Lunedì 16 Gennaio 2012

La Bergamasca è sottozero
Strade ghiacciate e nebbia

Non si parla di altro e basta uscire qualche minuto da casa o dall'ufficio per capire il motivo. Il freddo è arrivato: il calo delle temperature che era stato previsto c'è stato, eccome, ai margini di un flusso di aria fredda dalle pianure russe, indirizzata principalmente verso il basso Adriatico e il nostro Centro-Sud.

Restano a secco però i nostri «mercanti di neve», perchè anche questa  settimana non offrirà opportunità per delle precipitazioni. Resta quindi il bel tempo ma con temperature decisamente più basse. Per l'acqua, l'anticiclone deve risalire decisamente verso la Scandinavia, e liberare i cieli attorno al Mediterraneo.

Freddissimo soprattutto nella Bassa Bergamasca, che si è svegliata tra brina e ghiaccio. Sempre sottozero il termometro nelle 24 ore, a -6 °C la minima e con un valore diurno di soli –2 °C, a riempire di bianca e gelida galaverna tutte le cose sporgenti.




Il desiderio di neve ieri è stato zittito con una inattesa e densa copertura nebbiosa radente il suolo, sui 100 m la visibilità, ma il tutto accompagnato da un sensibile raffreddamento. Il risultato è stata una vera giornata di ghiaccio, sempre sottozero.

Pur col freddo che continua, la parte alta della bergamasca oggi se la riderà, in compagnia del sole, mentre sulla nostra pianura si tratta di indovinare dove si spingerà il limite grigio della nebbia gelata, probabilmente oggi un po' più a ridosso della città.

fa.tinaglia

© riproduzione riservata