93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
Lunedì
22
Agosto

Un nuovo tempio: gratitudine e promessa di pace

Prendono il via le celebrazioni in occasione della Festa di Sant'Alessandro, in programma alcune riflessioni sulla pace a cura del relatore dott. Osvaldo Roncelli.

EVENTO CONCLUSO

Lunedì 22 agosto alle ore 20.45 presso il Tempio Votivo della Pace, via Torino 10, prendono il via le celebrazioni in occasione della Festa di Sant'Alessandro, in programma delle riflessioni sulla pace a cura del relatore dott. Osvaldo Roncelli.

Anche quest’anno i giorni dedicati a Sant’Alessandro sono occasione per unire la comunità attorno a importanti temi legati alla contemporaneità, riflettendo su una virtù che racchiuda un significato sia civile che religioso, una tradizione inaugurata dall’attuale Amministrazione comunale insieme alla Diocesi.

In questo tempo drammatico, segnato da nuovi e sanguinosi conflitti, è la volontà di costruire la Pace a tracciare la rotta. Molte sono le guerre che si stanno combattendo e si sono combattute; tuttavia, per ogni volta in cui la pace viene, con fatica, ristabilita, la discordia sembra disporre di energie infinite per esplodere di nuovo. L’impegno alla costruzione e al mantenimento della pace è quindi un esercizio continuo, da perseguire con costanza, al di là di interessi personali e ideologie. Costruire una città pacifica e inclusiva significa agire per la salvaguardia delle libertà degli uomini e delle donne, potenziare le istituzioni partecipative, attingere alla capacità di cooperazione. Di tutto questo proprio la pace è il requisito fondamentale, il più necessario tra tutti i valori per affrontare le sfide del presente e creare un futuro sostenibile. “Operatori di pace” è l’espressione, dal Vangelo di Matteo, a cui tutti dovremmo tendere, l’obiettivo ultimo di ogni giustizia umana. Si fa più urgente l’incontro tra persone diverse per storia, tradizioni, idee, per coglierne ed accoglierne la varietà e la ricchezza, per la costruzione quotidiana della città di tutti.

Intorno al Patrono si sviluppa un denso programma nel segno della Cultura. Le mostre curate dalla Fondazione Adriano Bernareggi si concentrano sul tema grazie alla collaborazione creativa delle ragazze e dei ragazzi dei CRE. Parla di guerra, e di una delle sue terribili conseguenze, la carestia, la mostra di Ferrariofreres all’Oratorio di San Lupo, un lavoro di grande impatto emotivo. La Biblioteca Civica Angelo Mai e la GAMeC contribuiscono con aperture straordinarie delle loro mostre: “L’arte della persuasione” presso la biblioteca, che aprirà anche i suoi spazi monumentali, e “Anri Sala. Transfigured”, installazione suggestiva ideata per Palazzo della Ragione. Tanti i luoghi aperti per mostrare tesori preziosi e ospitare eventi culturali: Palazzo Frizzoni, il Museo della Cattedrale, la Basilica di Santa Maria Maggiore, il Museo delle storie con il Campanone, Astino. Gli incontri di preghiera e riflessione religiosa precedenti la celebrazione solenne del Vescovo del 26 agosto sono occasione di raccoglimento personale e di comunità, mentre gli eventi musicali e di svago sapranno dare un sapore di festa alle giornate patronali.

Tutti gli eventi sono a ingresso libero fino a esaurimento posti.

Informazioni

prezzo Ingresso gratuito
Visita il sito
Telefono : 035.399277

Organizzatore

Comune di Bergamo

Bergamo

035.399156

Data e Ora

Inizio: lunedì 22 agosto 2022 20:45

Fine: lunedì 22 agosto 2022 22:30

Luogo e località

Bergamo, Via Torino