93FE310D-CB37-4670-9E7A-E60EDBE81DAD Created with sketchtool.
< Home
SPONSORIZZATO

Altopianoland: un altopiano ad alto tasso di divertimento

Articolo. Escursioni a piedi, tour in e-bike o visite guidate alla scoperta dei luoghi carichi di storia e cultura. A Selvino – Aviatico le proposte per una vacanza attiva non mancano di sicuro

Lettura 4 min.
(Foto di FrancoZanetti)

Per tanti bergamaschi le vacanze non sono solo tempo di relax, da trascorrere pigramente adagiati su qualche spiaggia immacolata, ma sono soprattutto l’occasione per fare attività fisica all’aperto e ricaricarsi di energie. Dopo un anno passato a svegliarsi presto per andare al lavoro cosa c’è di meglio infatti che svegliarsi ancora prima per fare quello che ci piace?

Lo ha capito bene il Comune di Selvino che, insieme ad Aviatico, dà il nome al verde altopiano nel cuore della Valle Seriana. Negli anni ha costruito un circuito per l’accoglienza turistica a 360° con l’obiettivo di valorizzare al meglio le bellezze e le opportunità di questo paesaggio naturale incastonato nelle Prealpi Orobiche ma con il vantaggio di essere raggiungibile in poco tempo sia da Bergamo che da Milano.

Dunque tante strutture ricettive, attività organizzate per le famiglie e animazione per i bambini, un parco avventura, un percorso sensoriale e una ricca rete di sentieri escursionistici adatti a tutti per entrare subito in contatto con la natura. Lo hanno chiamato Altopianoland: la meta perfetta per un fine settimana di svago o una vacanza all’insegna del benessere e del divertimento.

Quest’estate in particolare il Comune di Selvino ha puntato sull’idea di vacanza attiva. Dopo una stagione invernale in cui le attività outdoor sono state forzatamente sacrificate l’idea è stata quella di mettere a punto un calendario di esperienze orientate alla scoperta del territorio e dei luoghi di interesse artistico e culturale, che siano anche occasioni per fare movimento, a piedi o in bici.

E-bike tours con guida esperta

Selvino e Aviatico si trovano in una posizione strategica: a circa 1.000 metri di altezza sono il punto di partenza ideale per escursioni alla scoperta dei borghi e delle montagne circostanti. Allora perché non inforcare la bici e partire? Per tutti coloro che hanno qualche perplessità sulla difficoltà dei percorsi o sui dislivelli da affrontare la soluzione è semplice: tutti i sabati di luglio e agosto, infatti, è possibile partecipare ad uno degli e-bike tours organizzati dal Comitato Turistico di Selvino. Ci si sposta su MTB a pedalata assistita sotto la guida esperta di Franco Zanetti, albinese ed esperto conoscitore degli itinerari cicloescursionistici della zona.

I due itinerari proposti, sempre con partenza da Selvino, sono di semplice esecuzione eppure ricchi di fascino. Il primo, passando per le frazioni di Amora e Amora Bassa, accompagna i partecipanti alla scoperta di Ganda, piccolo borgo montano sede anche del noto osservatorio astronomico. Dopo essere rientrati a Selvino c’è tempo per la visita ad un altro suggestivo borgo: Salmezza, oasi naturalistica tra i monti Podone e Filaressa, nota anche per aver dato i natali al pittore tardo rinascimentale Enea Salmeggia, detto il Talpino. In totale sono circa 27 km su un misto tra asfalto e terreno sterrato che non mancherà di divertire.

Il borgo di Ganda
(Foto Martina Magoni)

Il secondo itinerario invece punta subito al borgo di Salmezza e alla visita del Santuario della Madonna del Perello, uno dei più antichi della bergamasca, edificato nella prima metà del ‘400 sul luogo in cui – si narra – la Beata vergine apparì ad un contadino del luogo. Si prosegue imboccando l’antica via Mercatorum, mulattiera percorsa fin dal medioevo dai mercanti che trafficavano tra la città e le valli, prima di far ritorno a Selvino dopo circa 20 km di percorso.

Escursioni a piedi alla scoperta dell’altopiano

Per chi invece preferisce scarpinare le alternative non mancano. I sentieri che partono da Selvino sono numerosi, ancora meglio però è scoprirli partecipando ad una delle escursioni organizzate in piccoli gruppi (max 12 persone) con l’accompagnamento della guida di media montagna Paolo Cattaneo.

Anche in questo caso le mete sono i luoghi più suggestivi dell’altopiano, suddivisi in due percorsi uno dal taglio più naturalistico e l’altro più storico. Il 7 e il 28 agosto meta del facile trekking sarà l’ambiente dolomitico della Cornagera con le sue guglie rocciose che dominano il paesaggio. Un itinerario di 7-8 km (500 mt d dislivello) che porterà i partecipanti a raggiungere il rifugio Monte Poieto per una meritata pausa ristoratrice.

Monte Cornagera
(Foto Stefano Grigis)

Il 4 luglio e il 22 agosto, invece, l’escursione attraverserà il borgo di Salmezza e il monte di Nese lungo il panoramico itinerario della Filaressa per un totale di 10 km sempre con 500 mt. di dislivello.

Si tratta di vere e proprie escursioni della durata di una giornata che richiedono un abbigliamento adeguato e un minimo di preparazione dal momento che toccano anche alcuni tratti rocciosi. La presenza di una guida professionale però li rende sicuri e adatti anche ai ragazzi (a partire dai 10 anni) che abbiano già un po’ di dimestichezza con queste esperienze.

Due passi nella storia con Laura Benzoni

E va bene la vita attiva ma non dimentichiamoci della storia e dell’arte che “abitano” nei paraggi! Chi ama le passeggiate tranquille e vuole sfruttarle per scoprire qualcosa di più sulla storia e sull’arte della Valle Seriana può partecipare alle visite guidate condotte da Laura Benzoni, guida e storica dell’arte conosciuta sui social come “Benzonilla”.

In programma ci sono: la passeggiata con visita al Santuario della Madonna del Perello (4 luglio, 1 agosto e 5 settembre); una visita guidata al centro storico di Selvino con tante “chicche” storiche e curiosità legate alla vita del paese e ai personaggi che ci hanno vissuto (6, 20 luglio, 3, 17, 31 agosto - gratuita e riservata ai titolari della Altopianoland Card); “Selvino con occhi nuovi”: una visita che accompagna i partecipanti a scoprire gli angoli nascosti del paese e quei dettagli, spesso rivelatori di storie, che di solito sfuggono ai più (11 luglio e 8 agosto) e, infine, domenica 22 agosto un tuffo nel Medioevo con la visita di Ascensione e Pagliaro: due borghi storici ad Algua e Costa Serina nelle cui chiese sono conservati splendidi affreschi quattrocenteschi.

Gli affreschi all’interno del Santuario della Madonna del Perello

Una card, tanti vantaggi

Quasi tutte le iniziative citate sono a pagamento ma il Comitato Turistico ha pensato di venire incontro a famiglie e turisti lanciando la Altopianoland Card 2021. Si tratta di una tessera personale (non cedibile né rimborsabile) che si può acquistare presso la casetta in piazza del Comune e al parco Vulcano a Selvino (€ 15 adulti, € 10 i minorenni) e permette di accedere a tutte le principali attività su prenotazione e ricevere gratuità, sconti e vantaggi per tutta la stagione.

Abbiamo citato parecchie attività interessanti eppure sono solo una parte di quelle previste nel ricco calendario in programma: è possibile trovare tutte le informazioni su prezzi e prenotazioni sui sul sito dedicato e sui profili social.

Sito per prenotazioni

Pagina FB Altopiano Selvino Aviatico
Pagina FB Comitato Turistico di Selvino

Approfondimenti