93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Il menù di arti comiche in salsa orobica di Eccentrici Night

Articolo. L’Orobic Edition dello spettacolo Ambaradan. Unico appuntamento dell’anno di una serata di varietà con musica, clownerie, danza, canzoni e colpi di scena. Appuntamento il 14 agosto alle 21.30 per Lazzaretto On Stage

Lettura 2 min.
Lorenzo Baronchelli

Signore e signori, venerdì 14 agosto alle 21.30 al Lazzaretto si ride. La colpa è tutta di una gang di comici, danzatori, acrobati, musicisti, attori e attrici bergamaschi d’esportazione, attivissimi in Italia e all’estero, spesso poco conosciuti in città. Un presentatore igienista un filo ipocondriaco apre la serata portando sul palco Matè Teatro, O’Cipher Company, BrassatoDrum e una serie di ospiti a sorpresa in occasione di Eccentrici - XVI Rassegna Internazionale di Arti Comiche a cura di Ambaradan.

La serata del Lazzaretto sarà l’unico appuntamento del 2020 di questo festival, che da anni si svolge a Bergamo, dove ha debuttato tra il Polaresco e il cortile di Palazzo Frizzoni” spiega Lorenzo Baronchelli di Ambaradan, organizzatore e artista della comicità visuale, quella che fa ridere non tanto per ciò che si dice, ma per le gag e la fisicità dei performer.

BrassatoDrum

All’estero la chiamano physical comedy o visual comedy : è un tipo di comicità fuori dagli schemi in cui si mescolano la clownerie, il circo, la musica, la danza e tutti i modi in cui si può far divertire il pubblico in scena, senza per forza usare solo le parole, come accade negli show televisivi, che principalmente strappano una risata con una battuta”.

Oltre ad aver fatto tappa al Fringe di Edimburgo, uno dei festival del genere più prestigiosi al mondo, Baronchelli è arrivato anche in tv, approdando a Zelig con gli Slapsus, un quartetto che proponeva uno sketch di nuoto sincronizzato diventato un tormentone, estratto dal suo spettacolo teatrale “Fair Play”, dedicato allo sport.

O’Cipher Company

L’assenza della parola della visual comedy o il suo uso molto ridotto, rende la comicità comprensibile da chiunque, a prescindere dalla lingua che parla. Pensiamo al cinema muto di Chaplin o Buster Keaton: questi grandi venivano dal mondo dei varietà dei teatri, dove la gente che all’epoca non aveva la tv, andava per svagarsi. Accanto al teatro di testo drammatico, c’erano queste realtà più leggere ma non meno professionali: il mimo, il circo o l’acrobazia richiedono un grandissimo lavoro e un’esperienza tecnica frutto di una preparazione di anni, non ci si improvvisa”.

Riuscire a far ridere il pubblico è una faccenda tremendamente seria: non si scherza sulla preparazione, anche se poi quello che si vede in scena sembra fluire spontaneamente e tutto appare naturale. “C’è un buon mix di esperienza e di capacità di improvvisazione, dato proprio dal padroneggiare le tecniche, ma pure tanto divertimento, anche per noi quando saliamo sul palco. Al Lazzaretto proporremo un format creato apposta per la serata, un varietà con una serie di ospiti che si alterneranno in scena sul tema delle eccellenze orobiche, un omaggio a Bergamo, rigorosamente in stile Eccentrici”.

Matè Teatro

Diversamente dalle edizioni passate, che avevano una vocazione internazionale, in questo caso gli artisti saranno bergamaschi attivi e noti all’estero, “una scelta data dalla pandemia e dalla volontà del Comune di Bergamo di offrire un’opportunità di lavoro agli artisti di città e provincia costretti a rimanere fermi in questi mesi e chissà ancora per quanto. Io ho fatto l’ultimo spettacolo a gennaio e ho ripreso solo a luglio, grazie al programma ‘Affacciati alla finestra’: una serie di appuntamenti organizzati dall’amministrazione nei quartieri, per far lavorare gli artisti locali, penalizzati dall’emergenza sanitaria”.

In scena al Lazzaretto per Eccentrici Night ci sarà la musica di BrassatoDrum, una band dall’animo clownesco, che incontra un sassofonista francese che pare Napoleone, i monologhi di Alessandra Ingoglia e Maria Teresa Galati che insieme sono le Matè Teatro; e ancora hip hop, swing e jive su cui si muoveranno le danzatrici Chiara Crovetto e Alessia Nava della compagnia O’Cipher, catapultando il pubblico nell’esilarante turbine di gag di un ristorante che deve aprire: un’attività enogastronomica made in Bergamo, che non risparmierà trovate esilaranti, a cui seguiranno ospiti a sorpresa, colpi di scena e risate.

Sito di Ambaradan

Approfondimenti