93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home
SPONSORIZZATO

A Nembro una risata per prendere misura del mondo e (forse) farci pace

Articolo. Il 15 febbraio riprende la programmazione del CineTeatro San Filippo Neri. Con quattro diversi spettacoli tra comicità e riflessioni. Sul palco: Max Giusti, Cesare Bocci, Tiziana Foschi e Mario Zamma

Lettura 2 min.
(Mario Zamma)

La risata come strappo nella facciata dell’uomo moderno, per condurci attraverso una visione disincantata del nostro quotidiano, dei suoi problemi (personali e sociali) e dell’inadeguatezza che ci coglie nelle situazioni inaspettate. Potrebbe essere riassunta così la seconda parte della stagione del CineTeatro San Filippo Neri di Nembro, al via sabato 15 febbraio con “Va tutto bene” di Max Giusti.

A fare da filo rosso al calendario della rassegna la possibilità di affrontare con un sorriso pensante i momenti complessi o amari dell’esistenza. Fronteggiare una malattia difficile, allevare un neonato in tre padri single, denunciare la presenza sempre più invadente dei media e via così: il tutto portato in scena da una rosa di attori di alto calibro, che ci aiuteranno a prendere le misure e capire che in qualche modo ce la caveremo.

“Va tutto Bene” con Max Giusti

Un monologo che rilegge il concetto di quotidianità attraverso uno sguardo lucido e divertente, soffermandosi su diversi spunti di riflessione. Il comico romano indugia sui grandi interrogativi che orbitano attorno ai cambiamenti del nostro tempo: come si ridefiniscono le idee di lavoro, tempo libero e rapporti sociali, in un contesto misurato sull’idealità delle offerte online e sull’invadenza dei media nella nostra vita?
Tra ambizioni e scelte, salute e rapporti, l’italiano medio reagirà come al solito: ripetendosi che “va tutto bene”.

Quando: sabato 15 febbraio
Inizio spettacolo: 20.45
Biglietti
Primo settore: euro 35
Secondo settore: euro 32
Terzo settore: euro 27

(Foto Max Giusti)

“Pesce d’aprile” con Cesare Bocci e Tiziana Foschi

Il racconto dell’amore tra Boccia e la moglie Daniela Spada (dall’omonimo libro) colpito da una circostanza ingrata: un ictus colpisce il cervelletto di Daniela il 1 aprile 2000. Un’esperienza reale e toccante che altererà inevitabilmente gli equilibri di coppia, ma dalla quale i protagonisti usciranno ancora più innamorati.
Il tono della storia alterna situazioni difficili e dolorose a siparietti grotteschi e a volte perfino divertenti. Prende così forma la lotta testarda di una donna alla riconquista della propria vita e del proprio corpo, in un percorso di riabilitazione in cui sarà accompagnata dal proprio compagno.

Quando: sabato 29 febbraio
Inizio spettacolo: 20.45
Biglietti
Primo settore: euro 38
Secondo settore: euro 35
Terzo settore: euro 32

Cesare Bocci e Tiziana Foschi

“Sbussolati” con Mario Zamma

Con un titolo che è una dichiarazione d’intenti, arriva a Nembro uno degli attori di punta del Bagaglino: in un mondo dove è sempre più facile perdere la bussola, l’attore sceglie la formula del varietà per tentare di porre dei punti cardinali e offrirci una mappa per orientarci. Si crea così una catena di monologhi irriverenti e fantasiosi, infarciti da un’irresistibile comicità e da diversi momenti musicali.
Sotto la lente d’ingrandimento troveremo l’amore, i rapporti familiari, la società, la cultura e la politica. Un modo per riflettere sulla modernità che ci affligge e confonde, riappropriandoci del piacere più grande esistente: quello di ridere.

Quando: sabato 14 marzo
Inizio spettacolo: 20.45
Biglietti
Primo settore: euro 28
Secondo settore: euro 25
Terzo settore: euro 22

“3 papà per un bebè” con Mario Zamma

Zamma torna il 27 marzo con altri sei interpreti: Nicola Canonico, Giuseppe Giampiero Giudica, Elisa Lucarelli, Emiliano Masala, Francesca Porrini e la ex letterina Alessia Fabiani.
La trama è presto detta: i protagonisti sono un trio di quarantenni-coinquilini che dividono le giornate tra il lavoro e la loro vita da scapoli. Se non fosse che inaspettatamente la loro routine sarà scombussolata dall’arrivo di un piccolo fagotto roseo: un bebè. Come se non bastasse, a questo problema si aggiunge l’arrivo di una giovane, misteriosa e avvenente ragazza.
Ma saranno proprio queste circostanze improvvise a guidarli verso il senso della vita.

Quando: venerdì 27 marzo
Inizio spettacolo: 20.45
Biglietti
Primo settore: euro 30
Secondo settore: euro 27
Terzo settore: euro 22

Sito CineTeatro San Filippo Neri