93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Soap Kayak Race, pazzi su canoe (di cartone)

Articolo. Con l’arrivo di giugno a Imbersago torna la gara di improbabili barchettee autocostruite

Lettura 2 min.

Se il 9 giugno avete impegni è il caso di rimandarli e fare rotta a Imbersago per la Soap Kayak Race. In caso contrario, potreste perdervi la gara di canoe più stramba e divertente che abbiate mai visto. Organizzata dalla Proloco di Imbersago, la SKR nasce da un’idea semplicissima: costruire una barca fai da te e salpare sulle acque dell’Adda. Come facevano i bambini cent’anni fa. Ma il bello è che le imbarcazioni devono essere interamente di cartone 100% riciclato e costruite in loco.

Sfida impossibile? I più di cento gruppi che si preparano per l’appuntamento non sembrano pensarla così. L’adesione è gratuita, ma se volete salire a bordo mettetevi l’anima in pace: il boom di partecipanti per la gara classica ha costretto gli organizzatori a chiudere le iscrizioni con un congruo anticipo. Questo per poter garantire cartone a sufficienza per tutti.

Le coppie genitore-figlio invece hanno ancora una chance. Per la prima volta infatti si terrà anche la Soap Kayak Race Kids dedicata a tutti i nati tra il 2006 e il 2008 accompagnati da mamma o papà. Qui c’è ancora qualche posto disponibile.

La gara

Avete presente le Wacky Race? Quel cartone animato a puntate dove bizzarre autovetture, guidate da altrettanto sgangherati personaggi si sfidavano in accese gare attraverso gli Stati Uniti? Bene: ora aggiungeteci un po’ di MacGyver, un’atmosfera alla “Giochi senza frontiere”, 7 mq di cartone (non uno di più), un fiume e avrete la Soap Kayak Race.

L’obiettivo principale è stare a galla: se è vero che non tutte le ciambelle vengono col buco, è pur vero che non tutte le canoe di cartone vengono galleggianti. Anzi, in certi casi non vengono e basta. Così può capitare di naufragare ancora prima di essere saliti a bordo.
I più fortunati invece riescono a salpare. A questo punto, si fa di tutto per arrivare a fine percorso il prima possibile. Se non fosse che circa l’80% dei partecipanti affonda prima di tagliare il traguardo.

Grazie al cielo, delle anime pie sono addette al recupero naufraghi: con canoe oppure direttamente con fidati terranova di soccorso. Niente tragedie in vista, ma solo tante risate.
Insomma, per partecipare non serve essere sportivi o allenati. Non è strettamente necessario nemmeno saper pagaiare. Basta essere dei buoni nuotatori.

Le regole

Prima di tutto, bisogna compilare il modulo di iscrizione online. Per farlo, serve un nome di battaglia, meglio se originale. Tra i più pittoreschi di questa edizione troviamo Affonda ma non molla, I Vaffambagno, Finché la barca va, Affonda Belin, T’eam Barco, 2019 Odissea nell’Adda e via discorrendo.

Poi è la volta dei partecipanti: sono ammessi solo due vogatori, ma un numero potenzialmente infinito di costruttori e carpentieri navali. Caratteristica indispensabile della coppia di rematori della gara classica: saper nuotare ed essere maggiorenni. Per la versione Kids essere padre-figlio/a o madre-figlio/a e saper nuotare. Inoltre, fondamentale è un giubbotto di salvataggio.

I materiali per la costruzione del barcone sono invece i seguenti: 7 mq di cartone gentilmente offerti da CartoStrong Italia e nastro adesivo targato Soap Kayak Race. Niente di più, niente di meno.
No a taglierini, forbici, coltelli o qualsiasi altra diavoleria puntuta: le mani solo l’unico mezzo consentito per dare forma al proprio kayak. Al contrario, non ci sono limiti in lunghezza e larghezza e sono ammesse decorazioni a pennarello nella parte esterna.

Tempo per costruire la canoa: due ore dalla consegna dei materiali. L’abbigliamento è personalizzabile (entro i limiti del buon costume). Meglio ancora se in linea col proprio nome di battaglia. I remi invece sono forniti dagli organizzatori.

Nel caso non abbiate mai preso parte alla Soap Kayak Race, ma vogliate comunque prepararvi al meglio per le gare future, potete sempre dare un’occhiata a questo tutorial e apprendere come costruire la vostra imbarcazione di cartone.

Fotogallery

Per concludere, vi proponiamo un piccolo assaggio di quello che vi aspetta con una gallery di alcuni momenti iconici delle scorse edizioni della Soap Kayak Race.
Tra vichinghi agguerriti, rocamboleschi naufragi, sabotaggi infingardi e bucanieri di fiume, c’è tutto ciò che occorre per passare una giornata di totale divertimento.
Per maggiori informazioni sulle gare e gli appuntamenti, potete visitare il sito ufficiale dell’evento e la pagina Facebook.