93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Letteratura e jazz per il reading-concerto “Cara Santa Lucia…” su Bergamo TV

Articolo. Domenica 12 dicembre alle 21 lo spettacolo con l’attore Enrico Ianniello, i jazzisti Nadio Marenco, Massimiliano Milesi ed Elena Biagioni e le parole di Sandro Veronesi, Elisabetta Rasy, Lidia Ravera e molti altri. Per raccogliere fondi che verranno devoluti a Casa Amoris Laetitia

Lettura 5 min.

Esistono tante pagine di letteratura su Babbo Natale, decisamente di meno su Santa Lucia. Sarà per una questione geografica – Babbo Natale è una tradizione che si festeggia in gran parte del mondo, Santa Lucia no – sarà che la storia della Santa è una vicenda altamente spirituale da affrontare con il giusto tatto, che solo un buono scrittore può avere (non rinunciò alla sua fede cristiana neanche dinanzi alle persecuzioni di Diocleziano e morì martire nel 304 d. C.). Dante nella Divina Commedia la definisce “nimica di ciascun crudele”: Santa Lucia è la santa della bontà, della gioia del ricevere ma anche del dare. Un sentimento che va oltre il 13 dicembre, che non riguarda solo i doni ricevuti dai bambini, ma la capacità di tutti di offrire, anzi offrirsi, accogliere, comprendere.

Sandro Veronesi

C’è poca letteratura su Santa Lucia, dicevamo, ma ce n’è un po’ di più da quando Alessandro Bottelli organizza “Cara Santa Lucia… Serata di luce e di doni tra musica e poesia”, un reading-concerto che quest’anno andrà in onda domenica 12 dicembre alle 21 su Bergamo TV e ad ogni edizione – siamo ormai alla decima consecutiva – coinvolge grandi scrittori che regalano dei testi inediti su Santa Lucia, a cui un attore famoso presta la voce; importanti musicisti jazz curano la parte sonora e per la prima volta quest’anno disegnatori e vignettisti di chiara fama mettono all’asta le loro opere.

10 anni di parole e musica

Scrittore, poeta, collaboratore di varie testate giornalistiche e ideatore di numerosi eventi artistico-culturali, da otto anni è anche direttore artistico della rassegna concertistica “Box Organi. Suoni e parole d’autore” di Lallio, oltre ovviamente di questo evento: Alessandro Bottelli è l’anima che da dieci anni sta dietro a “Cara Santa Lucia…”. “Ormai quest’anno, dopo i 140 delle scorse edizioni, sono 150 gli scrittori coinvolti in ‘Cara S. Lucia’. Un numero importante per una manifestazione che è nata dal desiderio di dare delle prospettive inedite su questa figura straordinaria, da parte di chi ha vissuto da bambino questa tradizione ma anche da chi non l’aveva mai vissuta. Essendo intellettuali e lettori accaniti, spesso molti scrittori che ci hanno donato le loro parole avevano problemi di vista – faccio un esempio su tutti: Andrea Camilleri, che fin da bambino ha avuto problemi agli occhi e invece di parlare di Santa Lucia ci ha mandato un testo personale, in cui racconta questa sua esperienza che lo ha portato a sviluppare di più gli altri sensi. Questo tema della vista è stato uno stimolo, un modo per arrivare alla figura della Santa”.

Viene quasi spontaneo chiedere come mai fino ad oggi questi testi di scrittori riconosciuti dal grande pubblico non siano stati radunati in un libro: “È un’idea che abbiamo da tempo e un progetto che non siamo ancora riusciti a realizzare ma che prima o poi faremo. Se in un eventuale libro li mettessimo tutti faremmo un volumone, quindi dovremmo fare una selezione. Sarebbe un ulteriore passo di quello intento iniziale che ha portato a ‘Cara Santa Lucia…’, cioè creare un nuovo repertorio che si aggiungesse alle filastrocche e alle cantilene che ci sono da noi”.

Gli scrittori, i musicisti (e l’attore) di questa edizione

A “Cara Santa Lucia…” hanno partecipato scrittori come Andrea Camilleri, Dacia Maraini, Carlo Lucarelli, Tiziano Scarpa, Erri De Luca e tanti altri, per un totale di 140 autori, fra cui anche il regista Ermanno Olmi, hanno donato le loro parole a “Cara Santa Lucia…”. Ma pure un grande musicista come Ennio Morricone, che ha composto un brano musicale per l’occasione. Tra i nomi chiamati quest’anno a scrivere sulla Santa e il 13 dicembre ci sono Sandro Veronesi (due volte Premio Strega), Elisabetta Rasy, Lidia Ravera, Sandra Petrignani (Premio Dessì nel 2018), Cristiano Cavina, Paola Capriolo e Andrea Tarabbia (vincitore del Premio Campiello 2019), mentre la tradizionale “letterina” che chiuderà la serata verrà firmata da Mariapia Veladiano (recente vincitrice del Premio Flaiano). “La novità di quest’anno è che quattro degli scrittori coinvolti hanno trattato il tema di Santa Lucia nell’arte. Tre con quadri di Caravaggio e due in particolare con un quadro di Caravaggio su Santa Lucia che si trova a Siracusa

A interpretare le parole di questi scrittori sarà Enrico Ianniello, attore conosciuto dal grande pubblico grazie alla sua interpretazione del commissario Vincenzo Nappi, uno dei ruoli principali della serie Tv di Raiuno “Un passo dal cielo”, a fianco di Terence Hill. Come scrittore ha inoltre vinto con il suo primo romanzo nel 2015 il Premio Campiello Opera Prima e il Premio Selezione Bancarella. Nel 2021 ha pubblicato “Alfredino, laggiù”, edito da Feltrinelli. Ianniello arriva a “Cara Santa Lucia…” dopo attori quali Alessio Boni, Laura Curino, Maurizio Donadoni, Maddalena Crippa e Pietro Sarubbi.

Tre giovani jazzisti di talento commenteranno musicalmente le letture: si tratta del fisarmonicista Nadio Marenco, del saxofonista Massimiliano Milesi e della vocalist Elena Biagioni, che alterneranno loro composizioni originali a rielaborazioni in chiave jazz di note melodie della tradizione natalizia. “La registrazione della parte musicale che trasmetteremo domenica sera è avvenuta nella Chiesa di Santa Lucia di Bergamo, dove i bambini portano le letterine. Si tratta di tre musicisti con cui ho già lavorato, ma che per la prima volta si trovano a suonare insieme”.

Massimiliano Milesi, Elena Biagioni e Nadio Marenco

La serata su Bergamo TV sarà condotta da Max Pavan, ma vedrà la partecipazione anche di Alessandro Bottelli: “è il secondo anno che andiamo in tv, in modo da raggiungere più pubblico. L’anno scorso siamo stati obbligati dalla seconda ondata di restrizioni della pandemia; quest’anno ripetiamo l’esperienza perché abbiamo ancora qualche timore di farla dal vivo e comunque l’anno scorso l’esito è stato positivo. In questo modo possiamo fare la decima edizione di ‘Cara Santa Lucia…’ proprio nel decimo anno, senza spostamenti”.

Casa Amoris Laetitia

“Cara Santa Lucia…” ha anche una finalità benefica: sarà possibile infatti fare una donazione alla Residenza Sanitaria Disabili Casa Amoris Laetitia di Bergamo. Casa Amoris Laetitia fa parte della Fondazione Angelo Custode della Diocesi di Bergamo e rappresenta un servizio extra-ospedaliero in risposta ai bisogni di minori (0-18 anni) non assistibili al domicilio, con disabilità complesse e croniche, anche in prognosi infausta, organizzato secondo il modello integrato medico-clinico–riabilitativo–sociale e che comprende più tipologie di interventi. La struttura accoglie nei percorsi di cura il minore e la sua famiglia. La proposta di intervento per i minori può essere in forma di residenzialità, sollievo, diurnato, domiciliare e ambulatoriale; per le famiglie sono previste attività di ascolto/accoglienza e formazione/addestramento.

Le offerte si possono fare dal portale di crowdfunding Kendoo.it e vanno indirizzate attraverso un bonifico bancario a:

Fondazione Angelo Custode
IT 65 H 05034 11121 000000043260
BPM - Sede Bergamo
Causale: Progetto “Cara Santa Lucia… 2021” - CASA AMORIS LAETITIA

Realizzare una Stanza Snoezelen per minori con disabilità

Nello specifico le offerte alla Fondazione Angelo Custode per “Cara Santa Lucia…” saranno interamente devolute per la realizzazione di una Stanza Snoezelen all’interno di Casa Amoris Laetitia. Lo “Snoezelen” è un approccio mirato alla ricerca di un contatto con il mondo interno della persona attraverso la stimolazione dei sensi, atto a migliorare e promuovere il suo benessere. Il nome “snoezelen” deriva dalla contrazione di due parole olandesi: “snuffelen” che vuol dire “annusare” o “esplorare” e “doezelen” che significa “dondolarsi”, “lasciarsi andare”. Da queste due azioni alcuni terapisti olandesi sono partiti per intraprendere delle ricerche sulla stimolazione sensoriale e sempre da qui deriva la nascita della Stanza Snoezelen, Snoezelen room, pensata per aiutare i bambini con disabilità.

Si tratta di uno spazio protetto dedicato al minore dove è possibile intervenire facilitando in lui l’orientamento spaziale e temporale, l’interazione con l’ambiente, la comunicazione, promuovere la relazione con il caregiver e momenti di rilassamento, ridurre i comportamenti problematici e aumentare quelli positivi, migliorando il tono dell’umore.

Disegnatori e vignettisti

Bruno Bozzetto, Emilio Giannelli, Stefano Disegni, Silver, Leo Ortolani, Staino: sono i nomi dei disegnatori e vignettisti che doneranno ognuno un’opera originale da mettere poi all’asta al miglior offerente. È un modo per rendere ancora più efficace la raccolta fondi. “Il coinvolgimento di questi grandi nomi è pensato in modo che ognuno di essi ci regali un’opera inedita con i propri personaggi più famosi: il sig. Rossi, Lupo Alberto, Ratman, Bobo. Le opere verranno mostrate durante la trasmissione, e con una sorta di asta benefica – che non avverrà in tv ma chiamando un numero di telefono che apparirà in sovraimpressione – saranno vendute al miglior offerente. Anche queste risorse verranno date a Casa Amoris Laetitia, come quelle della sottoscrizione di Kendoo”.

Bruno Bozzetto

Per informazioni e per partecipare all’asta dei disegni originali, è disponibile il numero 388 58 63 106.

Sostenitori

“Cara Santa Lucia…” si avvale del sostegno delle ditte Montello S.p.A., Agnelli Metalli, Pinvest Srl, Co.me.c., Fra.mar., e della Fondazione Credito Bergamasco, con la media partner di Famiglia Cristiana, Credere, Avvenire, del sito diocesano santalessandro.org. e il supporto del quotidiano l’Eco di Bergamo.

Approfondimenti