93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home
SPONSORIZZATO

Under Water Music Fest, la musica a Bergamo ha una nuova voce

Articolo. Dal 9 al 11 luglio a Covo arriva la primissima edizione di un appuntamento musicale totalmente nuovo. Con tre serate dedicate ognuna a un genere differente

Lettura 4 min.

Un nuovo festival musicale in Bergamasca. Già questa è una notizia che deve mettere di buon umore. Dopo tanta difficoltà del settore e nonostante una ripartenza che non può coinvolgere ancora tutti, fra chi resiste e chi spera nel prossimo anno, c’è qualcuno che tenta di piantare il seme di una nuova iniziativa sul nostro territorio. Ancora di più: sono giovani, volenterosi e desiderosi di condivisione. Un mix praticamente perfetto per una prima edizione a cui si spera di aggiungerne tante altre.

Partiamo dall’inizio. Under Water Music Fest si svolgerà da venerdì 9 a domenica 11 luglio presso il laghetto Santa Barbara Wakeboard, a Covo, nella Bassa Bergamasca. La location è di quelle che fanno venire l’acquolina in bocca. Si tratta, infatti, di una cava che è stata oggetto di un importante recupero ambientale, che ha dato origine a un’oasi di relax in provincia. Un laghetto artificiale e balneabile, una spiaggia e un’area verde sono gli elementi che caratterizzano questo spazio da vivere per amici e famiglie e, da qui, il nome del festival che invita a “mettere la testa sott’acqua” per rilassarsi e vivere l’estate.

Grazie a questa location il festival prevede sia un biglietto di ingresso al concerto che un biglietto cumulativo che comprende l’accesso alla spiaggia e il concerto a seguire, così chi desidera progettare una giornata sentendosi in vacanza potrà farlo senza uscire dalla provincia.

Ad organizzare il tutto è stata la ProLoco di Covo e la referente per il festival Beatrice Castelli spiega: “L’idea di un festival musicale che raccogliesse l’eredità del Cultural’mente Festival è venuta l’anno scorso, ma solo quest’anno abbiamo potuto concretizzarla. Under Water è fatto di tre giornate di musica, workshop per bambini e adulti, track food, spiaggia e l’idea è proprio quello di dare vita a qualcosa di nuovo per la Bassa, ma in generale per il territorio e l’interesse che ci sta arrivando anche da fuori provincia ci mostra che siamo sulla strada giusta”.

Gli organizzatori, come spiega Beatrice, si ispirano ai festival che più hanno amato, oltre a quelli sparsi nella provincia di Bergamo, anche il Mi Ami, l’Apolide Festival e in generale tutti quegli appuntamenti che riescono a ben coniugare musica e natura. “Vogliamo essere plastic-free fin da subito e fare in modo che i principi di sostenibilità ambientale ci appartengano già dalla prima edizione”.

Wilma Seghezzi, presidente ProLoco Covo ha spiegato: “È un grande progetto che ci fa sperare, che ci porterà di nuovo a poter sognare. Sono stati mesi di duro lavoro da parte di tutto lo staff per costruire questo evento”.

Tre serate di musica

Per quanto riguarda la music, invece, le tre serate in programma hanno tutte un carattere ben definito.

Venerdì 9 Luglio è il pop a farla da padrone. Si inizia con Angelica, emergente cantautrice italiana, che battezzerà ufficialmente il festival per poi lasciare spazio alla big della serata, Federica Carta, cantante lanciata dal talent Amici e giunta sul palco di Sanremo nel 2019. Il suo ultimo singolo “Tocca a me”, in featuring con Mydrama, parla di diversità e l’artista ne porterà una versione anche sul palco di Covo.

Angelica e Federica Carta

All’elettro-pop si ispira la programmazione della seconda serata, quella di sabato 10 luglio aperta dai John Qualcosa, duo bergamasco nato una decina di anni fa e composto da AmbraMarie e Raffaele D’Abrusco. A seguire la giovane campana Svegliaginevra con all’attivo una serie di singoli come “Punto” che la includono fra le artiste da tenere d’occhio del panorama italiano, in attesa di un primo disco vero e proprio. Guest della serata, però, sono senza dubbio i Bowland, band italo-iraniana che grazie a X-Factor 2018 è riuscita a farsi conoscere e apprezzare dal grande pubblico, portando sul palco atmosfere inconsuete e una musicalità decisamente diversa rispetto all’indie pop di cui sono carichi i palchi estivi.

John Qualcosa, Bowland e Svegliaginevra

Indie che non mancherà nemmeno all’Under Water Music Fest e che arriva durante l’ultima serata, quella di domenica 11 luglio. Si apre infatti con la band toscana Tonno anche loro protagonisti di una serie di singoli, ma non ancora di un album d’esordio, e si prosegue con Scarda, che ha da pochissimo pubblicato il suo terzo disco “Bomboniere”, un album definito “poetico, gentile, coerente che arriva forte, colpisce ma abbraccia”.

Giancane, Scarda e Tonno

A chiudere questa edizione e salire sul palco domenica da guest arriva Giancane, cantautore romano irriverente, dall’animo rock e la voce ruvida, appartenente a quel mondo culturale che con Zerocalcare viene dall’underground per raccontare in maniera un po’ spietata e divertita le piccolezze e le storture della quotidianità.

Vademecum per la perfetta partecipazione al festival

Qualche informazione dettagliata è sempre utile in questi appuntamenti, ma ancora più in questo caso, dato che parliamo di un festival tutto nuovo.

Tutto parte alle ore 18 del 9 luglio. Il festival è a pagamento con mille biglietti a disposizione ogni sera, acquistabili dal sito. Per ogni serata il costo del biglietto è di 10 euro, mentre l’abbonamento a tutte e tre le sere costa 25 euro.

Sabato e domenica la spiaggia apre alle 11, mentre i workshop si svolgono nel pomeriggio. Dalle 18 apre l’area street food, mentre alle 20 iniziano i concerti. Se si desidera stare in spiaggia tutta la giornata e godersi anche i live in programma allora i biglietti da acquistare salgono a 15 euro. Non sarà necessario avere né green pass, né tampone, ma occorre presentarsi soltanto con biglietto e mascherina. Non si parcheggia direttamente alla cava, ma saranno istituite delle aree parcheggio apposite, così da contaminare il meno possibile l’area verde riservata al festival. Dai due parcheggi Italtrans di Calcio e Covo partiranno ogni 15 min, a partire dalle 17.00, i bus navetta gratuiti.

In alternativa per chi abita a Covo, Antegnate e Romano di Lombardia, ci sarà la possibilità di raggiungere la location in bicicletta e l’Under Water Music Fest offrirà in cambio una birra ai ciclisti. I workshop pomeridiani sono a tema yoga, pilates, danza verticale, laboratori creativi per bambini. Anche in questo caso i posti sono limitati e prenotabili direttamente dalle pagine social dell’evento.

In generale per rimanere costantemente aggiornati è utile seguire la pagina Instagram o la pagina Facebook, nonché il sito. Saranno date comunicazioni in merito anche alla possibile presenza di un maxi schermo nel caso in cui, incrociando le dita, l’Italia dovesse guadagnare la finale europea dell’11 luglio.

Sito Under Water Music Fest

Approfondimenti