93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Tre facili ricette “cinematografiche” per festeggiare San Valentino

Guida. Una romantica colonna sonora e la miglior bottiglia recuperata in cantina. Due cuori, due piatti e due calici: ecco come ci si immagina la cena del 14 febbraio. E il menù? Semplice da preparare, sfizioso, rigorosamente homemade e ispirato al cinema

Lettura 3 min.
(Melnikov Sergey)

C’è una frase che cito spesso perché – in pochissime parole – esprime un concetto che sento mio. Se avete letto qualche articolo (e la mia bio) sapete di cosa sto parlando (Hey, guarda che ti vedo… so che stai sbirciando!). Si tratta di una frase di George Bernard Shaw – scrittore, drammaturgo e linguista irlandese di inizio Novecento – che recita “non c’è amore più sincero di quello per il cibo”. Shaw era un personaggio mica da ridere: ha ricevuto un premio Nobel per la letteratura e un premio Oscar per la sceneggiatura di “Pigmalione”, primo nella storia del mondo (e unico, almeno finché Bob Dylan non ha ricevuto il Nobel per la Letteratura nel 2016 dopo l’Oscar per la miglior canzone nel 2001 con “Things Have Changed”). Quindi se lo dice lui – non Bob, ma Bernard – che l’amore più autentico è quello per la tavola, chi può contraddirlo?!

Ma tranquilli, oggi non sono qui per decantare la mia passione per tutto ciò che ruota attorno al pianeta enogastronomico – satelliti compresi. Il San Valentino – aka la festa degli innamorati – è alle porte. E se ancora non sapete come stupire la vostra dolce metà, perché non preparate una cena coi fiocchi? Ecco tre ricette semplicissime (anche per chi è alle prime armi) dedicate ad alcune delle coppie più celebri del cinema.

Aperitivo alla “Pretty Woman” con fragole e Champagne

Diciamocelo: abbiamo tutti scoperto il perfetto abbinamento “fragole e Champagne” dal film “Pretty Woman”, durante la famosa scena in cui Julia Roberts le assaggia su consiglio di Richard Gere, perché, a suo dire, “esaltano il gusto dello Champagne”. E come dargli torto…

(Foto 5PH)

L’abbinamento di questi due ingredienti è stato interpretato in diversi modi da cuochi e barman di tutto il mondo, ma il più celebre rimane senza alcun dubbio il cocktail Rossini.

Ingredienti

  • 10 cl di Champagne (o vino spumante di buona qualità)
  • 5 cl di purea di fragole

Procedimento

Prendete 4 o 5 fragole fresche, mature, le più dolci che trovate. Spremete a mano, senza utilizzare un frullatore, per non alterare il sapore della frutta e mettete la purea ottenuta a riposare in frigorifero. Raffreddate due flûte con del ghiaccio per qualche secondo, poi svuotate. Versate all’interno la purea di fragole filtrata e a seguire lo Champagne. Mescolate per qualche secondo e servite con un garnish di frutta fresca.

Gli spaghetti al bacio di “Lilli e il Vagabondo”

Senza dubbio una tra le scene più romantiche che hanno segnato la mia infanzia. Non si tratta solamente del momento “bacio rubato” sulle splendide note di “Dolce Sognar” suonata con fisarmonica e mandolino, ma anche del gioco di complicità che si crea tra i due cuccioli, degli sguardi d’intesa e – ok, la smetto di girarci attorno – dei “migliori spaghetti della città”.

(Foto Olga Miltsova)

Quel vassoio colmo di spaghetti in salsa di polpette mi ha sempre fatto illuminare gli occhi. Una prelibatezza davvero semplice da realizzare: ecco la ricetta anche per chi non ha grande dimestichezza con i fornelli.

Ingredienti

  • 250 gr di spaghetti
  • 250 gr di carne macinata di bovino
  • 1 uovo
  • 2 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 50 gr di pane raffermo
  • ½ cipolla
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • olio EVO, sale, pepe, prezzemolo, basilico

Procedimento

Ammorbidite il pane raffermo con dell’acqua a temperatura ambiente, strizzate e unite in una ciotola con il macinato di carne, l’uovo intero, il formaggio grattugiato. Insaporite con sale, pepe e prezzemolo tritato finemente e lavorate fino ad ottenere un impasto compatto.

Con le mani umide, prelevate piccole porzioni di impasto e formate delle polpettine tonde, da far riposare ben separate su una teglia foderata. In una padella, preparate un soffritto con un generoso filo d’olio e la cipolla, poi aggiungete la salsa di pomodoro e un bicchiere d’acqua. Lasciate prendere bollore e poi adagiate le polpette con delicatezza. Mantenete la fiamma vivace per 5 minuti e poi abbassate il fuoco. Mettete un coperchio e lasciate cuocere per almeno 30 minuti, mescolando di tanto in tanto. A parte, cuocete gli spaghetti in abbondante acqua salata e, una volta pronti, scolate ed unite al sugo di polpette. Servite rigorosamente in un piatto ampio, da condividere!

“Chocolat” e la mousse al peperoncino

Dulcis in fundo, andiamo sul sicuro con la ricetta che ha fatto innamorare persino Johnny Depp. È la storia del film “Chocolat”: in un piccolo villaggio francese, la cioccolatiera Juliette Binoche prepara golose (e afrodisiache) prelibatezze per fare colpo sul suo amato, con il profumo intenso e il sapore inconfondibile di un abbinamento… piccante!

(Foto Katarzyna Hurova)

Ingredienti

  • 200 gr di cioccolato fondente
  • 300 ml di panna da montare
  • peperoncino in polvere
  • 40 gr di burro

Procedimento

Fondete il cioccolato a bagnomaria, mantenendo la fiamma moderata e mescolando con una spatola per evitare la formazione di grumi. Aggiungete il burro e amalgamate, poi lasciate riposare per alcuni minuti. A parte, montate la panna con uno sbattitore elettrico. Aggiungete la polvere di peperoncino, a vostro piacere, ed unite il cioccolato poco per volta, mescolando sempre dal basso verso l’alto e delicatamente, così da evitare che il composto si smonti. Trasferite in coppette monoporzioni e lasciate riposare per almeno 3 ore in frigorifero. Servite con una leggera spolverata di peperoncino.

Ciak! Anzi, buon appetito!

Approfondimenti