Lunedì 22 Agosto 2011

Alle Ghiaie l'addio a Davide
In chiesa le foto degli amici

Un tabellone con decine di fotografie e la scritta «Grazie Devis». Così, gli amici di Davide Brembilla, hanno voluto dare il loro ultimo saluto al 22enne morto lungo un sentiero dei laghi Gemelli in alta montagna. Un dolore immenso quello della famiglia e di tutta la comunità delle Ghiaie di Bonate. La chiesa ha faticato a contenere le centinaia di persone - parenti, amici e semplici conoscenti - che hanno voluto partecipare al mesto addio

Alle 15 il feretro di Dabide è partito dall'abitazione di via Donizetti 3 alle Ghiaie di Bonate Sopra diretto alla parrocchiale assieme a una lunga fila di giovani, dove poi don Davide Galbiati, rientrato da Madrid dove si trovava per la Giornata mondiale della gioventù, ha presieduto la liturgia.

Il sacerdote, insieme ai molti amici e parrocchiani di Davide, aveva tenuto la sera prima una veglia di preghiera per il giovane.  Davide Brembilla dedicava molto del suo tempo libero al bene della comunità. «Davide era un ragazzo disponibile e affidabile – ha ricordato il parroco –. Avevo grande stima di lui, che ha collaborato a tante iniziative parrocchiali. Di lui potevo fidarmi quando gli assegnavo un compito. Era una persona speciale. La sua morte ci ha molto colpito e addolorato».

e.roncalli

© riproduzione riservata