Dacia Duster si rinnova quasi completamente

Dacia Duster si rinnova
quasi completamente

Svelato al Salone di Francoforte a settembre 2017, Nuovo Dacia Duster si presenta con un design esterno nuovo al 100% e interni completamente inediti, coniugando il comfort e le prestazioni off road di un autentico Suv.

L’icona della marca Dacia si rinnova. Con un design esterno completamente rivisto, Nuovo Duster rivendica un immagine ancora più decisa e robusta. Gli interni profondamente migliorati assicurano più comfort ed ergonomia. Dotato di nuovi dispositivi di assistenza alla guida e di equipaggiamenti inediti, la nuova versione si rivela un Suv per la vita quotidiana su tutti i tracciati.

Partiti da una pagina bianca, i designer hanno completamente ripensato gli interni per offrire un abitacolo moderno, comodo e all’insegna della funzionalità. Il parabrezza portato in avanti offre una sensazione di maggiore spaziosità. Un’attenzione particolare è stata data all’acustica. L’isolamento dell’abitacolo permette di ridurre significativamente la rumorosità. La posizione di guida migliora il confort e la possibilità di molteplici regolazioni. Il volante è regolabile in altezza (40 mm) e in profondità (50 mm). Il sedile conducente con bracciolo ha la regolazione lombare e un nuovo meccanismo di regolazione in altezza di 60 mm (equivalente a un miglioramento di 20 mm). La seduta dei sedili è stata allungata di 20 mm per aumentare il comfort a bordo e ora è più avvolgente, assicurando un miglior sostegno laterale in curva. La consolle centrale integra nuovi comandi a forma di tasti di pianoforte per una maggiore ergonomia ed è stata rivisitata per lasciare più spazio ai vani portaoggetti. La nuovissima plancia, più verticale, sembra incentrata sul conducente grazie alla forma e integra uno schermo Media Nav posizionato più in alto (74 mm) e orientato verso il conducente, a vantaggio dell’accessibilità e della leggibilità.

Nuovo Duster adotta un nuovo servosterzo ad assistenza elettrica che consente di ridurre lo sforzo del 35% durante le manovre, in particolare quelle di parcheggio a bassa velocità. Il rapporto di trasmissione ridotto del 6% permette, poi, di ottenere uno sterzo più diretto e una migliore maneggevolezza in città e a velocità più elevata su strade sinuose. Lo sterzo è equipaggiato con un sistema che adatta il livello di assistenza alla velocità del veicolo, permettendo così una migliore stabilità della traiettoria in autostrada. Infine, le reazioni dello sterzo vengono meglio filtrate, in particolar modo durante la guida off road. Il sistema Multiview Camera (quattro videocamere: una frontale, due laterali e una retrocamera) consente al conducente di visualizzare meglio lo spazio intorno al veicolo, facilitando nettamente le manovre di parcheggio. Il sistema si attiva automaticamente innestando la retromarcia. Innestando rapidamente la marcia in avanti, la videocamera cambia angolazione. È possibile anche azionare il sistema manualmente, premendo il pulsante “MVC” presente sulla pulsantiera a pianoforte. Semplice da utilizzare, lo schermo del navigatore visualizza soltanto una videocamera alla volta. Il sistema si esclude con una pressione sullo stesso pulsante o quando la velocità del veicolo è superiore ai 20 km/h. Le videocamere laterali, collocate sotto i retrovisori esterni, consentono di visualizzare direttamente le ruote anteriori per posizionare con precisione il veicolo. Il sistema di assistenza in discesa (Hill Descent Control) controlla la velocità in discesa in presenza di forti pendenze intervenendo sui freni.

Arriva anche il sistema di controllo dell’angolo cieco (Blind Spot Warning) costituito da quattro sensori a ultrasuoni disposti ai quattro angoli del Suv capaci di rilevare la presenza di ogni tipo di veicolo situato dietro o lateralmente, in un raggio compreso tra 3 e 5 metri. Una spia luminosa situata nel retrovisore esterno segnala automaticamente il pericolo. Se l’indicatore di direzione è attivato quando un veicolo viene a trovarsi nell’angolo cieco, la luce a led lampeggia. Il sistema è attivo dai 30 fino ai 140 kilometri orari. Motori a benzina, diesel e Gpl con varie potenze.

© RIPRODUZIONE RISERVATA