93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

SEI LA BENVENUTA

Contenitore. Rumori diversi, profumi, odori, sguardi e colori sono a volte luogo di incontro, spesso di scontro. Per annusarsi, conoscersi e includersi, spesso anche solo l’ascolto della storia dell’altra può bastare. Perché siamo donne e la strada della pace, la troviamo per istinto

Lettura 1 min.

Tutte le volte che nella nostra vita siamo state accolte con la frase “Sei la Benvenuta!” abbiamo sentito un’aria profumata di benevolenza e cordialità. Essere la benvenuta in un luogo, fisico come la casa o metaforico come lo spazio interiore, è il primo passo dell’incontro con chi, in qualche modo straniera, esclusa o estranea, si avvicina ad un nuovo territorio.

È questo il nome del progetto dedicato alle donne che Sesaab, Eppen e L’Eco di Bergamo hanno inaugurato quest’autunno per vederne la fioritura a primavera. In linea con i programmi indicati dal Consiglio di Sicurezza delle Nazioni Unite volti alla promozione della pace, abbiamo individuato sul territorio bergamasco luoghi e donne fortemente attivi nelle azioni di garanzia della prevenzione, partecipazione e protezione delle donne.

festa luccicanze
(Foto Collaboratore Eppen)

“Sei la benvenuta” è lo stile che accomuna un comportamento condiviso di solidarietà sociale e politica delle realtà bergamasche che, aprendo la porta della casa e del cuore, si rivolgono a donne che cercano, nella città accoglienza, pace e sicurezza. Le narrazioni di donne straniere, donne in fatica, donne sole ed emarginate, donne nelle sofferenze possono essere testimonianza non solo di bisogni e di richieste, ma di quanto può e deve essere ancora scritto e agito nel nostro territorio.

Daniela Taiocchi e Silvia Barbieri hanno sognato uno spazio dove raccogliere delle storie per farle incontrare e dialogare con le loro emozioni e i loro sentimenti. Grazie ad Adriana Lorenzi, scrittrice delicata e attenta, viene chiesto alle donne di aprire le porte delle case interiori di ognuna per entrare, ma anche per trovare il coraggio di fare entrare l’Altra, straniera alla vita intima, poiché sconosciuta.
Un grande Simposio al femminile a cui convengono anche le bergamasche, con il loro sguardo di cittadine, di madri, di donne impegnate e appassionate. Per tessere insieme dei linguaggi condivisi e trovare parole comuni.

La strada è lunga e intrigante: abbiamo mosso i primi passi con i laboratori di scrittura autobiografica di donne delle comunità Kairos e Agathà, con interviste a donne occupate nel fare anima e alimentare partecipazione, che ci porteranno al 20 giugno, alla Festa delle Luccicanze,un evento di grande presenza attiva delle donne della bergamasca.
In questo viaggio ci accompagneranno tanti sguardi: professioniste, artiste, operatrici, educatrici, volontarie. Tutte chiamate ad essere testimoni di Pace e creatrici di “case”. Intese come luoghi pieni di fiducia, quindi sicuri, ai quali ci aspettiamo se ne uniranno sempre di nuovi.
Lo scopriremo cammin facendo.

Approfondimenti