Lunedì 21 Novembre 2011

L'industria della Val Seriana
riparte dalla sue eccellenze

«Ready to race», pronti a correre. La seconda generazione ci crede, insieme a una Valle pronta a spendersi su nuove strade. E' stato caratterizzato dalle eccellenze del territorio il primo Valseriana Workshop, organizzato da Promoserio presso la FaSE Energia di Alzano.

La location postindustriale è stata efficace scenario per una valle che cambia pelle e ha la convinzione di poter invertire la rotta, partendo da una rinnovata centralità del lavoro, manuale e d'ingegno. Il dibattito, moderato da Luca Bilotta di Bergamo Economia, ha riunito i rappresentati di otto aziende che hanno lungo il Serio il proprio cuore pulsante.

Si è passati dalle vertigionose gru di Fassi spa alla dinamica frizzante del maglificio Gipsy, passando per la green energy di Scame Parre, la scommessa calcio di Acerbis, il ruggito di Ktm Italia e i nuovi orizzonti di Pigna, senza dimenticare le tipicità di Salumi Bortolotti e il calciobalilla doc di Fas Pendezza. A rappresentare realtà industriali storiche c'erano, in stragrande maggioranza, i rampolli della seconda generazione, quelli che alle capaci intuizioni dei padri devono affiancare la capacità d'interpretare l'evoluzione dei mercati.

Il Valseriana Workshop ha ottenuto un'adesione corale da parte delle imprese della Val Seriana, che hanno mostrato di raccogliere con favore la proposta di Promoserio, l'agenzia di sviluppo locale creata a fine 2010 con il concorso degli enti territoriali ed oltre 200 fra operatori turistici e realtà industriali della Val Seriana.

Buona parte della mattinata, aperta dall'attore Enzo Guerini che ha letto una nota citazione di Albert Einstein sulla crisi, è stata caratterizzata dagli indirizzi di saluto delle varie autorità presenti. In successione hanno parlato Roberto Anelli, sindaco di Alzano, Eli Pedretti, presidente della Comunità Montana Val Seriana, la senatrice Alessandra Gallone, gli onorevoli Gregorio Fontana, Giorgio Iannone e Nunziante Consiglio (anche nella sua veste di presidente TEB), l'assessore provinciale Giorgio Bonassoli, il consigliere regionale Saffioti, il presidente dell'Associazione Artigiani Angelo Carrara e il delegato Cisl Patrizio Fattorini.

L'assessore regionale Stefano Maullu ha sottolineato come “la sinergia pubblico-privato promossa da Promoserio sia garanzia di prospettiva e risultati”, mentre Remo Morzenti Pellegrini, prorettore dell'Università di Bergamo, ha proposto alcune provocazioni su “un attuale modello di sviluppo non più sostenibile. L'Università può e deve affiancare processi di svolta e crescita non più differibili. I diritti delle nuove generazioni sono i doveri delle presenti”. Fra il pubblico anche una folto delegazione di studenti, provenienti da Istituto Romero di Albino, Liceo Amaldi di Alzano, Patronato di Clusone, Centro Professionale di Albino e Istituo Alberghiero di Clusone.

Durante i lavori della convention di Alzano, chiusasi nel pomeriggio con gli incontri diretti fra aziende, il presidente di Promoserio Guido Fratta ha illustrato i risultati raggiunti nel primo anno di attività.“Partecipazione e responsabilità – ha detto Fratta – hanno caratterizzato l'impegno di quanti hanno creduto in questo progetto, che offre al mondo un'identità territoriale della Val Seriana forte e univoca, spendibile sul mercato turistico e non solo”.

Il bilancio di questo primo anno è positivo e segnala la creazione del nuovo marchio unico Valseriana, la nascita del portale internet Valseriana.eu e una serie coordinata di pubblicazioni promozionali, con calendarizzazione puntuale degli eventi top. “Abbiamo promosso manifestazioni importanti come il concerto a Clusone di Davide Van de Sfroos e promosso le eccellenze dell'enogastronomia”. Fra i fiori all'occhiello il progetto specifico per il rilancio degli affitti turistici sul breve periodo e il biglietto unico per i comprensori sciistici della Val Seriana e della Val di Scalve.

Fratta ha annunciato come ormai prossimo l'ingresso in Promoserio anche della Comunità Montana della Val di Scalve. “In collaborazione con Ilioproget – ha continuato Fratta – proponiamo pacchetti turistici completi. A breve sarà attiva a Ponte Nossa la nuova sede, con lo IAT Valseriana aperto al pubblico lungo la provinciale”. Fratta ha ringraziato pubblicamente tutto lo staff. “Da subito saremo nuovamente al lavoro per promuovere il territorio – ha sottolineato Giovanni Auditore, direttore di Promoserio – con stand dedicati nelle principali piazze della Lombardia. Partiremo in questi giorni da Monza e faremo tappa anche a Milano, vicino al Duomo”.

a.ceresoli

© riproduzione riservata