93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Birre (e non solo) in riva al lago con il «Lake’N’Roll Beer Festival»

Articolo. A Spinone, sul lago di Endine, questo weekend ci sarà la prima edizione di un festival decisamente godereccio: fra birre artigianali, degustazioni di formaggi, visite guidate in birrificio, buon cibo e vero sidro inglese. Il tutto con la splendida cornice del lago e tanta buona musica, fra punk e dintorni

Lettura 5 min.
(foto siamionau pavel)

La vostra idea di relax è sorseggiare birre artigianali bergamasche ascoltando musica dal vivo in riva al lago di Endine? «Lake’n’roll Beer Festival» è la festa che fa per voi. Da venerdì 23 a domenica 25 settembre l’area feste comunale di Spinone, situata proprio sul lago, ospiterà la prima edizione della manifestazione: tre giorni dedicati alle birre artigianali e alla musica dal vivo, dove non mancheranno degustazioni, prodotti tipici e buon cibo, per trascorrere in compagnia l’ultimo weekend di settembre in una location davvero unica.

La festa nasce soprattutto con l’intento di sensibilizzare e responsabilizzare «alla degustazione e al consumo intelligente di bevande fermentate», come si legge nello statuto dell’associazione Drink Responsibly Club, organizzatrice dell’evento. Sotto i tendoni della spillatura saranno presenti infatti solo birre artigianali e prodotti di qualità del territorio: oltre alle birre del Birrificio Valcavallina e del Birrificio Endorama, verrà presentata in anteprima la birra Kali (Belgian ale) del birrificio Lateralus. Troverete infine anche il sidro di mele, importato direttamente dall’Herefordshire in Inghilterra (gluten free e vegano), spillato direttamente dai tipici fusti Cask Bag.

Un programma ricco di visite e degustazioni

Centrali nel programma gli eventi volti ad incoraggiare proprio questa cultura delle bevande di qualità. Sabato alle ore 14 e alle 16.30 una visita guidata vi porterà alla scoperta del Birrificio Valcavallina di Endine, dove il Mastro Birraio Renato vi mostrerà passo a passo come nascono le sue birre, dalla selezione delle materie prime all’imbottigliamento, e terminerà il tour con una degustazione di tre diverse tipologie di birra. Prenotazione obbligatoria inviando una mail o un messaggio su Facebook o Instagram all’associazione, il ritrovo è 15 minuti prima al tendone della festa o direttamente al birrificio. Prezzo 15€, pagamento in loco.

Gli spazi del Birrificio Valcavallina

Alle ore 15, sempre su prenotazione, il tendone della festa ospiterà un Laboratorio di degustazione di birre abbinate a formaggi, tenuto da un vero esperto, Simonmattia Riva proprietario dello storico Beer Garage e campione del mondo di Biersommelier nel 2015. Sotto la sua guida degusterete due birre del birrificio Valcavallina, due del Birrificio Endorama e una quinta birra “ospite”, la Kali, abbinandole a cinque tipologie di formaggi del Caseificio Paleni di Casazza (Formagella Valcavallina, Stracchino Valcavallina, Toma Monte Corna, Fontal Orobico Nazionale e Saporone di Montagna). Costo 20 €.

La domenica alle ore 18 si terrà invece un laboratorio incentrato sui vini della Franciacorta. Avrete l’occasione di degustare cinque Franciacorta di diverse tipologie (Brut, Satin, non dorato, millesimato e rosè) e un prosecco, abbinati a formaggi locali. Anche questo su prenotazione, costo € 25. Queste tre attività hanno posti limitati, per cui consigliamo di prenotarsi per tempo per non perdere delle occasioni che si preannunciano assai ghiotte.

Beer Pong
(Foto Africa Studio)

Cercate qualcosa di più “leggero”? Domenica alle 16 ci sarà il divertentissimo torneo di Beer Pong (non sapete cosa è? Potete approfondire qui). 16 squadre di due persone si sfideranno per vincere il premio finale. Iscrizione 25 € a squadra, divertimento e risate assicurate!

Tanta buona musica

Ricchissima la bill della festa, con tanti gruppi e musicisti che si alterneranno sul palco per farvi divertire: venerdì la serata sarà dedicata al punk lombardo: dalle 20.45 i bergamaschi Trauma hc, che giocano in casa con il loro punk hardcore da Monasterolo, e a seguire alle 21.30 due gruppi punk rock da Brescia: Slang Poor Kids, punk rock e hc melodico anni ’90, e Totale Apatia (in tour per il 25° anno di attività), che scalderanno il palco per il gran finale, alle 23 con il punk hardcore dei milanesi DiscoMostro.

Sabato si comincia all’ora aperitivo: alle 18.10 l’indie-pop bergamasco di Samuele Ghidotti, alle 19.20 il punk rock di Manny and Friends, alle 20 ancora punk rock con Nicolò dei Peter Punk, da Roncade in Veneto. Alle 21.15 i bergamaschi Sugarcandy Mountains vi faranno ballare con il loro ska-rock e alle 22.30 preparatevi a ridere e cantare con il rock demential punk dei Radio S.B.O.R.O da Vicenza.

Domenica pomeriggio cosa c’è di meglio per accompagnare una pinta di birra delle canzoni da osteria? Ecco allora dalle 14 sul palco il duo Andy e Renè dei Mexcales. La sera dalle 19 Willie Byrne direttamente da Belfast porterà sul palco il suo rock irlandese e, gran finale della festa, alle 21.30 saliranno sul palco i milanesi Teo e le Veline Grasse, che con il loro “rock strano” vi faranno scatenare.

Proposte gastronomiche

Sotto i tendoni in riva al lago potrete gustare diverse specialità da accompagnare alle birre, sempre selezionate con il criterio della qualità e dell’appartenenza territoriale. Innanzitutto non è festa senza pizza, perciò Amo la Pizza di San Paolo d’Argon, con i suoi ingredienti genuini, vi servirà fumanti pizze di qualità (anche per celiaci). Per gli amanti della carne Food Truck 71, pregiata realtà di street food specializzata nel BBQ, cucinerà pulled pork, bbq ribs, alette, hot dog e fritti. Il sabato su prenotazione troverete anche succulenti stinchi di maiale con patate. E come fine pasto, o per una merenda golosa, provate gli squisiti gelati artigianali di Dolce Freddo di Albano Sant’Alessandro.

Informazioni pratiche

Nell’area feste di Spinone al Lago, adiacente alla celebre passeggiata che si snoda lungo le sue sponde, troverete tre tendoni e vari gazebi. L’area ristorazione e il banco di spillatura saranno al coperto, così come la zona tavoli. Anche il palco sarà coperto, per garantire lo svolgimento della festa con qualsiasi condizione meteo.

Le birre saranno servite in bicchieri di plastica rigida riciclata con il logo della manifestazione, che verranno dati su cauzione, e la birra sarà venduta con il collaudato sistema dei gettoni che caratterizza ormai molte rassegne dedicate a questa bevanda. Non ci sarà plastica usa e getta, sottolineano con orgoglio gli organizzatori, né vetro.

Il lago d’Endine

Accanto ai tendoni troverete i gazebi degli espositori, che presenteranno una selezione di prodotti enogastronomici e artigianali del territorio. Oltre ai già citati birrifici Valcavallina, Endorama e Lateralus e al Caseificio Paleni, gli organizzatori hanno selezionato espositori che portassero proposte di qualità provenienti per lo più dai territori circostanti e dalla bergamasca. Una ricca proposta gastronomica fra cui citiamo l’apicoltura Martellini di Scanzorosciate, Invernizzi Frutta e Verdura (i cui campi affacciano proprio sul lago di Endine), produttori artigianali di olio extravergine e poi le immancabili frittelle. Sul lato dell’artigianato troverete i gioielli di BiBlou, coltelli, oggetti in vetro e resine, solo per citarne alcuni. Gli appassionati di musica potranno anche cercare qualche pezzo interessante alla bancarella di dischi e vinili.

Nei giorni precedenti alla festa sarà pubblicata sui profili social una mappa dettagliata dei parcheggi, che indicherà le aree già disponibili e l’area messa a disposizione ad hoc dal comune, a circa 750 m dalla festa, gestita da alcuni volontari.

Una festa nata dalla passione

L’idea di «Lake’n’roll Beer Festival», alla sua prima edizione, nasce da cinque amici appassionati di birre artigianali, e come tutte le idee un po’ pazze, prende forma solo grazie alla buona volontà e alla tenacia tipiche bergamasche. Tre di loro Federico Pessina, Simone Manini e Omar Cafaro sono home brewer, producono cioè da ormai sette anni la propria birra artigianale in casa con un impianto professionale, ma decidono di fare il salto di qualità e provare a venderla, non solo ad amici e parenti. Nasce così la collaborazione con Simone Casiraghi del Birrificio Endorama, che permette loro di produrre la loro birra Kali presso il suo birrificio, una pratica che in gergo si chiama Beer firm, e permette così di poter vendere la Kali con il marchio Birrificio Lateralus.

Ma nessuno ferma un vero bergamasco che ha una passione artigianale, così i tre coinvolgono altri due amici, Gabriele Polloni e Michael Bettoni, e tutti insieme costituiscono l’associazione Drink Responsibly Club, proprio con lo scopo di creare una festa che, oltre a permettere loro di presentare e vendere la propria birra, dia visibilità al mondo delle birre artigianali presso un pubblico spesso abituato ai prodotti commerciali, di qualità sicuramente minore, come ci racconta Federico Pessina «Crediamo che ci sia ancora poca cultura sulle birre artigianali, e ci piacerebbe che questa festa fosse un lancio per aumentare la conoscenza e la consapevolezza della qualità delle bevande fermentate, in particolar modo la birra artigianale».

I componenti dell’associazione Drink Responsibly Club

Una passione che sia il più possibile trasversale, prosegue Pessina: «Siamo lontani da pensieri e ideologie di divisione politica, sportiva o sessuale, non intendiamo lanciare nessun messaggio di discriminazione di alcun genere. La festa si svolgerà il weekend delle elezioni, e proprio per questo abbiamo chiesto anche ai gruppi presenti di non lanciare nessun tipo di messaggio dal palco. Si parlerà solo di birra, musica e cultura enogastronoma».

E progetti per il futuro? «È la prima edizione, per cui siamo cauti per i progetti futuri. Ci auguriamo che la festa vada bene, e di andare avanti per il futuro, magari ingrandendoci, ma intanto vediamo come va questo evento e cerchiamo di trasmettere la nostra passione al pubblico, il resto si vedrà».

Approfondimenti