Martedì 13 Settembre 2005

«Giallo» ad Almenno San Salvatore Trovato uno scheletro col cranio sfondato

«Giallo» ad Almenno San Salvatore. In un prato ripido che costeggia la strada per la Roncola è stato rinvenuto lo scheletro di un uomo con il cranio in pezzi. Il macabro ritrovamento è stato fatto da un cinquantenne di Almenno che stava tagliango l’erba nella sua proprietà, poco prima dell’incrocio con via Roccolo. Sul posto sono intervenuti i carabinieri di Almenno e del nucleo operativo di Zogno. Buio fitto sull’identità del morto, mentre sulle cause del decesso i militari si sbilanciano parlando di omicidio: il cranio pare fracassato come da un colpo di bastone Dai primi rilievi il cadavere apparterrebbe ad un uomo sui 50 anni. Indosso aveva un paio di jeans e una maglietta, ma nessun effetto personale che permetta di azzardare un’identificazione. Domani stesso potrebbe esserci l’autopsia. Il corpo ritrovato sarà sottoposto a numerosi esami, compreso quello del Dna, per cercare elementi utili all’identificazione. tra l’altro, non ci sarebbero segnalazioni di persone scomparse nella zona. Questo fatto lascia ipotizzare che il morto possa essere un irregolare, forse un extracomunitario clandestrino. Ci sarebbero anche alcuni brandelli di pelle scura ad avvalorare questa tesi.

La morte potrebbe risalire ad almeno due mesi fa, sia in considerazione dello stato del corpo, sia perché anche a maggio era stata tagliata l’erba nel prato del ritrovamento e il cadavere non c’era. Anche gli abiti leggeri ritrovati sullo scheletro fanno pensare all’inizio della stagione estiva.

Da tempo la gente della zona avvertiva forti odori, ma non aveva prestato attenzione al fenomeno, pensando piuttosto alla presenza di eventuali carcasse di animali.

(13/09/2005)

a.campoleoni

© riproduzione riservata

Tags