Giovedì 23 Aprile 2009

Rossi resta alla Lazio. Anzi no
L'Atalanta attende alla finestra

L'impresa della Lazio, che mercoledì sera ha espugnato l'Olimpico di Torino eliminando la Juventus nella semifinale di Coppa Italia, performance che era stata preceduta dalle vittorie pesantissime in campionato contro la Roma nel derby e contro il Genoa in trasferta, sembrerebbe aver rinsaldato Delio Rossi sulla panchina biancazzurra.

Ma c'è chi dice che sarà comunque divorzio, che alla Lazio potrebbe approdare Walter Mazzarri (attualmente mister della Sampdoria) e che dunque l'Atalanta avrà la possibilità di ingaggiare l'allenatore che anche i nostri lettori stanno indicando a grande maggioranza come il preferito per la sostituzione di Gigi Del Neri.

Mercoledì sera un Rossi raggiante ha commentato: «Il lavoro dell'allenatore va visto nell'arco di un periodo, non in una sola partita. La società ha tutto il dovere di valutare l'allenatore nella sua interezza. Il mio futuro? Ne parlerò più avanti, adesso godiamoci la vittoria».

Quanto a Lotito, il presidente della Lazio giovedì si è esposto così: «Il futuro di Rossi non dipende assolutamente dalla Coppa Italia, è assurdo se dipendesse da una partita. Non ho mai pensato di sostituire Rossi, questa è la realtà delle cose. Ogni tanto mi affibbiano qualche allenatore, l'ultimo è Mazzarri, ma io non ho parlato con nessun allenatore. Questa è una certezza».

Insomma, il toto-allenatore per l'Atalanta continua a far registrare Delio Rossi in pole position con Giampaolo, Beretta e Marino, in ordine di chance, alle sue spalle.

m.sanfilippo

© riproduzione riservata