93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Mercoledì
14
Ottobre

Costanza Principe: concerto pianistico

Per la Stagione Concertistica della Società del Quartetto, ospite una pianista nata nella musica.

EVENTO CONCLUSO

La pianista Costanza Principe si esibirà in concerto con musiche di musiche di: Bach; Bach Busoni; Schumann.

Contrariamente alla prima pianista di questa Stagione (Daniela Giordano, ascoltata il 10 febbraio) Costanza Principe è figlia d’arte (entrambi  i genitori sono pianisti e il nonno è Quirino Principe, il famoso musicologo). Per lei, quindi, un cognome “pesante” ma portato con grandissima consapevolezza e altrettanta “leggerezza”.
È giovanissima (classe 1993) e per 7 anni (dai 18 ai 24 anni) ha vissuto e studiato a Londra: alla Royal Academy of Music, Christopher Elton (pianista e didatta) l’ha sgrezzata ed ha agito da catalizzatore per conoscere e… conoscersi; e poi è tornata “perché in Italia c’è ancora tantissimo da scoprire e riscoprire”. Costanza si considera… “resiliente” (capace di affrontare e superare eventi anche traumatici o periodi di difficoltà) tenace e disponibile ad ascoltare gli altri e se stessa; ed è per questo che le è piaciuto accostare alla Musica (“linguaggio e messaggio universale che ci mette in contatto con la parte più profonda di noi”) un corso universitario attinente alla psicanalisi. 
Si riconosce anche impulsiva perché – pur desiderando come tutte le ragazze della sua giovane età di cambiare qualcosa dello status del suo essere – si reputa fortunata di saper apprezzare anche i propri difetti; in verità assai… pochi (ndr).
Ama, dopo il pianoforte, il suono del violoncello; considera Robert Schumann il più grande compositore di tutti i tempi (a cui dedica, questa sera, l’intera seconda parte del proprio programma) e Martha Argerich la più grande esecutrice.
Per definire la “Musica Classica” Costanza usa l’aggettivo “forte” ben sapendo di riferirsi alla indicazione dell’autorevole nonno Quirino; e non poteva essere diversamente!
Conosceremo, così, “sul campo” e meglio questa pianista, baciata dal “fato” per le tante qualità (orecchio assoluto; sincerità; la Musica come “servizio”) che si ripromette un concerto che coinvolga e sorprenda il pubblico della SdQ anche per un repertorio “meno battuto” e che, comunque, rispetti “una dimensione di viaggio che porti gli ascoltatori per mano dall’inizio alla fine”

 

Informazioni

prezzo intero 20,00 - ridotto 10,00 - gratis fino a 21 anni
email: rosa.avvocato@virgilio.it
Visita il sito
Telefono : 035.243311

Organizzatore

Società del Quartetto

Bergamo

Tel: 035.243311

Data e Ora

Inizio: mercoledì 14 ottobre 2020 20:30

Fine: mercoledì 14 ottobre 2020 22:30

Documenti

Locandina

Luogo e località
Sala Alfredo Piatti

Bergamo, Via S. Salvatore, 11