Martedì 06 Aprile 2010

Il Pm: Chi sa qualcosa parli
Controlli negli ospedali

«Chiunque sappia qualcosa si faccia avanti e parli coi carabinieri: qualunque notizia può essere utile per identificare e rintracciare la madre di questo neonato». L'appello arriva dalla Procura della Repubblica di Bergamo. Il pm Letizia Ruggeri si è già attivata in tutti i modi per riuscire a definire la situazione. Nelle prossime ore si svolgerà l'autopsia del piccolo.

«I carabinieri hanno già avuto incarico di controllare negli ospedali della zona, per verificare se si siano presentate donne con traumi da parto, o comunque con qualche segno che possa far ipotizzare ai medici un parto recente - ha spiegato il pubblico ministero - In questa fase ogni informazione che raccogliamo può essere importante o decisiva, e per questo chiediamo a chiunque pensi di sapere qualcosa di farsi avanti senza paura».

Al medico legale che svolgerà l'autopsia, probabilmente già oggi o al più tardi domani, verrà dato incarico innanzitutto di definire meglio l'ora della morte del bimbo, e la presumibile data della nascita, quindi dovrà accertare se il bimbo sia nato già morto (anche se questa è per ora l'ipotesi meno probabile per gli inquirenti) oppure se sia morto in un secondo momento.

e.roncalli

© riproduzione riservata