Venerdì 12 Ottobre 2007

Lite in famiglia: finisce in manette

Maltrattamenti in famiglia e lesioni personali: sono le accuse che hanno fatto finire in manette un bergamasco di 41 anni, consulente immobiliare, residente a Valbrembo. Le manette per l’uomo sono scattate ieri dopo l’ennesima violenta lite con la coinquilina, sfociata in bastonate e pugni: un attacco che ha provocato alla donna lesioni e contusioni che i medici hanno giudicato guaribili in 10 giorni. Ieri la donna, completamente sconvolta, ha trovato la forza di richiedere l’intervento dei carabinieri di Villa d’Almè, che hanno subito riportato alla calma il 41enne. Più tardi, portato in caserma, dopo che la situazione era stata chiarita, l’uomo è stato dichiarato in arresto. Processo rinviato in direttissima: per il 41enne è stato disposto l’allontanamento dalla casa familiare.(12/10/2007)

r.clemente

© riproduzione riservata