Giovedì 13 Gennaio 2011

«La Bergamasca ha molti bisogni»
Mara Azzi dell'Asl: «Punto a fare rete»

«C'è tantissimo da fare perchè il territorio ha molti bisogni. In questi giorni sono in una prima fase di ascolto e il mio obiettivo principale è far funzionare i servizi in modo da dare le risposte che qualifichino il servizio erogato, venendo incontro alle necessità vere». Il nuovo direttore generale dell'Asl Mara Azzi ha ben chiara la situazione e si è già messa al lavoro, in un'ottica di sinergie e attività di squadra. «Credo molto nella collaborazione e nella comunicazione - ha detto -, e mi auguro di poter fare sistema, non solo a livello regionale ma anche territoriale».

Puntando subito sul sociale: «I problemi sono notevoli e le risorse sono poche - commenta Mara Azzi -. Per venire incontro a questi bisogni è necessario ripensare alle risorse a disposizione e avere ben chiaro che i problemi oltre ad essere tanti sono molto spesso collegati. Credo anche però che a volte la povertà stimoli la fantasia».

La sfida più difficile? «Sicuramente riuscire a superare le divisioni e cominciare tutti a lavorare per lo stesso obiettivo, senza difendere il proprio potere personale o il proprio prestigio. L'importante è cercare di studiare i bisogni del territorio e cercare di dare un'offerta che non sia alternativa, ma complementare».

E poi qualche curiosità su Mara Azzi: ama la cucina, il cucito e la lettura, con una passione particolare per la storia. «E poi sono sì un direttore generale donna, ma non ho nessuna intenzione di negare la mia femminilità - sottolinea -. Non mi presento come la manager tutta sigarette e caffè e non ho nessuna intenzione di imitare i maschi. Il mio tempo liberi lo tarscorro come tante altre donne, in famiglia, tra i fornelli, la maglia e la lettura».

Ascolta l'intervista integrale audio on line.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata