Italia-Honduras 3-0Buon debuttoper gli azzurrini

Italia-Honduras 3-0Buon debuttoper gli azzurrini

Buon debutto per gli azzurrini del calcio alle Olimpiadi di Pechino: l’Honduras è stato sconfitto per 3-0. La squadra di Casiraghi ha a disposizione quattro «bergamaschi: Riccardo Montolivo, regista della Fiorentina, Andrea Consigli, Luca Cigarini e Marco Motta."Cominciare bene sarà fondamentale", aveva detto Pierluigi Casiraghi nei giorni scorsi. Oggi i suoi ragazzi lo hanno preso alla lettera. Col 3-0 all’Honduras, pochi rischi e con una miriade di occasioni da gol fallite. Italia convincente. Bella, pratica, veloce, convinta nei propri mezzi anche se il test Honduras alla fine si è rivelato più che abbordabile come era prevedibile. Italia sospinta dal suo uomo in più: Sebastian Giovinco. Il fantasista, corre, recupera, salta gli uomini, inventa e quando l’Italia sembra soffrire prende palla e decide che la gara deve prendere il colore azzurro. L’avventura inizia senza Tommaso Rocchi. L’attaccante della Lazio ha un polpaccio dolorante dopo una botta in allenamento con Ranocchia. Il centravanti prova in mattinata, ma poi d’accordo con Casiraghi decide di non rischiare e va in panchina, al suo posto Acquafresca. Italia in campo senza fuoriquota. Rispetto alla formazione annunciata un solo cambio, il Ct preferisce Bocchetti a Coda al centro della difesa. A Qinguangdao ci sono 28 gradi, ma un’umidità dell’85% che l’Italia sembra non soffrire, infatti, gli azzurrini partono bene e al 2’ minuto c’è subito una clamorosa occasione per gli uomini di Casiraghi: Acquafresca, su lancio di Nocerino, si trova a tu per tu con il portiere, ma sceglie la soluzione peggiore calciando addosso all’estremo difensore honduregno. Ancora Italia, con Giovinco che se ne va, palla che arriva a Montolivo, piattone ed Hernandez devia di quel tanto per mettere in angolo. Dopo una fase di studio è Rossi a sfiorare il vantaggio con una torsione di testa, ma la conclusione dell’attaccante del Villarreal termina fuori di un niente. Brivido al minuto trenta quando il portiere Hernandez non trattiene una conclusione di Acquafresca, ma la palla termina in angolo. Italia che abbassa un pò il suo raggio d’azione, ma nel momento di maggior difficoltà ci pensa Giovinco con una magia. Il fantasista al minuto quarantuno, prende palla ai venticinque metri e spara di sinistro un siluro che si infila sotto la traversa. Anche la Cina si accorge della formica atomica che esulta con la mano sopra la testa. Casiraghi gongola per la giocata del suo numero dieci, ma l’Italia non si accontenta e al minuto 44 Acquafresca si esibisce in un elegante palleggio in area, Arzu, nel tentativo di fermarlo, tocca di mano. Nessun dubbio: per Skomina è rigore, dagli undici metri va Giuseppe Rossi che infila alla sinistra di Hernandez. Si va al riposo con il 2-0 Italia. Gli azzurri ripartono forte anche nel secondo tempo con una sventola di Giovinco, messa in angolo da Hernandez. Due minuti dopo è De Silvestri a non arrivare per un attimo sul angolo del solito Giovinco. La logica conseguenza è ancora un gol. Acquafresca lanciato a rete viene steso dal portiere Hernandez, dal dischetto stavolta va lo stesso Acquafresca che segna nonostante Hernandez indovini la conclusione. Si vede in campo Abate al posto di Rossi che in settimana aveva accusato problemi di lombalgia. L’Italia controlla con calma la gara. Anche perchè ci sono da conservare energie per le prosisme gare. C’è gloria anche per Viviano che si distente sulla destra per mettere in angolo una sventola di Nunez. Poi rigore per gli honduregni con De Silvestri che abbatte Alvarez. Dal dischetto Pavon spara in curva. Ancora Viviano a mettere in angolo un tiro ad effetto di Caballero. Finisce 3-0 per gli azzurri. Prossimo impegno domenica contro la Corea del Sud. Il tabellinoHonduras (4-4-2): Hernandez; Molina, Arzu, Caballero, Norales; Padilla (1’ st Alvarez), Thomas, Claros (16’ st Sanchez), Martinez; Rodas (20’ st Nunez), Pavon. A disp. Morales, Bernardez, Lopez, Enamorad. Ct Yearwood  Italia (4-3-2-1): Viviano; De Silvestri, Bocchetti (25’ st Coda), Criscito, De Ceglie 6,5; Montolivo, Cigarini, Nocerino; Rossi (14’ st Abate), Giovinco (33’ st Marchisiov); Acquafresca. A disp. Consigli, Motta, Dessena, Rocchi. Ct Casiraghi Arbitro: Skomina (Slo) 7 Marcatori: 41’ pt Giovinco, 43’ pt rig. G. Rossi, 6’ st rig. Acquafresca Note: ammoniti Hernandez, Cigarini, De Silvestri, Thomas. Al 35’ st Pavon (H) ha calciato alto un rigore. Recupero 1’ pt, 3’ st. Spettatori 25.000 circa.(07/08/2008)

© RIPRODUZIONE RISERVATA