93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Domenica
2
Ottobre

La distanza della luna

La prima cosmica di Calvino, la distanza dalla luna, in scena con la produzione Luna e GNAC con Michele Eynard e la regia di Carmen Pellegrinelli

EVENTO CONCLUSO

C’è una parola finlandese che definisce il clima di questo spettacolo: “Kaukokaipuu”, cioè la nostalgia di un posto dove non siamo mai stati.

Una volta, più di 4 miliardi di anni fa, la luna era vicinissima alla terra. Così vicina che i terrestri dell’epoca avrebbero potuto salirci con una scala a pioli.
Quel genio di Italo Calvino provò davvero a immaginare come sarebbe stato vivere a quel tempo, e ne nacquero Le Cosmicomiche, una raccolta di storie fantastiche, ambientate in tempi lontanissimi, raccontate da un testimone oculare, cioè da uno che si trovava proprio lì in quel momento. Lui c’era quando i pesci uscirono dall’acqua per diventare anfibi; c’era quando si formò l’atmosfera e nacquero i suoni e i colori; c’era perfino quando tutta la materia era concentrata in un punto, prima del Big Bang. E naturalmente c’era anche quando sulla luna ci si poteva andare con una scala. Tutta la storia si svolge tra mare e luna. Ed è lì che troviamo il nostro narratore, coadiuvato da un musicista dal vivo, per rievocare le atmosfere di quelle notti di luna piena, chiare come di giorno, sovrastati dallo sterminato soffitto scaglioso del nostro satellite. La luna così vicina genera un’attrazione gravitazionale - quasi magnetica- al punto di provocare un volo di pesciolini e plancton ogni volta che sorvola la superficie marina. Ma per sua natura genera anche un’attrazione sentimentale, accendendo desideri e passioni tra quei terrestri che si spingono a remi sotto di lei per montar su. Ricordi di un’altra luna si arricchisce così di una grande storia d’amore, totale e asimmetrica, secondo il gusto di Calvino.
Un amore appassionato, irraggiungibile ed eterno.

Lo spettacolo è in programma domenica 2 ottobre, alle ore 11 presso il Parco Sant'Antonio di Onore.

Una produzione Luna e GNAC con Michele Eynard regia di Carmen Pellegrinelli Pierangelo Frugnoli - musica dal vivo Simone Moretti - disegno luci in collaborazione con Teatro Minimo  
Partendo dalla località Rovena e percorrendo il percorso ciclopedonale che conduce fino al Parco Sant'Antonio sarà possibile fruire del nuovo percorso letterario dedicato a Italo Calvino, con testi selezionati da Ettore Schiavi incisi su Segnali di Cultura ideati da Iriam Bettera Design in collaborazione con Abitare Baleri.

Informazioni

prezzo: Partecipazione gratuita senza necessità di iscrizione
telefono: 035.704063
email: infopoint@valseriana.eu
visita il sito

Organizzatore
Data e Ora

inizio: domenica 2 ottobre 2022 11:00

fine: domenica 2 ottobre 2022 12:00

Luogo
Parco S. Antonio

Onore