Bus pieni, l’autista chiama i carabinieri I genitori: «Studenti lasciati a piedi»

Bus pieni, l’autista chiama i carabinieri
I genitori: «Studenti lasciati a piedi»

«I nostri figli lasciati a piedi dall’autista del pullman». È la denuncia sollevata da alcuni genitori degli studenti dell’Isis Oscar Romero di Albino.

L’episodio si è verificato il mese scorso sulla linea Sab Villa di Serio - Albino, all’altezza della fermata di Pradalunga. Al mattino, secondo quanto riferito dai genitori in una lettera indirizzata al nostro giornale, l’autista del pullman, dopo essersi fermato, ha deciso di non ripartire a causa del sovraffollamento del proprio autobus.

«Lo stesso conducente – si legge nella nota – ha poi chiesto ad alcuni ragazzi, regolarmente abbonati, di scendere dal pullman per proseguire verso Albino. Gli studenti, a nostro avviso giustamente, si sono rifiutati e l’autista ha richiesto l’intervento dei carabinieri». I militari sono giunti tre quarti d’ora dopo, intorno alle 8,30, alla fermata di Pradalunga e hanno provveduto a far scendere alcuni ragazzi dal mezzo pubblico, permettendo così all’autobus di ripartire.

La replica da parte dei responsabili Sab: «Effettivamente – commenta Giovanni Piccini – quella mattina si è verificato l’episodio segnalato dal gruppo dei genitori, ma è capitato perché tutti gli studenti volevano salire sul primo autobus in passaggio, non volendosi così dividere anche sugli altri mezzi in passaggio nel giro di pochi minuti. L’autista non è ripartito perché il numero di studenti era superiore a quello consentito e per ragioni di sicurezza ha deciso di contattare i militari».


Leggi di più su L’Eco di Bergamo in edicola il 6 novembre 2014

© RIPRODUZIONE RISERVATA