Bucano il muro a Leroy Merlin a Seriate e fanno il pieno di merce e contanti

Bucano il muro a Leroy Merlin a Seriate
e fanno il pieno di merce e contanti

Colpo a Leroy Merlin a Seriate: bottino da diverse migliaia di euro. Razzia anche di attrezzature.

Decine di migliaia di euro in contanti e 10 mila euro di merce. È il grasso bottino che una banda di professionisti ha portato via dal negozio Leroy Merlin di Seriate nella notte tra martedì 24 e mercoledì 25 luglio. Nonostante la superficie di 10 mila metri quadri, i malviventi si sono mossi come se conoscessero il punto vendita alla perfezione, calcolando ogni mossa. Molto probabile che abbiano fatto sopralluoghi nei giorni precedenti al colpo per studiare nei dettagli il percorso.

«Hanno fatto un buco nel muro del retro del negozio – racconta il direttore, Alessandro Cavagna – poi hanno eluso le telecamere di videosorveglianza presenti sul percorso e si sono diretti ai locali tecnici». Una volta lì hanno manomesso e distrutto i sistemi d’allarme e il ponte radio, utilizzando anche attrezzi del negozio, come martelli e utensili elettrici. In questo modo hanno potuto agire indisturbati. «Sono andati al locale delle casseforti – continua Cavagna – e hanno tagliato le serrature della porta blindata per poi scassinare le casseforti con utensili elettrici». Il direttore non ha ancora visionato i filmati delle telecamere di videosorveglianza ma da quanto gli hanno raccontato sembrerebbe trattarsi di tre persone, che si sarebbero avvicinate a piedi, ma potrebbero aver lasciato un mezzo in una stradina vicino al boschetto nel retro del punto vendita. Il bottino è ancora da quantificare, ma ammonterebbe a decine di migliaia di euro.

Non hanno rubato solo denaro: «Hanno portato via anche qualche macchina del reparto utensileria – specifica il direttore – e prodotti del reparto domotica, per un valore di circa 10 mila euro». Anche i danni sono ingenti: da una prima stima si parla di decine di migliaia di euro. La banda poi è scappata ancora dal retro, uscendo indisturbata da una porta di sicurezza (non più allarmata). I filmati delle telecamere verranno consegnati alle forze dell’ordine che cercheranno di individuare i componenti della banda. Il centro di Seriate è comunque regolarmente aperto.

© RIPRODUZIONE RISERVATA