Milan bloccato anche dal Crotone L’Atalanta rimane a +5 in classifica
Gli appuntamenti
SERIATE SQUARE FOOD
dal28 al 30 aprile
Domenica 30 aprile L’Eco café in piazza Matteotti (area mercato)
Un airone cenerino alla Trucca Foto del Giorno Un airone cenerino alla Trucca

Pd, dopo le primarie
una corsa ad ostacoli

di Franco Cattaneo
Pd, dopo le primarie una corsa ad ostacoli

Una certa stanchezza del popolo dem ha segnato le primarie del Pd di oggi, aperte anche agli elettori, che probabilmente restituiranno la guida del partito a Renzi. Un risultato, se effettivamente sarà questo, già predeterminato dal voto degli iscritti, anche perché il vero scontro politico era stato risolto (risolto nel senso di consumato) con la diaspora dei bersaniani, lasciando il campo ad una normale dialettica. Lo strappo non ha creato traumi sul piano dei numeri, ma ha influito in negativo sugli umori della base, che l’ha vissuto come un danno, una ferita. Il dato politico, quindi, riguarda l’affluenza la cui soglia accettabile è stata fissata a un milione di schede, in una fase peraltro in cui il rito delle primarie dà segni di logoramento e suscita qualche perplessità nello stesso Pd. Chiusa la fase penitenziale della sconfitta al referendum costituzionale, questione però più rimossa che discussa, Renzi arriva a questo appuntamento con la voglia di riprendersi la centralità persa e ora rilegittimata, ma in un quadro politico e ambientale più sfavorevole rispetto all’energico esordio.

Migranti, la priorità
è salvare vite umane

di Francesco Anfossi
Migranti, la priorità è salvare vite umane

Quanto sono ragionevoli i dubbi sull’attività delle ong che soccorrono i migranti nel Canale di Sicilia? Il sospetto che alcune organizzazioni non governative del mare soccorrano i migranti in cambio di denaro nasce dall’agenzia Frontex, che parla di imbarcazioni delle ong battenti bandiera panamense che violano le acque territoriali libiche, spengono il trasponder per non farsi localizzare e non si sa bene cosa facciano all’ombra dei radar. La Procura di Catania ha aperto un fascicolo. Si tratta di un’indagine conoscitiva (questo e il termine tecnico) in merito alla violazione dell’articolo 12 della legge Bossi-Fini e dell’articolo 416 del codice penale che puniscono l’agevolazione dell’immigrazione clandestina. Secondo informazioni dei servizi in mano alla Procura ci sarebbero anche delle telefonate o dei messaggi «WhatsApp» tra gente a bordo di alcune navi di cui non si conosce l’identità e alcuni trafficanti di uomini sulla costa libica. In questi messaggi si annunciano partenze imminenti dalla Libia e assicurazioni sul fatto che le navi verranno in soccorso.

Dall’alta Val Seriana a Lagos
«Con l’inglese da cantiere»

di Marco Bargigia
Dall’alta Val Seriana a Lagos «Con l’inglese da cantiere»

Ha già trascorso un terzo della sua vita in Africa. «Ora lavoro per un’importante società petrolifera». Il classe ‘63 Gianluca Beccarelli ha passato in Africa esattamente un terzo della sua vita. Corre infatti il suo 18° anno di permanenza in Nigeria, dove ha lavorato in tre diverse tranche nel campo dell’edilizia: negli anni ‘80 come capo cantiere, poi come manager e dal 2009 come responsabile del reparto investimenti per una società petrolifera con sede a Lagos.

Telefoni cellulari e tumori
Prevenire meglio che curare

di Diego Colombo
Telefoni cellulari e tumori Prevenire meglio che curare

Il telefono cellulare può causare il tumore. Lo afferma una sentenza del Tribunale di Ivrea. L’Inail, l’Istituto nazionale assicurazione infortuni sul lavoro, dovrà risarcire un ex dipendente della Telecom, Roberto Romeo, ammalatosi di neurinoma del nervo acustico, un tumore benigno ma invalidante, causato dall’uso del telefonino per 15 anni per più di tre ore al giorno.