Brescia, espulso marocchino 25enne  Il suo nome legato a foreign fighter

Brescia, espulso marocchino 25enne
Il suo nome legato a foreign fighter

I carabinieri del Ros hanno eseguito un decreto di espulsione per ragioni di sicurezza nazionale nei confronti del marocchino Mohammed Zakariae Youbi, domiciliato nel bresciano, a Vobarno, il cui nome è emerso in seguito al monitoraggio dell’entourage del foreign fighter Anas El Abboubi, già arrestato nel 2013 per reati di terrorismo e, una volta scarcerato, trasferitosi in Siria per unirsi alla jihad.

Youbi, sottolineano gli investigatori, ha nel tempo manifestato segnali di radicalizzazione, anche con riferimento ai recenti autori di attentati di stampo jihadista compiuti in Europa, come si evidenzia in primis dall’analisi dei profili social a lui riconducibili. Secondo quanto accertato dal Ros, Mohammed Zakariae Youbi, 25 anni, avrebbe svolto una «incessante attività di proselitismo nei confronti di altri coetanei di Vobarno, anche avvicinando giovani nei luoghi pubblici».

Inoltre, «l’orientamento ideologico radicale del giovane” sarebbe emerso anche dai contatti intrattenuti con un altro extracomunitario - a sua volta legato ad Anas El-Abboubi - e dal fatto che il giovane aveva cambiato totalmente anche il suo aspetto e la sua condotta di vita. Infine, la condivisione dell’ideologia propagandata da network terroristici come il Daesh è stata documentata, rilevano i carabinieri del Ros, anche in seguito ad indagini mirate sul pc e sul cellulare di Youbi dove è stato trovato «materiale di inequivocabile interesse». In particolare: nel computer sono stati recuperati numerosi files di natura jihadista e nel telefono alcune chat messenger tra Youbi e un sedicente «Mehdi New» pure lui trasferitosi in Siria per combattere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA