93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Giovedì
12
Agosto

Fame

Prosegue la rassegna "A levar l’ombra da terra" con una reading di Fame. La versione moderna e tragica dell’idillio anarchico-romantico del perdigiorno.

EVENTO CONCLUSO

di Knut Hamsun | con Alice Redini | musica dal vivo Flavio Pirini.

Resistere e guardare l’artista che resiste - in un tempo come questo - mi commuove e dispera allo stesso tempo. Qualcuno la chiama resilienza, io la chiamo fame.  Nel 1890 il Premio Nobel Knut Hamsun decide di intitolare “Fame – Slut” un capolavoro di naturalismo visionario. La versione moderna e tragica dell’idillio anarchico-romantico del perdigiorno. Il protagonista, giornalista scrittore perdigiorno romantico, senza nessuna patina maudit e bohemien vive gli orrori di una quotidianità vissuta all’insegna della miseria. La sua fame è il desiderio di arrivare a concludere qualcosa in questa sua vita disordinata, ma anche la fame intesa come bisogno di nutrimento per un corpo che inizia a dare segni di cedimento psico-fisico.
Ossessionato dall’idea di “riuscire” e di non finire dimenticato e morente nei vicoli di Christiania come un qualsiasi accattone, vaga prima tra una pensione e l’altra e poi tra una panchina e l’altra, millantando un credito inesistente, arrendendosi pezzo a pezzo al disfacimento dei propri pensieri e delle proprie aspirazioni, con i pochi oggetti rimasti in suo possesso: un paio occhiali con montatura di ferro, una logora coperta e un mozzicone di matita.
Vorrei usare la storia di un altro per chiederci di noi, per indagare il nostro tempo che tutto brucia ma non scalda niente. Usare le parole della sua fame come filtro attraverso cui raccontare la nostra, e  chiederci realmente di cosa siamo affamati in un tempo che ha perso la sua linearità facendoci perdere il senso. In un tempo che non riusciamo neanche a perdere, avendo perso pure lo spazio.

In caso di pioggia chiesa di San Rocco, piazza San Rocco.

Rassegna "A levar l’ombra da terra"
Il Festival rimane ad ingresso gratuito, come da tradizione, ma anche quest’anno le modalità di accesso alle serate di spettacolo saranno in linea con le normative vigenti in materia di sicurezza sanitaria.

Prenotazione:
In questa edizione si può prenotare per ogni serata di spettacolo attraverso il sito www.alevarlombradaterra.it (clicca qui); nella pagina di ciascuna serata ci sarà il form per la prenotazione gratuita, bastano nome, cognome e mail. La conferma della prenotazione arriverà via mail e garantirà l’accesso allo spettacolo o al film. Bisognerà presentarti almeno 30 minuti prima dell’inizio dello spettacolo presso l’accoglienza, altrimenti si perderà il diritto acquisito. Se non si prenota si potrà comunque  presentarti all’ingresso per verificare la disponibilità di posti liberi o per iscriversi ad una lista d’attesa che subentrerà ad eventuali assenze tra i prenotati. La lista d’attesa viene aperta un’ora prima dell’inizio dello spettacolo esclusivamente in loco, non si accettano mail o telefonate. A coloro che non hanno prenotato verrà chiesto il nominativo e il contatto telefonico o mail che Associazione A levar l’ombra da terra conserverà per 14 giorni.

Ingresso:
Al momento dell’ingresso lo staff di A levar l’ombra da terra misurerà la temperatura corporea a ciascuno spettatore. Durante l’ingresso, l’uscita e qualsiasi altro spostamento è obbligatorio mantenere la distanza di sicurezza di 1 metro e indossare la mascherina. 

In caso di pioggia:
Diversi luoghi al coperto che verranno utilizzati in caso di pioggia hanno capienze ridotte rispetto ai luoghi all’aperto. In questi casi accederanno al luogo al coperto i primi prenotati in ordine cronologico. Nei casi di spostamento location causa maltempo lo staff del Festival provvederà ad informare tutto il pubblico prenotato via mail segnalando chi ha diritto all’accesso.

Informazioni

prezzo Ingresso gratuito su prenotazione obbligatoria.
Visita il sito

Data e Ora

Inizio: giovedì 12 agosto 2021 21:00

Fine: giovedì 12 agosto 2021 22:30

Luogo e località
Piazza San Rocco

Parre, Piazza San Rocco