Domenica 19 Maggio 2013

Atalanta riacciuffata nel finale:
2-2 nel congedo contro il Chievo

ATALANTA-CHIEVO 2-2
RETI
: 8' pt Stendardo, 31' st Thereau, 39' st Giorgi, 48' st Thereau.
ATALANTA (3-5-2)
: Polito 5; Capelli 6,5 (30' st Bellini sv), Stendardo 6,5, Lucchini 6; Giorgi 6,5, Carmona 6, Cigarini 7, Biondini 6 (32' st Bonaventura sv), Brivio 5,5; Denis 6, De Luca 6 (35' pt Livaja 6,5). All. Colantuono. In panchina: Consigli, Scaloni, Canini, Del Grosso, Radovanovic, Moralez, Parra.
CHIEVO (3-5-2): Squizzi 6; Papp 6, Farkas 5,5, Cesar 5,5 (25' st Da Silva 6); Sampirisi 5,5 (1' st Sardo 6,5), Djiby 6, Vacek 6 (30' st Sowe sv), Cofie 6, Dramè 6; Thereau 7, Stojan 6,5. All. Corini. In panchina: Provedel, Jokic, Andreolli, Coulibaly, Guana, Toksic, Hauche.
Arbitro: La Penna di Roma 6,5.

L'Atalanta stava per regalare ai suoi tifosi l'ultima gioia di una stagione positiva, coronata da una salvezza mai in discussione, ma proprio all'ultimo dei tre minuti di recupero Thereau ha firmato il pareggio del Chievo al Comunale di Bergamo per il definitivo 2-2. 

Si è concluso così il campionato con la squadra nerazzurra che ha scalato quota 40 (sarebbero in realtà 42 senza la penalizzazione), il che vuol dire 15ª posizione, anche dopo i risultati delle partite in notturna. È attivo il nostro sondaggio che dà la possibilità ai tifosi atalantini di dare il voto all'annata della squadra bergamasca.

Peccato che non si sia concretizzata la vittoria contro il Chievo in uno stadio festante, ma nel girone di ritorno l'Atalanta ha viaggiato al rallentatore e, dopo la clamorosa impresa di San Siro contro l'Inter (4-3 da 1-3), si è praticamente fermata (tre pareggi in sette partite l'ultimo trend), anche perché a Milano è stata conquistata la virtuale salvezza, diventata aritmetica con qualche pareggio e la mediocrità di chi rincorreva.

L'ultima giornata sembrava dovesse partorire l'agognata prestazione vincente e convincente, in considerazione del gol all'8' pt di Stendardo. Ma era un match di fine stagione, dunque con motivazioni ridotte, così l'Atalanta non ha avuto la forza di stroncare il Chievo.

Nella ripresa Livaja (entrato al 35' pt per l'infortunato De Luca) è stato protagonista di una grande azione in area, peraltro non suggellata dal gol al 6' st e, dopo la rete annullata giustamente a Livaja per fuorigioco al 14' st, l'Atalanta ha concesso al Chievo di rientrare in partita.

I clivensi sono cresciuti e hanno pareggiato al 31' st con Thereau, abile a beffare la difesa atalantina sul filo del fuorigioco. Sembrava che il Chievo potesse puntare addirittura a vincere perché la tendenza s'era ormai invertita e invece è stata l'Atalanta a colpire con una rete di pregevole fattura di Giorgi al 39' st.

Finita così? No, perché un'amnesia collettiva della retroguardia nerazzurra al 48' st è stata punita da Thereau con il gol del 2-2 e la conseguente delusione del pubblico, rimasto con l'amaro in bocca. Un pareggio che ha visto come principale responsabile Polito, insicuro praticamente per tutti i 95' e già autore di un'uscita folle dopo appena 5'.

Di positivo da ricordare il rientro di un determinato e attento Capelli, la sapiente regia a centrocampo di Cigarini e la prestazione di Livaja che ha confermato di avere grandi potenzialità, anche se da sgrezzare molto. Arrivederci al prossimo campionato e buon calciomercato alla dirigenza atalantina. Perché ci sarà molto da lavorare.

Marco Sanfilippo

CRONACA

Ultima giornata di campionato e al Comunale di Bergamo si sfidano Atalanta e Chievo che hanno già festeggiato la salvezza aritmetica. Si va dunque a caccia di una vittoria che possa dare ulteriore lustro a una stagione già positiva. Nella porta nerazzurra Polito e non Consigli. Il resto confermato sia come modulo (3-5-2), sia come individualità con il rientro da titolare di Capelli in difesa dopo più di un anno e mezzo e con il tandem Denis-De Luca in attacco. Bonaventura, convocato in Nazionale, in panchina perché mister  Colantuono vuole giustamente preservarlo. Chievo con un modulo speculare (3-5-2), ma con molte variazioni e un centrocampista, il 19enne Djiby, all'esordio in serie A.

Da segnalare che l'Atalanta è in campo con una bellissima maglietta che è una fedele riproduzione di quella indossata dalla squadra nerazzurra nella storica vittoria in finale di Coppa Italia contro il Torino (3-1 con tripletta di Domenghini) cinquant'anni fa, nel 1963. In Curva Nord esposto uno grande striscione con la foto della squadra che schiantò i granata il 2 giugno 1963.

Primo tempo
5': uscita «folle» di Polito che finisce addirittura ben fuori dall'area, mentre i giocatori del Chievo non sfruttano la situazione favorevole con la porta atalantina vuota.
8' GOOOOL: punizione dalla sinistra che è quasi un corner, la calcia Cigarini, ponte in area di testa di Denis, Lucchini da due passi non scova la deviazione risolutiva, ma - sulla respinta del portiere Squizzi - è lo smarcato Stendardo a dare l'incornata vincente in tuffo.
16': ammonito De Luca.
20': conclusione da posizione invitante di Sampirisi, Lucchini devia in corner.
27': ammonito Lucchini.
30': destro velenoso da fuori area di Carmona, Squizzi smanaccia in angolo.
35': entra Livaja per l'infortunato De Luca, vittima del mal di schiena.
41': da Thereau a Vacek nel cuore dell'area, mira imprecisa.
42': piatto di Giorgi in diagonale dal limite dell'area con parata di Squizzi.
43': ammonito Biondini che era diffidato. Salterà la prima di campionato della prossima stagione.
45': 2' di recupero.
47': fine primo tempo, Atalanta-Chievo 1-0.

Secondo tempo

1': entra Sardo per l'infortunato Sampirisi.
6': grande numero di area di Livaja, ma Squizzi respinge la conclusione ravvicinata dell'attaccante atalantino.
7': una bordata da fuori area di Sardo scheggia il palo alla sinistra di Polito.
10': ammonito Sardo.
14': Livaja segna di testa su un lungo lancio da centrocampo e va a festeggiare con i tifosi togliendosi la maglietta. Ma l'attaccante era in fuorigioco, così l'arbitro La Penna, all'esordio in A, annulla la rete e ammonisce Livaja per lo spogliarello.
18': da Livaja a Carmona, contrato, la palla va a Denis che tenta d'infilare la porta, ma il suo tiro incoccia nel tacco di Dramè.
20': esterno destro impreciso di Livaja da fuori area.
25': entra il 18enne Da Silva, all'esordio in A, per Cesar.
30': entra Bellini per Capelli.
30': entra Sowe per Vacek.
31' GOL: lungo lancio di Stojan per Thereau che beffa i difensori atalantini evitando il fuorigioco e da sinistra infila la palla sotto le gambe di Polito per il pareggio.
32': entra Bonaventura per Biondini.
35': bordata alta da posizione un po' angolata di Thereau, a caccia del raddoppio.
39': tentativo impreciso di Sowe.
39' GOOOOL: batti e ribatti, la palla finisce al limite dell'area del Chievo sulla destra dove c'è Giorgi che stoppa di petto e di collo sinistro infila la palla nell'angolino alla destra di Squizzi.
41': ammonito Stendardo.
45': 3' di recupero.
48': Atalanta totalmente distratta sulla punizione finale, così Thereau - che sfrutta anche l'ennesima sbavatura di Polito - pareggia proprio nell'ultimo minuto di recupero.
49': fine partita, Atalanta-Chievo 2-2.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata