93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Venerdì
4
Dicembre
SPONSORIZZATO

Il corpo elettrico

La rassegna Tierra! propone un video incontro con Jennifer Guerra.

EVENTO CONCLUSO

Il corpo elettrico è il titolo da una poesia di Walt Whitman. Per Jennifer Guerra, giornalista 25enne, oggi il corpo messo al centro del dibattito nella società contemporanea è quello delle donne. Ed è elettrico, spiega, perché non può essere scisso dall’anima. Il corpo è animato da emozioni ed istinti che non possono essere oppressi da pregiudizi e modelli precostituiti ad arte. Un percorso sulle tappe del movimento femminista, mostrando  come si evolve in base ai tempi. Corpo come contenitore, corpo politico, corpo ribelle e desiderante, sorellanza, gli studi di genere contemporanei. L’autrice porta alla luce tanti concetti concreti e attuali, spunti da approfondire e su cui riflettere, facendo il punto su innumerevoli e complesse questioni attuali con lo sguardo sempre rivolto al futuro, alle strade necessarie da percorrere. Al centro il corpo delle donne, il desiderio, l’unico bene che nessuno può negare.

Jennifer Guerra è nata nel 1995 in provincia di Brescia. Attualmente vive a Milano, dove ha conseguito la laurea triennale in Lettere e la magistrale in Editoria, Comunicazione e Moda. I suoi scritti sono apparsi su Soft Revolution Zine, Forbes e The Vision, dove dal 2018 lavora come redattrice. Per questa testata cura anche il podcast a tema femminista AntiCorpi, in uscita ogni mercoledì su Spotify, Google Podcasts e Apple Podcasts. Si interessa di tematiche di genere, femminismi e diritti LGBTQ+. È una grande appassionata di Ernest Hemingway.

L'evento sarà trasmesso sul Canale YouTube Tierra! Nuove Rotte.

Cos'è Tierra! Nuove Rotte per un Mondo più Umano
Torna “Tierra! Nuove rotte per un mondo più umano”, sesta edizione, con un nuovo format. La rassegna, organizzata e promossa dai Sistemi Bibliotecari di Dalmine e dell’area Nord Ovest della provincia di Bergamo, con la collaborazione per la direzione artistica di Abibook, quest’anno, infatti, si trasferisce online, per affrontare responsabilmente l’emergenza sanitaria in corso. In programma, dal 11 novembre al 4 dicembre, 18 video-incontri fruibili gratuitamente su canale youtube dedicato e sulle piattaforme social. Appuntamenti che ci fanno da bussola per affrontare questi tempi, così diversi da sempre. Continuiamo a riflettere su temi che sono sempre stati il focus della rassegna: l’ambiente, la natura e la necessità sempre più urgente di prendercene cura; le relazioni umane e la consapevolezza di essere tutti connessi; e poi storie di vita, di resilienza. Viaggiamo nella conoscenza e nei saperi per tornare cambiati, più responsabili. Senza uscire, senza spostarsi da casa, ma mettendoci tutti insieme all’ascolto di noti autori, scienziati, giovani giornaliste, artisti che ci fanno da guida per provare a costruire “un mondo più umano” e che, siamo certi, ci possono infondere forza e speranza per affrontare il nostro ancora incerto futuro. Ci accompagnano: Giulia Ortuso, Michela Marzano, Francesco Campione, Anna Kauber, Mauro Daltin, Giorgio Vacchiano, Carola Benedetto e Luciana Cilento, Elena Granata, Giuseppe Festa, Stefano Mancuso, Silvio Greco, Federico Gemma, Enrico Sgarella, Pietro Scidurlo, Alberto Saccavini, Salvatore Ceccarelli e Stefania Grando, Andrea Paco Mariani, Jennifer Guerra. Tre grandi tematiche fanno da contenitore ai video-incontri: “Resilienza – come affrontare eventi difficili e inaspettati”; “Ambiente/natura - cosa ci insegna la natura? Come comportarci responsabilmente nei confronti dell’ambiente?”, e “Percorsi - percorsi per raggiungere luoghi, per realizzare sogni, per perdersi, ritrovare sé stessi e andare avanti, sempre, nel cammino della vita”. 

Informazioni

prezzo Accesso gratuito
email: info@tierranuoverotte.it
Visita il sito
Telefono : 035.6224840

Data e Ora

Inizio: venerdì 4 dicembre 2020 21:30

Fine: venerdì 4 dicembre 2020 22:30

Luogo e località
evento online

Bergamo