93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home
SPONSORIZZATO

Torna Donizetti Opera: tutti gli appuntamenti dell’edizione 2021

Articolo. Il convegno di Opera Europa, le opere e i Pre-opera dal vivo, il Dies natalis, la produzione per il web, le esclusive social, l’arrivo del Natale: il festival dedicato a Gaetano Donizetti torna dal vivo, sempre più poliedrico

Lettura 6 min.

Dal 18 novembre al 5 dicembre 2021 riapriranno le porte del Teatro Donizetti interamente restaurato, complice la rinnovata apertura delle sale con capienza al 100%: dunque questa edizione del festival Donizetti Opera si fa particolarmente attesa. Le aspettative non verranno disilluse per gli appassionati perché il programma si preannuncia ricco, con proposte in grado di onorare la tradizione e al contempo accogliere la contemporaneità.

Il programma

Molti gli appuntamenti previsti fino al 5 dicembre 2021, a partire dalla serata inaugurale di giovedì 18 novembre con il basso bergamasco Alex Esposito e gli allievi della Bottega Donizetti da lui curata per un inedito opera show intitolato “C’erano una volta due bergamaschi” al Teatro Sociale (ore 20, fuori abbonamento).

Prima opera in scena “L’elisir d’amore” con il ritorno sul podio del direttore musicale Riccardo Frizza alla guida dell’Orchestra Gli Originali. Il nuovo allestimento della Fondazione Teatro Donizetti è firmato da Frederic Wake-Walker (mercoledì 17 novembre, ore 14 anteprima under 30; venerdì 19 novembre, ore 20.00 fuori abbonamento; domenica 28 novembre, ore 15.30 turno c; domenica 5 dicembre, ore 15.30 fuori abbonamento).

La fille du régiment” al Teatro Sociale sarà invece presentata nella nuova edizione critica a cura di Claudio Toscani per Casa Ricordi nell’ambito dell’Edizione Nazionale realizzata con la collaborazione e il contributo del Comune di Bergamo e della Fondazione Teatro Donizetti. Sul podio uno dei direttori d’orchestra più interessanti di oggi, il giovanissimo Michele Spotti. Protagonisti maschili il tenore John Osborn, che debutta al Festival, e il baritono Paolo Bordogna. Nel ruolo della protagonista Marie il soprano spagnolo Sara Blanch; nel ruolo della Duchesse de Krakenthorp ci sarà invece Cristina Bugatty, attrice e personaggio televisivo, già protagonista nel 2020 del format della Donizetti webTV “Citofonare Gaetano”. La nuova produzione dell’opera è firmata dal regista cubano Luis Ernesto Doñas (mercoledì 17 novembre, ore 19 anteprima under 30; sabato 20 novembre, ore 20.00 fuori abbonamento; sabato 27 novembre, ore 20.00 fuori abbonamento; sabato 4 dicembre, ore 20.00 turno A).

Nel 2021 ricorre il bicentenario legato a Giovanni Simone Mayr, maestro di Gaetano, che nel 1821 presentò proprio al Teatro Sociale di Bergamo una nuova versione della sua “Medea in Corinto” scritta per il San Carlo di Napoli nel 1813. La direzione sarà di Jonathan Brandani – esperto del repertorio operistico fra Sette e Ottocento – per un nuovo allestimento firmato dal direttore artistico Francesco Micheli. L’Orchestra e il Coro (diretto da Fabio Tartari) sono quelli del Donizetti Opera. Nel cast sfilano alcuni interpreti di prestigio come Carmela Remigio (Medea) e alcune voci che in questi anni si stanno affermando a livello internazionale (giovedì 18 novembre, ore 15 anteprima under 30; domenica 21 novembre – 15.30 turno C; venerdì 26 novembre, ore 20.00 turno A; venerdì 3 dicembre, ore 20 fuori abbonamento).

Infine per la celebrazione del Dies Natalis (il 29 novembre 1797 nacque Donizetti) sono previsti un concerto di musica sacra nella Basilica di Santa Maria Maggiore e un recital del soprano Sara Blanch e del baritono Paolo Bordogna al Teatro Sociale (più sotto l’approfondimento).

Pre-opera

Gli spettacoli al Teatro Donizetti restaurato, nell’altrettanto nuovo contesto del Sentierone e di piazza Cavour, saranno preceduti da un’anticipazione all’aperto (a partire da un’ora prima dell’inizio) negli spazi antistanti il teatro stesso. Ideata in collaborazione con i registi dell’“Elisir d’amore” Frederic Wake-Walker e della “Fille du régiment” Luis Ernesto Doñas, il pubblico sarà accolto da un’azione teatrale e i passanti potranno avere una breve anteprima dello spettacolo.

Opera Europa Autumn meeting 2021 “Elixir of Life”

Dal 18 al 21 novembre, in coincidenza con il weekend inaugurale, il Festival ospiterà oltre duecento delegati dell’associazione Opera Europa, che ha scelto Bergamo e come sede del proprio meeting autunnale. Il titolo fortemente simbolico, legato a Donizetti e alla storia recente della città, è “Elixir of Life”.

Opera Europa, associazione diretta da Nicholas Payne, riunisce 215 fra teatri e festival provenienti da 43 paesi in una rete di professionalità, esperienze, tradizioni che si sono messe a sistema con l’obiettivo di promuovere l’opera nel mondo, condividendo progetti, produzioni e iniziative di alta formazione.

La sua missione è quella di agevolare la comunicazione e la partecipazione, estendere la rete professionale, condividere i sistemi di informazione e una banca dati aggiornata dei progetti di produzione per agevolare le collaborazioni, le coproduzioni, i noleggi e gli scambi.

Periodicamente, in diverse città d’Europa, si organizzano meeting e convegni: questa di Bergamo è la terza conferenza generale che si fa in Italia negli ultimi dieci anni. Le sessioni di lavoro si svolgeranno principalmente nei due teatri e in alcuni altri luoghi monumentali della città come la cerimonia inaugurale all’Aula Magna a Sant’Agostino, grazie alla preziosa collaborazione e al sostegno del Comune, dell’Università di Bergamo, di ATB, della Biblioteca civica “Angelo Mai”, della Fondazione Bergamo nella storia e dell’ambasciatore di Donizetti Marco Mazzoleni (Auditorium di Sant’Agostino, giovedì 18 novembre, ore 15.00-17.30; Teatro Sociale, venerdì 19 novembre, ore 10.00-17.30; Teatro Donizetti, sabato 20 novembre, ore 10.00-17.00; domenica 21 novembre, ore 10.00-13.30).

Donizetti OperaTube

Dopo le serate inaugurali, la seconda settimana di festival continuerà non solo con gli annunciati appuntamenti in teatro ma raggiungerà i tanti appassionati lontani attraverso la Donizetti OperaTube, canale video che costituisce lo sviluppo 2021 della Donizetti webTV, creata lo scorso anno durante la pandemia, che ha raccolto tanti apprezzamenti.

Saranno pubblicati nuovi contenuti e soprattutto, durante il secondo weekend del festival, ci sarà lo streaming delle opere in programma riservato agli abbonati della DOTube: “La fille du régiment” il 26, “Medea in Corinto” il 27 e “L’elisir d’amore” il 28 novembre. Quest’anno sarà disponibile anche su Facebook il salotto di “Citofonare Gaetano” con Diego Passoni, Cristina Bugatty, Francesco Micheli, Alberto Mattioli e altri ospiti impegnati nel commento delle opere in scena – che andrà in diretta nelle tre serate del 26, 27 e 28 novembre.

Già da alcuni giorni, grazie a un accordo con l’etichetta Dynamic / Naxos, sono presenti sulla Donizetti OperaTube i video delle opere andate in scena al festival dal 2016. Saranno quindi disponibili nelle prossime settimane, per gli abbonati alla DOTube, le nuove edizioni 2021 dei format collaterali più amati, come “Parla con Gaetano” e “Alle prove con Mattioli”.

Per tracciare costantemente un legame tra i soggetti delle opere, i temi drammaturgici proposti e la contemporaneità saranno disponibili nella “settimana digitale” anche tre interviste, intitolate “200 anni dopo” che hanno per protagonisti lo scrittore Jonathan Bazzi, l’ad della Vanoncini Spa di Mapello Danilo Dadda e la militare tedesca Anastasia Biefang. Questi tre video costituiscono quindi una sorta di spin off della Donizetti Revolution vol. 7, presentazione-spettacolo del festival ideata e realizzata dal direttore artistico Francesco Micheli, che è anch’essa sulla DOTube.

Citofonare Gaetano

“Alle prove con Mattioli” e “200 anni dopo” saranno disponibili anche per i non udenti grazie a una versione in LIS (la lingua dei segni italiana) realizzata dall’equipe specializzata della società ALI coordinata da Elena Di Giovanni (docente dall’Università di Macerata) che da oltre un decennio cura i progetti di accessibilità per molti teatri e progetti italiani.

Quello del festival bergamasco è cominciato nel 2020 con la versione in LIS di “Donizetti ON” disponibile su DOTube. A venticinque anni dalla scomparsa nel 1996, il festival Donizetti Opera ricorda Gianandrea Gavazzeni, direttore d’orchestra e intellettuale bergamasco al quale si deve la creazione di un centro studi donizettiani e la riscoperta nel Novecento di alcuni capolavori del compositore bergamasco.

Sulla DOTube Alberto Mattioli ne parlerà in una serie di interviste con Riccardo Frizza, Paolo Fabbri, Francesco Micheli e con Alex Esposito, anche nell’ottica dell’opera show inaugurale “C’erano una volta due bergamaschi”, dedicato proprio a Gavazzeni.

Fra le novità digitali anche “Mixopera”, progetto di elettronica ispirato alla musica di Donizetti con la partecipazione di alcuni musicisti raccolti intorno all’etichetta Fluidostudio che collabora col Donizetti Opera per la realizzazione di un EP che sarà pubblicato su tutte le piattaforme di streaming (Spotify, iTunes, Amazon Music, YouTube Music).

Dies natalis

Il compleanno di Donizetti, come già detto il 29 novembre, quest’anno sarà celebrato con due concerti. Il primo alle ore 18.30, nella Basilica di Santa Maria Maggiore: “Il sacro dopo Donizetti”, con l’esecuzione della Messa a voci sole con accompagnamento d’organo di Matteo Salvi, allievo di Donizetti, diretta da Cristian Gentilini con la Cappella musicale di Santa Maria Maggiore e il Coro Donizetti Opera in collaborazione con la Fondazione MIA (lunedì 29 novembre, ore 18.30, ingresso libero su prenotazione).

Sara Blanch

A seguire, alle ore 20 al Teatro Sociale, recital del soprano Sara Blanch e del baritono Paolo Bordogna accompagnati al pianoforte da Hana Lee impegnati con alcune pagine di Donizetti e Rossini.

Donizetti Christmas Day

L’ultimo sabato del festival, il 4 dicembre, il Teatro Donizetti e il Centro Piacentiniano saranno animati da una serie di concerti e performance, oltre che da nuovi turni delle visite guidate “Donizetti On live” per salutare il festival e guardare con ottimismo e speranza al Natale.

Donizetti educational

L’attività per le scuole, declinata durante tutto l’anno, prevede alcuni appuntamenti anche durante il festival: per i più piccoli lo spettacolo coi burattini di Daniele Cortesi intitolato “Gioppino, Gaetano e l’Elisir d’amore” (Teatro Donizetti, ridotto Gavazzeni, 23 e 24 novembre, ore 9.30 e 11), quindi per le scuole un adattamento sul filo dell’equilibrio dell’“Elisir d’amore” (Teatro Sociale, 1, 2 e 3 dicembre) con la regia di Antonio Vergamini e la direzione di Alessandro Bares. Le prove generali dei tre titoli del festival saranno aperte agli studenti delle superiori e dell’università.

Gioppino, Gaetano e l’Elisir d’amore

Il programma completo e tutte le informazioni disponibili sul sito di Donizetti Opera. Il libretto è disponibile in download qui. La biglietteria online è a questo link; la biglietteria in Piazza Cavour apre dal martedì al sabato, ore 13-20, tel. 035 4160601/602/603.

Sito Donizetti Opera

Approfondimenti