93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Happy (queer) birthday Mr. Gaetano!

Articolo. Dopo un’entusiasmante e partecipata apertura di stagione, il festival «Donizetti Opera» procede con l’intensa programmazione fino al 4 dicembre. Il 29 novembre sarà la volta dei festeggiamenti per il «Dies Natalis» : una giornata di compleanno dedicata al compositore il cui programma prevede un concerto, una presentazione e un queer party da non perdere con tanto di torta e musica elettronica

Lettura 3 min.

Nella stessa data di 225 anni fa nacque a Bergamo da una famiglia di umili origini Gaetano Donizetti, che all’età di nove anni venne acconto nella Scuola Caritatevole di Musica di Bergamo, diretta dal maestro Simone Mayr, al quale il compositore rimase fortemente legato per tutta la vita. Ciò che accadde, poi, è nella storia, con il repertorio di circa settanta opere e numerose partiture di musica sacra e da camera che oggi abbiamo a disposizione.

Il compositore bergamasco – conosciuto e riconosciuto in tutto il mondo – è la vera star orobica. Nel 2015 a Bergamo, con l’arrivo di Francesco Micheli alla direzione artistica del festival, ha inizio la «Donizetti Revolution», un programma per la riscoperta e la divulgazione del compositore. Il 29 novembre non può così che essere una data significativa per il patrimonio culturale della città e, in particolare, un momento di gioia e commemorazione per il festival «Donizetti Opera», che non fa mancare nulla: persino la torta con le candeline! Cosa avrebbe pensato Gaetano se avesse potuto fare un salto nel futuro? Sarebbe stato d’accordo con noi?

Francesco Micheli
(Foto Rota)

Quest’anno gli eventi della giornata comprendono appuntamenti diversi – nella commistione di più generi musicali che vanno dalla musica classica all’elettronica – pensati per avvicinare all’opera un pubblico eterogeneo. Non solo tradizionale, quindi, ma anche fluido e anticonvenzionale, sono le parole chiave di «Happy Birthday Gaetano!».

«Proletario» e cosmopolita

Si comincia come sempre al mattino con l’«Elevazione musicale» in collaborazione con il Conservatorio di Bergamo, il Liceo classico Sarpi e la Fondazione MIA. Il concerto si svolgerà in un luogo rappresentativo come la Basilica di Santa Maria Maggiore in Città Alta, che ospita le spoglie del compositore bergamasco e del suo maestro, Giovanni Simone Mayr.

Nel pomeriggio, alle ore 18 presso la libreria Incrocio Quarengh i, seguirà la presentazione della nuova monografia dedicata al compositore, dal titolo «Donizetti», (ed. Il saggiatore 2022) scritta da Luca Zoppelli. Nel saggio, disponibile in tutte le librerie, l’autore racconta il compositore bergamasco come un artista moderno e pragmatico, che difende le proprie idee, al contempo capace di creare dei capolavori «a partire dalle sensibilità, dai codici dalle condizioni materiali che lo circondano». Così, per esempio, le origini proletarie ritornano nell’attenzione verso gli umili in «Elisir d’amore» o «La Fille du régiment», mentre la vasta cultura letteraria e l’indole cosmopolita emergono nell’esplorazione di generi come l’opera romantica frenetica «Lucrezia Borgia», il dramma musicale politico, o il grand-opéra francese «Dom Sébastien».

In «Donizetti», Luca Zoppelli ci accompagna lungo il percorso che ha portato un ragazzino povero e dalla voce sgraziata, ma vivacissimo d’ingegno, instancabile, ironico e malinconico, attraverso ambienti musicali e culturali diversissimi, fino a divenire il compositore più rappresentato nei teatri dell’Europa intera: l’autore di un arcipelago drammatico e musicale fonte inesauribile di scoperte e di meraviglia.

Siete tutti invitati!

La giornata dedicata al «Dies Natalis» del compositore si chiuderà con «Happy Birthday Gaetano!», alle ore 19:00. «Può il ridotto di un teatro trasformarsi in un disco club? Se è per festeggiare Gaetano, sì!», annunciano gli organizzatori. Martedì 29 novembre il ridotto Gavazzeni del Teatro Donizetti diventerà un club per una sera: musica elettronica, dj set e drag performers. Una vera e propria festa di compleanno tra cabaret queer di Drama Milano e la musica di «Mixopera», i due EP che hanno visto la collaborazione di Fluidostudio, etichetta e casa di produzione milanese, con il Festival «Donizetti Opera» e una partnership editoriale con il magazine musicale Rockit. Un progetto di musica elettronica ispirato alle opere di Donizetti presente su tutte le piattaforme di streaming (Spotify, iTunes, Amazon Music, YouTube Music). Un lavoro collettivo affidato ad artisti contemporanei con l’obiettivo di avvicinare il pubblico alla musica classica, attraverso la reinterpretazione – non solo musicale, ma anche di fruizione – di alcune delle opere del grande compositore italiano.

È infatti disponibile dal 17 novembre su tutte le «Mixopera vol. 2», composto da cinque nuovi brani, che spaziano da cover, remix, ed anche brani originali ispirati alla produzione di Donizetti. Sono presenti tutte le opere in programma quest’anno: «Chiara e Serafina» con una cover di Oberdan intitolata «Tremante, Smarrito»; «L’aio nell’imbarazzo» e «La favorite» rispettivamente con un Overture Remix di Playgirl from Caracas e un Ballabile Remix di Hey Cabrera! e una traccia intitolata «Dispersion» di David Blank, che anticipa un brano composto per «Lu OperaRave», in scena nel 2023.

La serata al ridotto Gavazzeni prevede una line up pazzesca portata a Bergamo dal collettivo Fluidostudio e Drama Milano, già mattatori delle notti milanesi. Una festa in piena regola – con tanto di torta – per spegnere insieme le candeline del 225° compleanno. Fra gli ospiti la cantante violinista H.E.R., il Romantico con le sue linee ipnotiche dal ritmo ostinato, Protopapa, Nat Drag King, Gin Gin Mezzanotte e l’icona assoluta delle notti bergamasche: Miss Divina, l’artista drag che ha da poco soffiato trenta candeline di carriera tra paillettes, tacchi vertiginosi e umorismo. L’ingresso per la serata prevede un costo di 10 euro compresa la consumazione prenotando sul sito donizetti.org.

Approfondimenti