Sabato 16 Luglio 2011

Un batterio nell'acqua a Cassiglio
«Fatela bollire per venti minuti»

Nell'acqua di Cassiglio, in Alta valle Brembana, c'è una concentrazione troppo elevata di escherichia coli, una delle specie principali di batteri che vivono nella parte inferiore dell'intestino di animali a sangue caldo (uccelli e mammiferi, incluso l'uomo), e che sono necessari per la digestione corretta del cibo.

Così il sindaco ha firmato un'ordinanza in cui invita tutti i residenti a far bollire l'acqua per 20 minuti prima di utilizzarla per berla o per preparare i cibi. La decisione è stata presa sabato dopo che l'Asl ha reso noti i risultati delle analisi sui campioni di acqua.

La presenza del batterio è dovuta probabilmente alla presenza di animali che hanno creato infiltrazioni dai pascoli alla sorgente Chignolo, che rifornisce lacquedotto del piccolo Comune.

Una quantità sufficiente del batterio è presente nell'acqua da far uscire i valori dagli standard. Così è scattata la decisione di consigliare l'uso di acqua bollita.

r.clemente

© riproduzione riservata