Lunedì 22 Aprile 2013

Furti di rame nei cimiteri
Denunciati sette operai

Dopo una serie di furti di rame da cimiteri e da cantieri edili della zona, i carabinieri di Merate avevano intensificato i controlli. Nella rete è così finito un furgone con 12 quintali di «oro rosso», con a bordo anche sette operai (cinque della Valle Imagna, uno di Villa d'Almè e uno di Bergamo) tutti denunciati per furto in concorso.

Il furgone cassonato, un Iveco Daily di proprietà di un'azienda di Milano che effettua smantellamento di materiali dai cantieri, era stato individuato alle 13 di sabato nei pressi di un rottamaio, a Brugarolo di Merate. I militari avevano quindi deciso di effettuare un'ispezione, in quanto il cassone era stato coperto da un telone di colore verde: una volta alzato, sono comparse decine di canaline di pluviali in rame, per un peso di 12 quintali.

I sette, tutti operai dipendenti della ditta milanese, dopo aver fornito spiegazioni poco credibili sulla provenienza dei pluviali, sono stati trasferiti in caserma per accertamenti. I sette, I. C., 40 anni di Corna Imagna, M. M. 27 anni di Rota Imagna, M. F. 23 anni di Rota Imagna, C. R., 40 anni di Corna Imagna, S. M., 33 anni di Bergamo, Z. G. 49 anni di Bedulita, e l'unico straniero, K. K., 57 anni, albanese di Villa d'Almè, erano tutti incensurati.

Leggi di più su L'Eco di lunedì 22 aprile

m.sanfilippo

© riproduzione riservata