93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home
SPONSORIZZATO

Creattiva: anche L’Eco Cafè è “a misura d’arte”

Articolo. Da oggi a domenica 3 ottobre, la redazione itinerante di L’Eco di Bergamo ed Eppen accoglierà gli amanti dell’hobbistica e del “fai da te” alla Fiera Nazionale delle Arti Manuali

Lettura 4 min.

“Fatto?” domandava Giovanni Muciaccia a tutti i bambini che, come me, si incollavano alla televisione dopo la scuola e costringevano mamma e papà a realizzare con loro piccole opere d’arte. Certo, quando Mister Art Attack domandava “Fatto?”, alla maggior parte di noi capitava di essere ancora all’inizio, a chiedersi se il foglio andasse piegato a destra o a sinistra.

Ho smesso di guardare programmi per bambini ormai da qualche anno, ma la passione per il “fai da te”, la carta velina e gli acquerelli non è mai andata via del tutto.

Creattiva – Fiera Nazionale delle Arti Manuali è l’appuntamento organizzato da Promoberg per tutti coloro che, come me, hanno scoperto il magico mondo della manualità e del bricolage da bambini, costruendo casette con la pasta di sale o facendo navigare barchette di carta su mari di cartone.

L’Eco Café a Mapello
(Foto Paolo Magni)

Creattiva è anche l’appuntamento per chi si è dato al taglio e cucito per la prima volta durante il lockdown, cercando nuovi stimoli con cui tenere la mente e il tempo occupati. È l‘appuntamento per le mamme che non hanno mai pensato a una carriera da artiste, ma dopo la nascita dei loro bambini sono riuscite a trasformare un vecchio straccio in un vestito per bambole.

Last but not least, Creattiva è l’appuntamento per chi non ama molto le attività manuali, ma è solito depredare i mercatini di orologi decorati a mano, collanine, braccialetti homemade e tazzine di ceramica.

L’Eco Cafè a Creattiva

Il “fai da te” è bello. Il “facciamo da noi”, a mio parere, lo è ancora di più. La pandemia ha messo a dura prova la dimensione del “noi”. Da marzo 2020 in avanti, molti di noi si sono fatti assalire dal cinismo, dalla rabbia, dalla paura del virus, ma anche delle difficoltà relazionali che il virus e le misure di prevenzione al contagio hanno portato con sé.

Relazionarsi con l’altro a distanza di sicurezza, dietro una mascherina FFP2, non è facile. Eppure, proprio perché costretti a fare i conti con la solitudine e con la difficoltà di costruire relazioni, ci accorgiamo sempre di più di quanto queste relazioni siano necessarie. La relazione è ciò che rende gli animali uomini. Ciò che rende un gruppo indefinito di persone una comunità.

La redazione di L’Eco Cafè crede da sempre che non si possa fare buon giornalismo senza intessere e coltivare relazioni. Forte di questa consapevolezza, da giovedì 30 settembre a domenica 3 ottobre, il team itinerante di L’Eco di Bergamo ed Eppen incontrerà gli amanti dell’hobbistica e delle arti manuali proprio all’ingresso della Fiera di Bergamo.

Prima di costruire il vostro vasetto di ceramica, fermatevi presso il nostro stand, all’ingresso della Fiera. Potrete sorseggiare un buon caffè Poli, sottoscrivere un abbonamento a prezzo promozionale a L’Eco di Bergamo, Orobie e Corner e condividere le vostre idee.

Lo stand di L’Eco Cafè sarà un punto di partenza non solo per i singoli e le famiglie che visiteranno la Fiera, ma anche per le comitive di appassionati che ogni anno sono disposti a fare chilometri e chilometri in bus da ogni parte di Italia per partecipare alla manifestazione. Alle comitive, gli organizzatori di Creattiva hanno dedicato un’intera sezione sul sito fieracreattiva.it (“visitatori - gruppi e bus”) per chi desidera prenotare il proprio posto su un bus, oppure raccogliere adesioni e creare un nuovo gruppo. I bus organizzati sono già una quindicina: sono in partenza da Varese, Genova, Alba, persino da Macerata.

L’obiettivo di L’Eco Cafè è molto chiaro: raccogliere e raccontare – in tutta sicurezza – storie di bergamaschi-artisti e storie di comitive in bus che faranno tappa a Bergamo per “creare” qualcosa insieme.

Cosa troverete in Fiera

Che vi siate riconosciuti in una di queste categorie di persone, o che siate semplicemente curiosi, segnatevi Creattiva in calendario. Da giovedì 30 settembre a domenica 3 ottobre, la Fiera di Bergamo accoglierà sui suoi 16mila metri quadrati ben 175 espositori provenienti da ben 14 regioni diverse e 8 paesi esteri: Francia, Spagna, Germania, Polonia, Malta, Svezia, India ed Ecuador (ne abbiamo parlato più approfonditamente qui).

Tra gli stand italiani e stranieri, gli appassionati di hobbistica e di “do it yourself” troveranno tutto ciò che occorre per realizzare qualsiasi tipo di lavoro: dalla bigiotteria al ricamo, dal cucito creativo al patchwork. In Fiera, ci sarà anche modo di portarsi avanti comprando (o fabbricando al momento) anche i regali di Natale. Cosa c’è di più bello che colorare il proprio albero con palline e addobbi personalizzati o regalare biglietti di auguri diversi da quelli – banalissimi – in esposizione nei supermercati?

Sono molti i corsi e le dimostrazioni in programma quest’anno. I visitatori potranno passeggiare per “Creattiwood”, un’area ad hoc dove poter assistere in diretta alla creazione di oggetti in legno, oppure fermarsi a “Wrap on the road”, un nuovissimo spazio tutto dedicato al settore babywearing, alto contatto e maternage.

A scuola di creatività

Come ogni anno, gli organizzatori di Creattiva dedicano grande attenzione al mondo della scuola. Il 5 ottobre del 2021 si celebrerà il “World Teachers’ Day”, la giornata mondiale destinata dall’UNESCO agli insegnanti. Delle opportunità e degli svantaggi della didattica a distanza, delle sfide e delle trasformazioni che la scuola ha affrontato negli ultimi due anni e del ruolo dei professionisti della formazione, se ne parlerà domenica 3 ottobre alle 10.

Il convegno “Nuovi alfabeti: la scuola dopo la pandemia” avrà come relatori Pier Cesare Rivoltella, Professore Ordinario presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore esperto di Didattica e Pedagogia Speciale; Cristiana Ottaviano, Professoressa Associata presso l’Università degli studi di Bergamo dove si occupa di Sociologia dei Processi Culturali e Comunicativi, e Giuseppe Scaratti, Professore Ordinario presso l’Università degli studi di Bergamo esperto in Psicologia del Lavoro e delle Organizzazioni.

All’incontro, seguiranno tre laboratori nel pomeriggio, riservati agli insegnanti, gratuiti e accessibili previo accredito sul sito teachersday.it (qui qualche info in più).

Di scuola, non basta parlare. A Creattiva, si farà anche scuola. Sei ragazzi delle classi quinte dell’Istituto di Istruzione Superiore “Caterina Caniana” – Polo della Grafica e della Moda di Bergamo, in alternanza scuola-lavoro, realizzeranno video e fotoreportage e si occuperanno della comunicazione dell’evento sui social network di Creattiva.

Inoltre, seguendo una tradizione ormai decennale, trenta studentesse dell’Istituto Professionale Settore Tessile, Abbigliamento e Sistema Moda gestiranno a turno uno stand in cui esporranno i capi d’abbigliamento confezionati in classe e realizzeranno al momento mascherine, astucci ed elaboratissime trousse.

Sito L’Eco Café

Approfondimenti