Niente trottola in classe, è pericolosa I «fidget spinner» espulsi dalla scuola

Niente trottola in classe, è pericolosa
I «fidget spinner» espulsi dalla scuola

Diverse scuole hanno preso provvedimenti di fronte alla diffusione del gioco. Come a Seriate.

Una situazione che rischia di sfuggire di mano, letteralmente. È tempo di b oom per il «fidget spinner», il giocattolino rotante – una trottola 2.0, visti i tempi, formata da un cuscinetto a sfera attorno a cui ruotano tre dischi, da far girare tra le dita – che impazza tra bambini e ragazzini, ma è anche tempo di divieti, giunti anche nella Bergamasca. In questi giorni, alcune scuole della provincia hanno preso provvedimenti di fronte alla diffusione del gioco. A Seriate, per esempio (ma anche in altre scuole dell’hinterland), il divieto di portare a scuola il «fidget spinner» è scattato per gli alunni dell’Istituto comprensivo «Aldo Moro»: nella circolare firmata dalla dirigente Lucia Perri, si invitano «caldamente i genitori a far in modo che i figli non lo portino a scuola, dove peraltro non sono ammessi oggetti di svago».

«Abbiamo emanato nei giorni scorsi una circolare per gli alunni della primaria e della secondaria, per vietare assolutamente questo giochino – conferma la preside Perri –. È un passatempo pericoloso, che può essere usato come arma impropria (sorride ma non troppo, ndr) e che quindi rischia di causare ferite, ma soprattutto distrae moltissimo dalle lezioni, sia il proprietario che il compagno di banco. Episodi significativi? Per fortuna ancora nessuno si è fatto male: comunque, meglio prevenire».

Leggi di più su L’Eco di Bergamo del 25 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA