Giovedì 05 Febbraio 2009

Gestori Agip, con Eni
ancora nessun accordo

I gestori degli impianti di benzina Agip sono nuovamente sul piede di guerra, a causa della vertenza fra Eni e gestori per la mancata firma degli accordi economici scaduti nel 2006. Nonostante i vari incontri tra Eni e gestori, con la mediazione del ministero dello Sviluppo economico, la situazione non è cambiata e si è giunti così ad una vera e propria ultima spiaggia per trovare l’accordo.

A due anni dalla scadenza del contratto la cautela con cui viene condotta la negoziazione sta esasperando i gestori e le associazioni sindacali di categoria. Non si placa dunque la loro protesta, in atto dal 10 novembre scorso sottoforma di sospensione del prezzo massimo del carburante.

«L’azienda continua a rimarcare ai sindacati dei gestori l’approvazione di un nuovo contratto di comodato - spiega Beppe Milazzo, presidente benzinai Ascom Bergamo - dove sono presenti delle clausole di recesso anticipato che mettono in seria discussione l’attività del gestore Agip. Raccomando a tutti i gestori Agip della Bergamasca di non firmare assolutamente nessun documento che tratti di fasi contrattuali prima di aver parlato con i vertici sindacali».

s.masper

© riproduzione riservata

Tags