93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

I posti più belli per correre a Bergamo

Guida. Ciclabili, parchi, scalette e sentieri sterrati: 8 percorsi per runners in città e in provincia

Lettura 4 min.
(Marta Belotti)

Ho cercato di mettere ordine dei percorsi fra i più belli e più frequentati dai podisti bergamaschi. Non prendetela come una guida definitiva, anzi: è quasi impossibile essere esaustivi considerando che ognuno di noi ha il suo posto del cuore per macinare qualche chilometro.

Ne ho scelti alcuni facendo attenzione a mescolare percorsi cittadini e itinerari in provincia, città e pianura, anelli brevi e tratti più lunghi, privilegiando le vie che si snodano lungo i corsi d’acqua e che secondo me sono luoghi perfetti per ricaricarsi d’energia. E sciogliere il passo in sintonia con la corrente che ci scorre a fianco.

Parco della Trucca

È il parco cittadino per eccellenza dei runners. A due passi dal centro città (nella zona dell’Ospedale Papa Giovanni XXIII) questo ampio parco presenta un giro ad anello di poco meno di 2 km, ideale sia per i più esperti che hanno bisogno di un percorso pianeggiante da ripetere più volte sia per i principianti che preferiscono correre all’interno di un parco attrezzato, facile da raggiungere e dotato anche di una piccola area per il fitness. Il fondo è in ghiaietta e sterrato, il percorso - gradevole - gira attorno a due laghetti artificiali e può essere molto frequentato soprattutto la sera e nei fine settimana. Essendo un parco inaugurato nel 2010 le piante sono ancora piuttosto esili e non offrono molta ombra.

Partenza e arrivo: Via Martin Luther King, 100 – Bergamo
Lunghezza: 1,9 km
Tipologia: parco
Acqua: sì

Giro delle Mura Venete

Un itinerario mozzafiato, che abbraccia la città vecchia e permette di avere una ampia visuale sulla pianura. So che quando si corre non sempre si riesce ad ammirare il paesaggio ma anche la bellezza può servire da carburante. Consiglio la partenza dal Lazzaretto, posto strategico per parcheggiare l’auto, e poi salire in città alta da Porta Sant’Agostino. I più temerari adorano aggiungere varianti a questo percorso con saliscendi lungo le famose scalette di Bergamo. Un esempio? Scendendo da Porta San Giacomo e Via Sant’Alessandro, raggiungendo le piscine Italcementi e da lì cimentandosi nella salita dello Scorlazzino e dello Scorlazzone fino al Castello di San Vigilio. Esperienza mistica (!) che caratterizza anche la gara Millegradini che si svolge ogni anno a settembre con partenza dalla sede di L’Eco di Bergamo.

Partenza e arrivo: Parco sportivo Lazzaretto - Bergamo
Lunghezza: 5 km
Tipologia: strada
Acqua: sì

Ciclovia dei Colli

Anche questo è un percorso con partenza in città: Borgo Santa Caterina o il Lazzaretto sono gli start ideali. Si imbocca la ciclabile in via Baioni e poi si percorre la greenway del Morla fino ad arrivare al Parco dei Colli. Da lì dopo un impegnativo scollinamento si può proseguire lungo il percorso ciclopedonale che porta al Santuario di Sombreno oppure, con una deviazione poco prima, alla Madonna della Castagna.

Il percorso si presta a numerose varianti e aggiunte: arrivati in via del Molino si può puntare al Bopo di Ponteranica per rientrare al Lazzaretto con un giro ad anello, oppure si può salire in Città Alta per connettersi al percorso sulle Mura. Dalla Madonna della Castagna si può proseguire per salire in Città Alta da Via Pascolo dei Tedeschi (impegnativo ma impagabile). Questo è il percorso che si copre, in parte, durante la Bergamo Urban Trail, gara che si svolge solitamente a fine luglio.

Partenza: Parco sportivo Lazzaretto – Bergamo
Arrivo: Santuario Madonna della Castagna
Lunghezza: 10 km (solo andata)
Tipologia: pista ciclopedonale
Acqua: sì

Anello del Lago di Endine, partenza da Endine Gaiano

Ci allontaniamo dalla città in direzione della Val Cavallina per il periplo di questo bellissimo lago. Di solito si parte da Endine Gaiano o da Monasterolo del Castello ma essendo un giro ad anello poco importa. Si corre a pochi metri dall’acqua godendosi il verde e il blu del paesaggio. Purtroppo in alcuni tratti è necessario percorrere la trafficata statale 42, ma si tratta di piccoli raccordi. Il giro completo misura circa 16 km e corrisponde al percorso della 10 Miglia del Castello, competizione di fine giugno (quest’anno come tutte annullata) molto frequentata.

Partenza e arrivo: Monasterolo Del Castello
Lunghezza: 16 km
Tipologia: strada e pista pedonale
Acqua: sì

Basso corso del Fiume Brembo, da Ponte San Pietro a Filago e ritorno

Più frequentato dai ciclisti che dai runners, questo itinerario ha il pregio di essere in gran parte su sterrato, in zone isolate e ben segnate, senza particolari dislivelli e poco battute, per cui non si è costretti a fare lo slalom tra passeggini e monopattini. Il Parco del Basso Corso del fiume Brembo arriva addirittura fino a Canonica D’Adda ma già il chilometraggio da Ponte a Filago, con attraversamento e ritorno dalla sponda opposta del fiume, è impegnativo. Consiglio di parcheggiare a Ponte San Pietro in Piazza della Libertà e da lì scendere al fiume attraversando il comune di Ghiaie. Il percorso è poco ombreggiato.

Partenza e arrivo: Ponte San Pietro (Piazza della Libertà)
Lunghezza: 18 km
Tipologia: sterrato e asfalto
Acqua: no

Lungo L’Adda, da Crespi d’Adda

corsa
(Foto Collaboratore Eppen)

Partenza: Crespi D’Adda (Via Privata Crespi)
Arrivo: Inzago (13 km) oppure Imbersago (17 km)
Tipologia: pista ciclopedonale
Acqua: no

Ciclovia della Val Brembana, da Almè a Zogno

Con la recente apertura del tratto che va da Almè a Zogno, la ciclabile della Valle Brembana oggi può essere percorsa quasi ininterrottamente dal centro di Bergamo (Via Baioni) a Piazza Brembana per un totale di oltre 40 km! Un tratto molto gradevole per i runners è quello che unisce Villa D’Almè a Zogno: 8 km su pista ciclabile asfaltata, con tanta acqua e tanta frescura visto che buona parte del percorso passa attraverso le gallerie del vecchio tragitto ferroviario e gode dell’aria che si incanala verso valle con il fiume Brembo. Il percorso è in leggera e costante salita ma non impegnativo. A Zogno ci aspetta un piccolo tratto su strada fino alla zona del mercato da cui i più temerari possono riprendere la ciclabile per proseguire verso Piazza Brembana.

Partenza: Almè (zona piscine)
Arrivo: Zogno
Lunghezza: 8 km
Tipologia: pista ciclopedonale
Acqua: sì

Ciclovia della Val Seriana, da Alzano Lombardo a Albino

Anche questa pista ciclabile parte dal centro città per arrivare in cima alla Valle Seriana: il percorso completo è lungo ben 58 km da Bergamo a Valbondione. Una apprezzata competizione podistica che si svolge su questo itinerario è la Clusone-Alzano, gara autunnale di 30 km “in discesa”, che però lo scorso anno ha avuto qualche problema organizzativo. Per un allenamento o una uscita non troppo impegnativa, invece, si può partire da Alzano Lombardo (parcheggiando nei pressi del Barcicletta) e arrivare fino ad Albino per 8 km di percorso.

Partenza: Alzano Lombardo (parcheggio c/o Barcicletta)
Arrivo: Albino
Lunghezza: 8 km (solo andata)
Tipologia: pista ciclopedonale
Acqua: sì

Tutto chiaro? A questo punto non mi resta che augurarvi una buona corsa!

Approfondimenti