93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Innovation Run, la 10.000 per gli «sportivi innovatori» bergamaschi

Articolo. La prima edizione della corsa podistica “verso il futuro” si terrà domenica 10 aprile al Kilometro Rosso, nella nuova sede di Confindustria. Già sold out questa prima edizione

Lettura 4 min.
Gli atleti provano il percorso (Foto di Cristian Riva)

Chi imbocca quotidianamente l’A4 in direzione Milano si è chiesto più volte cosa ci sia dietro quel lungo muro rosso. O meglio, chi ci sia dietro. La risposta, forse, non la conoscono in molti. O, se la conoscono, forse non sanno darne i numeri: il Parco Scientifico Tecnologico Kilometro Rosso è sede di oltre settanta aziende, laboratori, centri di ricerca, per un totale di duemila persone tra addetti, ingegneri, ricercatori, professori d’università. È un luogo di innovazione, scambio, contaminazione tra servizi professionali e alta formazione, idee che prendono forma e diventano progetti. Da qualche mese, è anche la nuova sede di Confindustria Bergamo.

Non è finita qua. Perché domenica 10 aprile il Kilometro Rosso si trasformerà in un terreno di gara. Ospiterà infatti la prima edizione dell’Innovation Run, una gara competitiva di 10 km inserita nel calendario ufficiale del 2022 della FIDAL (Federazione Italiana di Atletica Leggera).

«Sarà il primo evento sportivo realizzato all’interno del campus», spiega Massimiliano Pezzoni, event manager di Map Comunicazione. «L’idea era quella di dare vita a una manifestazione in un posto unico, dalla rilevanza nazionale, un posto che viene spesso percepito come esclusivo, intoccabile. Un luogo che si vede dall’autostrada, che nessuno ha mai visitato, ma che per la prima volta si rende accessibile a tutti».

Il percorso

Il ritrovo è alle ore 8, si comincerà a correre alle 10. Potranno partecipare alla gara tutti gli atleti che appartengono alle categorie Juniores M/F, Promesse M/F e Seniores M/F. A raccontare il percorso è Vladimir Maffeo, responsabile tecnico della manifestazione. È stato lui a idearlo e testarlo, perché prima ancora che organizzatore («ho fatto quello che si suol dire “lavoro sporco”, contattando gli atleti, tutti di primissima fascia a livello nazionale e radunando volontari, lo staff della protezione civile e il presidio sanitario»), Maffeo è appassionatissimo runner .

Prova del percorso
(Foto Cristian Riva)

La gara – un percorso omologato di 10 km su 8 metri di dislivello – prevede tre giri intorno al campus, con una piccola appendice nel comune di Stezzano. «L’Atletica Stezzano (di cui Maffeo è presidente, ndr) ci ha dato una mano enorme, così come tutta la comunità e le amministrazioni. Senza di loro non si potrebbe fare niente».

Vladimir non è nuovo all’organizzazione di competizioni. Ne ha gestite molte a livello locale, come la Murlansì Vertical Run Race (di cui abbiamo parlato in questo articolo). Mentre parla dell’Innovation Run, sente però salire la pelle d’oca. «È un sogno che si avvera. L’idea mi è balenata in testa durante la pandemia. Volevo dare un segnale forte al Nord Italia e a Bergamo, dire che ci siamo, che siamo vivi, e che noi bergamaschi non siamo solo il paese più colpito dal virus».

La scelta del Kilometro Rosso come sede di gara è venuta da sé. «Mi sono chiesto: dove la facciamo? La risposta è stata questa: dentro la zona più tecnologica della nostra provincia, un luogo dove le aziende cercano il massimo dello sviluppo. Credo che anche la corsa sia un mettersi in gioco, un andare oltre i limiti. Il corridore cerca la massima espressione personale, il lavoratore al Kilometro Rosso la massima espressione lavorativo».

(Foto Cristian Riva)

Ci vuole coraggio ad organizzare un evento completamente nuovo, in un periodo storico in cui molte grandi manifestazioni faticano a ripartire. «Ci hanno detto che siamo dei folli», ammette Maffeo. «Folli a metterci a organizzare un evento da zero, quando anche gli eventi più noti, più blasonati, non organizzano nulla per il – giustissimo – timore di dover annullare tutto». Nelle parole del responsabile, c’è tanta voglia di tornare a correre, e farlo insieme. La partenza sarà mass start, come non si vedeva da tempo, nel rispetto ovviamente di tutte le norme di minimizzazione del rischio (obbligo di mascherina in partenza e almeno per i primi 500 metri di corsa).

In prima linea ci sono già quasi 600 iscritti, tra cui alcuni importanti runner italiani: Marco Salami, Giovanna Epis (che detiene il quinto miglior tempo italiano di sempre nella maratona), René Cunéaz, Stefano La Rosa e il campione italiano in carica di maratona Antonino Lollo.

Sport e impresa

Non è una palestra, né una pista, e nemmeno un’arena. Ad un primo sguardo, la location dell’Innovation Run potrebbe sembrare anomala. Eppure, tra sport e impresa ci sono molti elementi in comune. C’è l’ambizione, l’impegno di chi fa di tutto per raggiungere un obiettivo, che sia un progetto portato a termine o il superamento di un proprio limite, fisico o psicologico. C’è la fatica individuale che si unisce al lavoro di squadra, essenziale per «fare bene».

(Foto Cristian Riva)

Costanza, ambizione, pazienza, sono anche soft skills fondamentali che lo sport ci aiuta a sviluppare e che il mercato del lavoro ci richiede. Da ultimo, l’organizzazione di una competizione in un luogo “di lavoro” risponde anche alla necessità di promuovere un corretto stile di vita. Perché che fare sport sia indispensabile al benessere fisico e mentale (soprattutto di chi magari trascorre otto ore al giorno davanti al computer) è un concetto ormai assodato.

I partner dell’evento

Oltre ai runner e agli atleti delle associazioni podistiche del nostro territorio, all’evento sarà presente una corposa squadra di partner primari. Confindustria, innanzitutto, con i suoi Giovani Imprenditori, attualmente impegnati in un progetto per la promozione della salute sui luoghi di lavoro.

In prima linea anche Cisalfa Sport, Cornali Gioiellerie e Lodauto, concessionaria Ufficiale di Vendita e Assistenza Mercedes-Benz, AMG, smart e gamma EQ. «La nostra presenza all’evento nasce dal nostro essere parte della comunità bergamasca e dalla volontà di presidiare il territorio di Bergamo con i suoi eventi», ha spiegato Adam Lodovici, presidente CDA Lodauto. «Quest’anno, in particolare, è un anno importante perché festeggeremo i 50 anni di Lodauto. Uniremo perciò la nostra presenza alla celebrazione dell’anniversario».

Lodauto sarà presente alla manifestazione con un prodotto innovativo: EQB, SUV 100% elettrico Mercedes-Benz. Un product expert e una hostess inviteranno gli interessati a un test drive presso le concessionarie del gruppo di Orio al Serio e Zingonia-Verdellino. «Vogliamo portare anche noi la nostra spinta all’innovazione e al futuro, un futuro che mira ad essere sostenibile, a ridurre il più possibile le emissioni. EQB rappresenta la tendenza al prossimo futuro della mobilità: è infatti dotato di un innovativo sistema di intelligenza artificiale MBUX».

Sponsor tecnici della manifestazione saranno invece Pubbliarea e Diadora. Il celebre marchio sportivo, in particolare, fornirà a tutti i runner un’esclusiva maglia tecnica. La troverete – se vorrete partecipare – nel pacco gara, ritirabile insieme al pettorale sabato 9 aprile dalle ore 14 alle ore 18 e domenica 10 dalle ore 7 alle ore 9 presso l’ingresso est del Kilometro Rosso.

Approfondimenti