93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Venerdì
25
Settembre

Festival Organistico: Thierry Escaich

Concerto di inaugurazione del Festival Organistico Internazionale "Città di Bergamo".

EVENTO CONCLUSO

Il Festival Organistico Internazionale “Città di Bergamo” non si ferma davanti al Covid-19: confidando che in autunno possano sussistere le attuali condizioni di mobilità in Europa, e forte del supporto di molte Istituzioni cittadine nonostante la difficile situazione economica, si presenta con un’edizione, la ventottesima consecutiva, leggermente ridotta negli appuntamenti ma non certo nella sua proverbiale qualità. 

Dovendo fare i conti con le necessarie limitazioni per contrastare il nuovo Coronavirus, che prevedono ‘in primis’ ingressi nelle chiese in numero contingentato, gli organizzatori, per la prima volta, hanno previsto di diffondere i concerti in diretta sui canali Facebook e YouTube, creando così un’occasione inedita di diffusione anche al di fuori dei confini nazionali, giusto per ricordare che la nostra meravigliosa Bergamo, sfortunato epicentro della crisi, non vada ricordata nel mondo per le recenti infauste vicissitudini ma per il suo storico fascino e le sue rinomate attività culturali.

L’edizione è idealmente dedicata a tutte le vittime di Covid-19 e ai loro cari. A questi s’aggiunge il ricordo particolare per Pierangelo Serra, segretario generale del Festival fin dalla sua costituzione, scomparso repentinamente l’ottobre scorso, e per Roberto Zanoni, altro collaboratore di lunga data della manifestazione. Del resto la Musica ha un forte potere taumaturgico; la musica d’organo, vuoi per la sua intrinseca ispirazione, vuoi per il luogo d’elezione in cui si ascolta, può davvero avvicinare gli animi al Cielo, fino a sfiorarne il Mistero e la Grandezza.

L’ingresso ai concerti è libero, come sempre, ma i posti disponibili saranno limitati. Ogni chiesa ha infatti adottato un diverso numero massimo d’ingressi, segnalati nella pagina di ogni concerto della brochure ufficiale. L’invito è di presentarsi dotati di mascherina e con un certo anticipo (e in fila ordinata) per sottostare ai controlli di legge. 

L’onore, e l’onere, d’inaugurare questa stagione di rinascita è affidato, venerdì 25 settembre in Cattedrale (150 posti) sul grande organo sinfonico Corna, a un artista di primissima grandezza, Thierry Escaich, riconosciuto come uno fra i più importanti compositori contemporanei, nonché leggendario improvvisatore e docente del Conservatorio di Parigi. Già ospite nel 2004, Escaich torna a Bergamo forte di una carriera e di una fama che hanno nettamente travalicato i confini della musica organistica. Il suo recital è un folgorante bagliore di vivida speranza ispirato alla danza, edificato sui tre cardini inseparabili della sua arte: interpretazione, composizione, improvvisazione. 

Informazioni

prezzo Ingresso gratuito
Visita il sito

Data e Ora

Inizio: venerdì 25 settembre 2020 21:00

Fine: venerdì 25 settembre 2020 22:30

Luogo e località
Cattedrale Città Alta

Bergamo, Piazza Duomo