93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home

Torna (a Daste) la Fiera dei Librai. Ecco tutto quel che c’è da sapere e cosa non perdersi

Guida. Dal 15 al 18 luglio la summer edition del tradizionale appuntamento primaverile sul Sentierone. Fra gli autori protagonisti degli incontri Wu Ming 2, Riccardo Zanotti, Marco Balzano, Telmo Pievani. E diversi laboratori per bambini

Lettura 5 min.
Il manifesto della 62° Fiera dei Librai

Non sarà poi vero che un libro salva la vita, certo può dare una mano nei momenti difficili. Lo ha ricordato nella conferenza stampa di presentazione della Fiera dei Librai 2021 l’assessora alla cultura del Comune di Bergamo Nadia Ghisalberti, di come libri e librerie abbiano svolto un lavoro di sostegno e vicinanza fondamentale durante i mesi più difficili della pandemia.

Del resto, come diceva Groucho Marx, “All’infuori del cane, il libro è il migliore amico dell’uomo. Dentro il cane è troppo scuro per leggere”. Un non-sense che sottolinea come i libri siano un ottimo sostentamento nella vita di una persona. Come dicevamo nell’articolo su Fiato ai Libri, non conta cosa si legge, ma come un libro sappia darci qualcosa di quello che cerchiamo: risposte esistenziali, divertimento, distrazione, parole “pulite” nel marasma quotidiano dei media e soprattutto dei social etc. Insomma, a ognuno il proprio libro, purché si legga – e siccome il clima di questo articolo vuole essere leggero e positivo, non citerò i dati sulla lettura in Italia, nonostante i lockdown abbiano dato una sensibile scossa all’insù alle statistiche.

Daste

La 62° edizione della Fiera dei Librai, che quest’anno si svolge in una summer edition breve ma intensa dal 15 al 18 luglio 2021 a Daste in Celadina (via Daste e Spalenga 13) è una sorta di piccola grande celebrazione del libro (ce ne sono a migliaia, per adulti e piccini, negli stand della fiera) e dei librai (quelli indipendenti, lontani da quelle logiche da supermarket di certe catene). L’anno prossimo si spera in condizioni favorevoli per tornare sul Sentierone, intanto per quattro giorni il Carroponte, spazio eventi e cuore dell’edificio, si trasformerà in una grande libreria dove sarà possibile trovare un’ampia offerta di titoli tra romanzi, saggi e volumi per ragazzi. Nella piazza Fabrizio De André, antistante Daste, si svolgeranno tutti gli incontri con gli autori, sperando che non faccia troppo caldo.

Il programma

Gli incontri saranno 11, abbastanza variegati e quindi per pubblici diversi. Si parte giovedì 15 luglio con Wu Ming 2 e “Il sentiero degli dei. Un racconto a piedi tra Bologna e Firenze” (Feltrinelli, ore 20.30) a cui seguirà Enrico Camanni con “La discesa infinita. Un mistero per Nanni Settembrini” (Mondadori, ore 22).

Venerdì 16 luglio toccherà a “Soggetti smarriti. Il museo alla prova del visitatore” (Editrice Bibliografica, ore 18.15) di Giovanna Brambilla; alle 19.30 Don Antonio Mazzi presenterà “La speranza è una bambina ostinata. Pensieri notturni di un sognatore centenario” (Piemme); infine Matteo Colleoni, Luigi Sorzi e Daniele Rocchetti illustreranno la ricerca “Nuove forme di povertà e marginalità sociale in provincia di Bergamo” in collaborazione con Fondazione Istituti Educativi Bergamo.

Riccardo Zanotti dei Pinguini Tattici Nucleari

Sabato 17 luglio via con Valentina D’Urbano e “Tre gocce d’acqua” (Mondadori, 18.30); Riccardo Zanotti con “Ahia!” (Mondadori, ore 20.30) in dialogo con la nostra Astrid Serughetti (al libro avevamo dedicato un pezzo tempo fa); e i Volontari del progetto S.U.P.E.R. chiuderanno la giornata parlando del libro “Bergamo resiste. Storia di Superbergamo, solidarietà e attivismo al tempo del Covid“ (People, ore 22). Ne abbiamo parlato qui.

Domenica 18 luglio appuntamenti con nomi importanti come Marco Balzano che presenterà “Quando tornerò” (Einaudi, ore 19); Telmo Pievani con “Finitudine, un romanzo filosofico su fragilità e libertà” (Raffaello Cortina Editore) e “Viaggio nell’Italia dell’Antropocene. La geografia visionaria del nostro futuro” (Aboca Edizioni, ore 20.30). Chiude la Fiera Ctrl che propone “Gli estinti. Anime e luoghi che furono e che sono” (Ctrl, 22).

Cosa non perdere

Proviamo a fornirvi una breve bussola, senza voler sminuire gli incontri non citati.

Giovedì 15 è buona cosa esserci per l’incontro con Wu Ming 2: “Il sentiero degli dei. Un racconto a piedi tra Bologna e Firenze” narra l’idea di scavalcare a piedi l’Appennino, per scoprire il mondo che i nuovi treni Bologna-Firenze ad Alta Velocità attraverseranno in galleria, senza poter dedicare al paesaggio nemmeno uno sguardo. Con l’autore Daniela Morandi, giornalista Il Corriere della Sera Bergamo.

Venerdì 16 fra Giovanna Brambilla e Don Mazzi scegliamo la presentazione del documento “Nuove forme di povertà e marginalità sociale in provincia di Bergamo” con Matteo Colleoni professore ordinario di Sociologia dell’Ambiente e del Territorio del dipartimento di sociologia e ricerca sociale dell’Università degli Studi di Milano Bicocca, Luigi Sorzi presidente della Fondazione Istituti Educativi di Bergamo e Daniele Rocchetti presidente delle A.C.L.I. di Bergamo. Di povertà e dei motivi di tale condizione non si parla mai abbastanza: qui il focus è sulla situazione bergamasca, analizzata grazie a una ricerca promossa dalla Fondazione Istituti Educativi di Bergamo. A dialogare con i tre relatori Diana Noris, giornalista di L’Eco di Bergamo.

Telmo Pievani

Bergamo resiste. Storia di Superbergamo, solidarietà e attivismo al tempo del Covid” di Carmen Pellegrinelli e Laura Lucia Parolin è l’appuntamento da non perdere di sabato. Vi anticipiamo solo che Superbergamo, con le sue attività solidali durante la pandemia, è stata una rete di quasi 300 persone, che si è moltiplicata in una serie di azioni solidali sulle nuove povertà, sull’educazione non formale, sul sostegno alle persone migranti, sul supporto alla cultura e allo spettacolo dal vivo. Volontarie e volontari del progetto Supporto Unitario Popolare e Resiliente (appunto S.U.P.E.R.) saranno presenti per raccontare l’esperienza.

Infine domenica 18 la presenta di Telmo Pievani, come del resto quella di Marco Balzano, impreziosisce la rassegna. Pievani presenterà “Finitudine, un romanzo filosofico su fragilità e libertà” e “Viaggio nell’Italia dell’Antropocene. La geografia visionaria del nostro futuro”. Il primo racconta, fra finzione e realtà, come la scienza abbia svelato la finitudine di tutte le cose: dell’Universo, della Terra, delle specie, di ognuno di noi. Del secondo, un libro sorprendente e provocatorio, che immagina come cambierà la geografia dell’Italia se non saremo capaci di arretrare gli effetti del cambiamento climatico, abbiamo parlato nel dettaglio qui. Telmo Pievani sarà intervistato da Carlo Dignola, giornalista di L’Eco di Bergamo.

E per i bambini?

Non è che il trasferimento a Daste o la summer edition abbiano indotto a dimenticare i più piccoli. Per loro laboratori creativi e manuali, rivolti ai bambini dai 4 anni ai 12 anni, a cura di kiwilab, piccolo atelier che esplora i settori dell’handmade e dei linguaggi visivi, creando connessioni virtuose tra questi due ambiti di ricerca. Anche in questo caso la prenotazione ai laboratori è obbligatoria sul sito della Fiera.

Giovedì 15 luglio dalle ore 17:30 alle ore 18:30 “Libricini fatti a mano”: inventiamo un set personalizzato di timbri che potremo utilizzare per stampare su carta, confezionando un piccolo instant book che rilegheremo facilmente con le nostre mani.

Venerdì 16 luglio dalle ore 17:30 alle ore 18:30 “Atipici ritratti”: con la tecnica della collografia realizziamo una matrice in rilievo con materiali di recupero e rappresentiamo noi stessi o l’idea che ne abbiamo, in un autoritratto stampato a mano.

Libri handmade (foto Sussi Hj)

Sabato 17 luglio dalle ore 11:30 alle ore 12:30 “Paper collage”: usando carta e cartoncini ritagliati o strappati, sperimentiamo la tecnica del collage per creare un bestiario di creature fantastiche.

Domenica 18 luglio dalle ore 11:30 alle ore 12:30 “Faccia da timbro!”: creiamo timbri personalizzati utilizzando patate, tappi di sughero incisi, stampini in gomma o carta crepla e con essi realizziamo i dettagli di un viso: occhi, naso, labbra e pure ciglia, sopracciglia, baffi, barba, occhiali ... Elementi interscambiabili per creare volti e personaggi dai profili e dalle espressioni più disparate.

Cosa c’è da sapere

Gli eventi (incontri con gli autori e i laboratori per i più piccoli) sono gratuiti con prenotazione obbligatoria sul sito della Fiera dei Librai a partire da venerdì 9 luglio 2021.

In conformità alle normative anti Covid-19 la capienza dei luoghi è limitata; in caso di maltempo gli eventi previsti in piazza verranno trasferiti presso la sala cinematografica Lo Schermo Bianco di Lab80 sempre a Daste, la cui capienza è inferiore rispetto a quella della piazza.

FdL è organizzata da Promozioni Confesercenti, Sindacato Italiano Librai (SIL) e dalle librerie indipendenti aderenti a Li.Ber - Associazione Librai Bergamaschi, oggi rappresentate da Libreria Arnoldi, Cartolibreria Nani, Libreria Palomar, Il Parnaso libri&natura, Punto a capo libri.

È inoltre patrocinata e in collaborazione con il Comune di Bergamo e sostenuta da Camera di Commercio di Bergamo e Provincia di Bergamo. Oltre che da Fondazione Istituti Educativi di Bergamo, BPER Banca, Concessionaria Sarco, ATB, TEB. Senza dimenticare le collaborazioni di Daste, GAMeC – Galleria d’arte moderna e contemporanea di Bergamo, Le letture amene di Mimma Forlani e kiwilab.

Coordinamento, comunicazione e ufficio stampa: CEC Servizi - Comunicazione Eventi Cultura e MoltiMedia - Fattoria digitale.

Parcheggi di riferimento:

-> angolo tra Via Daste e Spalenga e Via Monte Gleno

-> angolo tra Via Daste e Spalenga e Via Pizzo Scais (a destra e a sinistra)

-> via Don Mansueto Zambetti dietro Daste

Come arrivare:

Mezzi pubblici -> Stazione FS Bergamo + ATB linea 7 (fermata via Gleno fr. Casa di Riposo, servizio solo feriale)

Macchina -> Uscita A4 Bergamo, seguire per Alzano Lombardo / Val Brembana / Bergamo Centro e girare in via Gleno.

Sito Fiera dei Librai

Approfondimenti