Giovedì 01 Luglio 2010

Ancora spaccate: due colpi
a Villa d'Almè e Casazza

Non si ferma in Bergamasca lo stillicidio dei colpi messi a segno dalle varie bande che si sono specializzate nel compiere spaccate. Nella notte fra mercoledì e giovedì sono entrate in azione altre due volte, prima a Villa d'Almè e poi a Casazza. A Bergamo invece i carabinieri hanno arrestto un 30enne che aveva rubato uno zaino.

A Villa d'Almè i malviventi sono entrati in azione poco dopo le 3 del mattino: hanno preso di mira il bar Rail di via Calvi. Con un tombino preso in strada hanno abbattuto la vetrata del bar e, una volta all'interno, si sono impossessati di due macchine per videopoker e di un cambimonete. Sono fuggiti su una Ford Escort station wagon che era stata rubata nell mattinata di ieri a Capizzone.

Anche a Casazza i ladri hanno utilizzato una Ford Escort, ma sono entrati in azione alle 3,20 e quindi è escluso che si tratti delle stesse persone. Con la macchina lanciata in retromarcia hanno sfondato la vetrina del bar Rosy di via Nazionale, che è gstito da un cinese. Hanno rubato un cambiamonete. Indagano i carabinieri di Casazza.

A Bergamo invece i carabinieri di Città Alta sono riusciti a rintracciare e arrestare un trentenne italiano che aveva rubato uno zaino all'interno dell'Hostel di via Ghislanzoni. Lo zaino era di proprietà di un peruviano che alloggia nella struttura del centro città. Il 30enne è finito in direttissima.

r.clemente

© riproduzione riservata