93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home
SPONSORIZZATO

La Millegradini se le articolazioni non sono più quelle di una volta

Intervista. Appassionati di jogging operati di protesi o con le articolazioni usurate… la parola sport è da dimenticare? Questi i consigli del dottor Francesco Verde, Responsabile dell’Unità Funzionale di Chirurgia protesica di Anca e Ginocchio di Humanitas Gavazzeni, Bergamo.

Lettura 1 min.

È possibile prevenire l’usura delle articolazioni?

«La prevenzione è legata a sani stili di vita: mangiare correttamente, non mettere su peso in eccesso, muoversi tutti i giorni. Oltre alla camminata, bisognerebbe svolgere con regolarità dell’attività fisica un po’ più intensa, perfetta sarebbe una ginnastica che impegni tutte le articolazioni e rafforzi i muscoli. Muscoli forti consentono di avere articolazioni forti».

Chi ha subito un intervento di protesi all’anca o al ginocchio può fare sport?

«Parola chiave: recupero! Dopo un intervento di protesi, i muscoli si indeboliscono e vanno rafforzati fino a recuperare il tono muscolare precedente all’intervento. Quindi sì a un recupero progressivo con una buona fisioterapia, soprattutto per quelle persone che sono arrivate all’intervento senza avere una forma fisica ideale».

Se compare dolore alla ripresa dell’attività sportiva?

«Nel caso in cui il dolore sia persistente, bisogna fermarsi e mettere a riposo l’articolazione. Poi può essere utile assumere antinfiammatori per circa una settimana, sempre su consiglio del medico. Se dopo questo periodo il dolore è scomparso si può riprendere progressivamente l’attività sportiva, in caso contrario è meglio un consulto specialistico».

Ci sono sport da evitare?

«È meglio evitare gli sport da contatto come calcio, basket, arti marziali. La corsa può accelerare la velocità di usura dell’articolazione e per questo non è consigliabile a tutti. Uno sport a basso carico, perfetto anche per chi ha subito questo intervento, è il nuoto. Camminare, andare in bicicletta, dedicarsi ad attività di palestra - sempre anticipando al personal trainer la propria condizione - possono essere ottimi modi per tenersi in forma».

Succede di doversi ri-sottoporre a intervento?

«Parliamo di oggetti meccanici e di articolazioni sottoposte a notevoli carichi, quindi l’usura è da mettere in conto. Per questo il percorso del singolo paziente deve essere deciso con la massima precisione, tenendo conto di tanti fattori tra cui l’età. Dopo l’intervento di protesi, gli esami di controllo ci danno un aiuto per capire lo stato dell’articolazione».

(Humanitas Gavazzeni sponsor scientifico della manifestazione)

Approfondimenti