Lunedì 10 Giugno 2013

A Seriate incidenti dimezzati
Via Nazionale sempre più critica

Primo quadrimestre del 2013 positivo per l'attività della Polizia locale di Seriate. Gli incidenti sono diminuiti del 45,71% rispetto all'anno scorso, passando da 35 a 19, di cui nessuno mortale, mentre nel 2012 se ne registrava già uno nei primi mesi dell'anno.

Spulciando i dati la mappa dei sinistri si concentra in via Nazionale, mentre nelle altre zone il segno è sempre negativo, specie in Corso Europa, S.P. 671, via Cassinone, via Dante e via Marconi. A questo si aggiunge una diminuzione del 13% delle contravvenzioni. «Siamo soddisfatti dei risultati di questo primo quadrimestre, segno che la politica educativa e non repressiva dell'amministrazione comunale sta dando i suoi frutti – dichiara il vice-sindaco Nerina Marcetta –. Grazie al lavoro sul territorio degli agenti della Polizia locale, dei vigili di quartiere e delle attività nelle scuole si riscontra maggiore collaborazione dei cittadini nel rispetto delle regole. Il passo successivo è invitare i seriatesi a una mobilità sostenibile, incentivando l'uso di biciclette o degli spostamenti a piedi in ambito cittadino».

Per Giovanni Vinciguerra, comandante della Polizia locale, «la diminuzione di incidenti e di contravvenzioni è l'effetto di una politica attenta a sicurezza e controllo stradale promossa dalla pubblica amministrazione in collaborazione con gli agenti di Polizia locale, coordinata con quella delle altre forze dell'ordine. A questo si aggiungono i lavori eseguiti per migliorare la viabilità e contenere la velocità, posizionando nuova segnaletica, dossi e speed check».

Da evidenziare anche la riduzione del 13% delle contravvenzioni che, passate da 2.011 dell'anno scorso ora si attestano a 1.750, determinano una previsione di entrate nelle casse comunali pari a circa 171 mila euro. Un esito conseguito anche grazie ai percorsi di educazione stradale promossi negli istituti e all'attività preventiva finalizzata a «promuovere nei cittadini il rispetto delle norme del codice della strada e incrementare senso civico – continua il comandante Vinciguerra -. La diminuzione delle sanzioni è anche indice di una maggiore attenzione dei cittadini, sempre più consapevoli di una sicurezza partecipata e condivisa».

fa.tinaglia

© riproduzione riservata