa di circa 180 mila euro e ci hanno concesso un contributo a fondo perduto di 80 mila euro, grazie ai quali stiamo sviluppando una app molto interessante legata alle audio-guide».

«Ora siamo in pista con i bandi dedicati all’efficienza energetica. Europartner, conoscendo le caratteristiche, la vocazione e le esigenze della nostra società, ci sottopone costantemente dei bandi. In base a quello che stiamo sviluppando, alle nostre attitudini, ai clienti che stiamo seguendo, e ad altre iniziative legate alla nostra attività, scegliamo quelli che ci offrono le opportunità migliori e più adeguate».

Finanza agevolata anche per le micro, piccole e medie imprese

In molti, anche tra i giovani imprenditori, pensano che i bandi siano una opportunità che chiama in causa soprattutto le grandi imprese che mettono sul mercato dei prodotti. Invece, e Teknet ne è l’esempio più concreto, la finanza agevolata è dedicata anche alle micro, piccole e medie imprese anche che si occupano di servizi.

Il team leader di Teknet ci racconta l’ultimo impegno della società di servizi sul fronte dei bandi, quelli studiati per l’efficienza energetica. «Si tratta di un’altra opportunità che ci interessa e ci coinvolge parecchio - sottolinea Sfamurri -. In questi ultimi anni stiamo crescendo molto, il che richiede anche un’ampliamento dell’attuale sede. Abbiamo un ufficio di 250 metri che ultimamente ci sta stretto, quindi negli scorsi mesi abbiamo acquisito un altro immobile adiacente che raddoppierà i nostri spazi (oltre 500 mq complessivi).
Anche in questa occasione abbiamo contattato subito i consulenti di Euopartner per capire se vi erano bandi che potevano fare al caso nostro. Abbiamo così utilizzato l’opportunità data dai bandi in tema di efficienza energetica (che riguardano, ad esempio, impianti fotovoltaici per l’autoproduzione di energia con fonti rinnovabili, caldaie ad alta efficienza a condensazione, a biomassa, pompe di calore in sostituzione delle caldaie in uso, apparecchi Led a basso consumo; raffrescatori/raffreddatori evaporativi portatili o fissi che non richiedono l’utilizzo di fluidi refrigeranti ndr): bandi dedicati anche alle società di servizi come la nostra. Davanti a un costo pari a 60 mila euro, abbiamo potuto usufruire di un contributo a fondo perduto di 30 mila euro».

 

L’app per la realtà virtuale di Teknet

Una risorsa strutturale e virtuosa

I bandi sono diventati per Teknet un ricorso ‘strutturale e virtuoso’ per lo sviluppo della società. «Avere dei conti economici così in salute dipende indubbiamente anche dai contributi a fondo perduto dei bandi - osserva Luca Sfamurri -. Mediamente il nostro fatturato è pari ad un milione di euro/anno. Negli ultimi quattro anni abbiamo ottenuto, grazie ai tanti bandi a cui abbiamo partecipato, circa 380 mila euro, ovvero circa 100 mila euro/anno, quasi il 10% del nostro fatturato. Abbiamo stipulato con Europartner una sorta di convenzione, perché come società di servizi proponiamo ai nostri clienti anche una serie di bandi ( perché ci sono bandi che funzionano soprattutto per l’attività che noi forniamo ai clienti (es. E-commerce, riciclo)».

«Spesso siamo quindi noi i primi a fornire informazioni e veicolare le opportunità date dai bandi ai nostri clienti; sta poi a loro rivolgersi ai professionisti del settore, per ottenere i contributi (spesso a fondo perduto) messi a disposizione dai veri enti quali in primis la Regione e le Camere di Commercio. Siamo felici di averlo fatto, per noi e per i nostri clienti, perché tali contributi ci hanno consentito di dare una grande accelerata alla crescita e allo sviluppo della nostra impresa e di dare impulso a diverse iniziative dei nostri clienti (es. e-commerce, sistemi di riciclo, innovazioni)».

Teknet è insomma la dimostrazione che anche le imprese di servizi sono protagoniste nel reperire con i bandi contributi fondamentali per far decollare le aziende.

Leggi altri articoli
Aiuti ad artigiani, micro e piccole imprese: la storie di successo di un decano dei bandi
Investire e credere nei bandi per continuare a innovare, essere all’avanguardia e conquistare, anche con il digitale, importanti quote di mercato. Il tutto grazie …

Manifatturiero alla sfida green , una potenzialità ma con pochi investimenti
L’Italia può giocare un ruolo da protagonista nella transizione energetica: la sua industria e le tecnologie sono all’avanguardia in Europa e nel mondo. E …

Energia, le fonti rinnovabili sono sempre più competitive
Le fonti energetiche rinnovabili sono sempre più economiche e competitive. Ora serve un vigoroso programma di sviluppo delle tecnologie di accumulo per superarne i …

«Fit for 55», conto alla rovescia per la rivoluzione dell’economia europea
Spieghiamo un po’ alla volta che cosa dicono le 12.000 pagine delle 13 proposte di legge presentate dalla Commissione Ue nel luglio 2021.