93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Venerdì
16
Ottobre

Festival Organistico: Winfried Bönig

Ultimo appuntamento per il Festival Organistico Internazionale "Città di Bergamo".

EVENTO CONCLUSO

Il Festival Organistico Internazionale “Città di Bergamo” non si ferma davanti al Covid-19: confidando che in autunno possano sussistere le attuali condizioni di mobilità in Europa, e forte del supporto di molte Istituzioni cittadine nonostante la difficile situazione economica, si presenta con un’edizione, la ventottesima consecutiva, leggermente ridotta negli appuntamenti ma non certo nella sua proverbiale qualità. 

Dovendo fare i conti con le necessarie limitazioni per contrastare il nuovo Coronavirus, che prevedono ‘in primis’ ingressi nelle chiese in numero contingentato, gli organizzatori, per la prima volta, hanno previsto di diffondere i concerti in diretta sui canali Facebook e YouTube, creando così un’occasione inedita di diffusione anche al di fuori dei confini nazionali, giusto per ricordare che la nostra meravigliosa Bergamo, sfortunato epicentro della crisi, non vada ricordata nel mondo per le recenti infauste vicissitudini ma per il suo storico fascino e le sue rinomate attività culturali.

L’edizione è idealmente dedicata a tutte le vittime di Covid-19 e ai loro cari. A questi s’aggiunge il ricordo particolare per Pierangelo Serra, segretario generale del Festival fin dalla sua costituzione, scomparso repentinamente l’ottobre scorso, e per Roberto Zanoni, altro collaboratore di lunga data della manifestazione. Del resto la Musica ha un forte potere taumaturgico; la musica d’organo, vuoi per la sua intrinseca ispirazione, vuoi per il luogo d’elezione in cui si ascolta, può davvero avvicinare gli animi al Cielo, fino a sfiorarne il Mistero e la Grandezza.

L’ingresso ai concerti è libero, come sempre, ma i posti disponibili saranno limitati. Ogni chiesa ha infatti adottato un diverso numero massimo d’ingressi, segnalati nella pagina di ogni concerto della brochure ufficiale. L’invito è di presentarsi dotati di mascherina e con un certo anticipo (e in fila ordinata) per sottostare ai controlli di legge. 

Il concerto di chiusura in Basilica di Santa Maria Maggiore (120 posti), venerdì 16 ottobre, avrebbe dovuto avere come protagonista l’inglese Jonathan Scott, fermato però dal recente peggioramento delle condizioni epidemiologiche nel suo paese. A sostituirlo sarà Winfried Bönig, organista titolare della Cattedrale di Colonia (Germania).
Concertista internazionale di chiarissima fama, Bönig, nonostante il poco tempo a disposizione, non solo ha raccolto prontamente il nostro invito, ma ha stilato un programma di grande impegno esecutivo, con affettuosi segni di vicinanza alla nostra città. Tra colte citazioni dei noti anniversari di Beethoven (250° della nascita) e Vierne (150°), ma pure quelli di Tournemire (150°) e Faurè (175°), emerge infatti un’originale omaggio a Bergamo ed al suo simbolo notturno per eccellenza, il Campanone, attraverso due composizioni - eseguite a cavallo dei suoi rintocchi - che gli faranno il verso.
Brani di Mozart e Barber (una trascrizione del commovente adagio per archi espressamente dedicato alle vittime di Covid-19) - oltre alle monumentali ‘Variazioni su un tema di Haendel’ di Arno Landmann  e un’improvvisazione finale su temi dati dal pubblico - completano la ricca serata.

Informazioni

prezzo Ingresso gratuito
Visita il sito

Data e Ora

Inizio: venerdì 16 ottobre 2020 21:00

Fine: venerdì 16 ottobre 2020 22:30

Luogo e località
Basilica di Santa Maria Maggiore di Bergamo

Bergamo, Piazza Duomo