93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Venerdì
3
Dicembre

La cordillère des songes

Torna Cinelatino, nuovi film provenienti dall'America Latina. Il programma di questa edizione comprende un continente che sta vivendo situazioni drammatiche che ormai riguardano l’intero pianeta.

EVENTO CONCLUSO

Il film ci porta sulla Cordigliera della Costa, tra le vette rocciose e le pareti di pietra stratificate, immerse nel verde del paesaggio di quella che il regista ha definito "la grande spina dorsale rivelatrice della storia passata e recente del Cile". La natura di questi luoghi si accompagna ai racconti del governo di Pinochet da parte dei cittadini cileni, che mettono in luce lo sconforto provato, l'amarezza e la frustrazione che ha pervaso il Cile in quel periodo. Queste testimonianze, narrate tra le montagne, diventano una voce di monito, che avverte i giovani di non ripetere gli errori del passato. Parole del regista Patricio Guzmán: «Il film continua ad occuparsi del conflitto tra uomo, cosmo e natura. Ma queste montagne immense, che sono il cuore del progetto, sono diventate per me metafora dell'immutabile, di ciò che abbiamo lasciato e di ciò che continua a vivere con noi quando pensiamo che sia tutto perduto. Immergermi nella Cordigliera mi consente di nuotare nei miei ricordi. Quando scruto le ripide vette o mi tuffo nelle profonde valli, inizio un viaggio introspettivo che rivela parzialmente i segreti della mia anima cilena».

In versione originale, sottotitolata in italiano.
Prenotazione online cliccando qui.

Si trona a perlustrare un’area geografica estesissima, composta di tante, multiformi, identità nazionali. Cinematografie che non danno segni di cedimento e che sono presenti nei maggiori festival internazionali. Film molto legati ai territori in cui sono realizzati e che contribuiscono a far conoscere mondi lontani e poco conosciuti, solitamente poco coltivati dalle cronache giornalistiche. Il cinema è uno strumento fondamentale per avvicinare gli spettatori europei a un complesso universo di interazioni sociali, antropologiche, economiche, politiche e storiche. È una cultura immensa quella espressa dal continente sudamericano: una cultura dove convivono miti antichissimi e modernità, dramma e ironia, oppressione coloniale e spirito rivoluzionario, il ricordo ancora vivo dei regimi autoritari e l’urgenza di misurarsi con le esperienze democratiche occidentali, l’eredità contadina che convive con le pressioni di una tecnologia globale, grandi ricchezze di contro a una miseria ancora tragicamente diffusa. Insomma, un contesto in continua ebollizione, originatore di narrazioni inesauribili.

Il programma di questa edizione comprende un omaggio a Patricio Guzmán e cinque film che provengono da Messico, ancora Cile, Guatemala, Argentina, Brasile, Uruguay, Perù e Venezuela, un continente che sta vivendo situazioni che ormai riguardano l’intero pianeta: l’immigrazione, la disoccupazione, la povertà, la persistenza di conflitti mai risolti, il peso di ferite ancora aperte.

 

 

 

Informazioni

email: info@lab80.it
Visita il sito
Telefono : +39035342239

Organizzatore

Lab80

Bergamo

035 342239

Data e Ora

Inizio: venerdì 3 dicembre 2021 18:00

Fine: venerdì 3 dicembre 2021 20:00

Luogo e località
Lo Schermo Bianco

Bergamo, Via Daste e Spalenga, 15